Primarie Pdl: Giorgia Meloni si candida. E dice no a Monti

Giorgia Meloni

Anche Giorgia Meloni è fra i candidati alle Primarie del Pdl. L'ex Ministro ella Gioventù del precedente Governo Berlusconi ha deciso di partecipare alla tenzone che dovrà scegliere il nuovo leader del Popolo delle libertà.

Lo ha annunciato lei stessa su Twitter, postando sul social network una fotografia che la ritrae mentre firma per confermare la propria candidatura.




La candidatura della Meloni è arrivata in extremis, nell'ultimo giorno utile per sottoscrivere il documento preparato dal Comitato Organizzatore, che attesta l'impegno ad osservare il regolamento delle Primarie del Pdl

b) l’adesione alla Carta dei Valori del PDL;
c) la sottoscrizione della seguente dichiarazione di intenti: «Io sottoscritto, candidandomi alle elezioni primarie indette dal Popolo della Libertà, mi impegno, qualunque sia l’esito della consultazione, a garantire il mio sostegno politico ed elettorale al Pdl e al centrodestra italiano»;
d) l’impegno a supportare nelle elezioni politiche il candidato che risulterà vincitore nelle elezioni primarie;
e) il deferimento esclusivo al Comitato Organizzatore di ogni controversia relativa allo svolgimento delle Primarie, a questioni di carattere regolamentare, interpretativo, ovvero afferente allo svolgimento delle operazioni di voto o di scrutinio, e in grado successivo, alla Commissione di Garanzia la cui decisione è inappellabile.

Secondo Il Fatto Quotidiano, la candidatura della Meloni sarebbe stata voluta addirittura dal segretario Angelino Alfano, privo di rivali credibili all'interno del partito, almeno, stando ai candidati che si sono palesati fino a questo momento.

In realtà, almeno a sentir quel che dice, la Meloni avrebbe le sue idee, ben precise.

«Mi candido perché penso valga la pena di dire alcune cose con chiarezza e capire quanto certe idee hanno consenso».

E sul Governo Monti:

«Io sono per il bipolarismo e per un no chiaro all'esperienza Monti. Dobbiamo tornare alla sovranità del popolo», ci sarebbe da chiarire «se il Pdl è disponibile a sostenere Monti senza la sinistra e a sostenerlo con Montezemolo e Casini, mentre il mio è un no in ogni caso».

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO