Servizio Pubblico | Puntata 9 aprile 2015

Servizio Pubblico: diretta streaming della puntata del 9 aprile 2015


00.17 Con le vignette di Vauro si chiude la puntata.

prsp

00.08 Di Maio osserva che è stato bocciato l'emendamento del M5S per introdurre la normativa anti corruzione anche alle cooperative del terzo settore.
00.07 Lusetti chiede scusa al "nostro mondo che è stato macchiato"; poi aggiunge: "Le scuse non bastano, ma il problema dell'Italia è la corruzione, non la singola cooperativa. Noi ci siamo dentro, ma vogliamo fare la nostra parte".
00.03 Lusetti: "La cooperativa 29 giugno di Buzzi era considerata un esempio". E ricorda che gli intercettati sono stati allontanati dalla cooperativa.

rslrlrl

00.02 Per Di Pietro la legge anti corruzione del governo Renzi è in realtà è pro corruzione.
23.59 La ricostruzione delle dichiarazioni di Giuseppe Lancia, responsabile dell'aria Campania-Abruzzo della Concordia: "Al tavolo con Antonio Piccolo si sono seduti la presidente Casari e Pino Cinquanta, il direttore commerciale della Concordia".
23.54 L'intervista al pentito Spagnuolo che racconta chi è Michele Zagaria.
23.47 L'intervento di Gianni Dragoni:

La Cpl Concordia è una delle 305 cooperative di costruzioni aderenti alla Lega, la centrale delle cooperative rosse. Undicicoop sono tra le prime 50 imprese nazionali di costruzioni. Tutte le imprese della Lega, secondo dati dell’università di Bologna, hanno un giro d’affari aggregato di 78,9 miliardi l’anno, come il terzo gruppo italiano, l’Enel. La Legacoop èil primo datore di lavoro in Italia, i dipendenti sono più del doppio di Fiat-Chrysler nel mondo. L’attività delle cooperative rosse vale il 2,5% del Pil, con l’indotto può raddoppiarefino al 5%. Il settore che pesa di più nella Lega sono le cooperative di consumo, la grande distribuzione, vale il 30% di tutti i ricavi, cioè 24 miliardi: è il primo gruppo in Italia. La Lega è anche nella finanza e assicurazioni, con Unipol, quotata in Borsa. Le coop possiedono circa il 51% di Unipol attraverso una finanziaria, Finsoe, della quale è socio anche la più grande banca americana, Jp Morgan, con l’1%

23.46 Di Pietro: "In Parlamento tutti dicono che la legge elettorale di Renzi non va bene, ma tutti la votano. È ignavia".
23.44 Per Di Maio è necessario evitare il carrierismo politico "perché stare troppo tempo in politica ti fa perdere di vista il consenso e pensare solo ai voti".
23.43 Di Maio: "Non sono cambiati i metodi politici, per questo non si fanno le cose in questo Paese".
23.38 Martelli: "La democrazia oggi non c'è in Italia, i parlamentari sono nominati dal capo, non eletti dai cittadini".
23.31 In studio c'è Diego, il fratello di David Raggi: "Chi ha ucciso mio fratello è un assassino, non ho mai sottolineato che è marocchino. Chi lo fa strumentalizza la vicenda. Voglio che paghi anche chi ha armato la mano di questo ragazzo".

diego raggi

23.25 Renzoni: "La Pascale avrebbe detto a Silvio: 'Stai attento sennò faccio come Veronica, scrivo a Repubblica e dico...'
23.24 Secondo Renzoni, Berlusconi si è messo a dieta per prepararsi al ritorno in campo per le Regionali e ha passato una settimana in Sardegna a fare ginnastica.
23.20 Il retroscena di Renzoni sul possibile coinvolgimento di big del Pd in inchieste giudiziarie dopo le testimonianze di Buzzi e Odevaine. Ci sarebbe un ministro coinvolto.
23.18 Lusetti: "Il processo di autonomia delle cooperative in questi anni c'è stato".

LSRUSR

23.11 Lusetti: "Noi non possiamo espellere i nostri associati che finanziano i partiti, ma solo chi commette delitti".
23.06 Di Maio: "Il fulcro di tutto è la politica corrotta. Il problema è che quando si arriva alle inchieste è già troppo tardi. Lo Stato dovrebbe fare le leggi anticorruzione, ma questo governo non ha la possibilità di farne perché i partiti che rappresenta sono al centro degli scandali".
23.02 La ricostruzione delle dichiarazioni del pentito Iovine, secondo il quale c’era un accordo tra la coop Concordia e i casalesi per l’assegnazione dei subappalti.
22.59 Travaglio:

Quindi, cari politici, rassegnatevi, anzi arrendetevi: mica ve l'ha ordinato il medico di fare i politici. Se lo fate, avete tanti onori, ma anche qualche onere. Stare attenti a chi frequentate e con chi parlate, e soprattutto a quel che fate e dite. Se fate o dite qualcosa di immorale o scorretto, anche se non è reato, peggio per voi: se vi beccano, non c'è bavaglio che tenga. Prima o poi viene fuori. Ed è giusto così, perché la gente ha diritto di sapere. L'ultima trovata dei vicesegretari Pd Serracchiani e Guerini è meravigliosa: levare dagli atti tutti i riferimenti ai non indagati. Esempio: Tizio,noto mazzettaro o mafioso indagato e intercettato, chiama l'on. Caio, non indagato. Che deve fare il pm? Cancellare una frase sì e una no. Pensate come viene la trascrizione: “Sì... Certo...Come no... Oeh... Haivoglia... Ntsk!”. Magari l'altro, il non indagato, domandava: “L'hai presa la mazzetta? Hai un conto in Svizzera? Tua moglie l'hai ammazzata tu? L'hai detto a qualcuno?”. Ma noi possiamo sapere solo le risposte. Sennò è “giornalismo di trascrizione”. E il Garante preferisce quello di omissione.

22.50 Marco Travaglio

Un appalto su 3 è truccato, 1 contribuente su 4 evade, gli imprenditori dichiarano meno dei loro operai e l'80% delle tasse le pagano lavoratori dipendenti e pensionati, sempre più incazzati. Ma niente paura, il governo Renzi ha già trovato la soluzione: vietare alla stampa di pubblicare le intercettazioni dei non indagati. L'idea è geniale, ma non troppo originale: ci aveva già provato il centrosinistra con la legge Mastella e il centrodestra con la legge Alfano, ma invano. Ora Renzi, che doveva rottamare la vecchia politica, sta completandone l’opera facendo le poche leggi vergogna che la vecchia politica aveva lasciato a metà. Lo chiede anche Alfano, che è molto coerente. Ncd, dopo il caso Lupi, è al 2,2%: un altro paio d'intercettazioni e finisce sottozero.
Le intercettazioni dell’inchiesta di Napoli svelano i rapporti tra i mazzettari della coop rossa Cpl Concordia e politici di destra e del Pd. Vecchia guardia, tipo D’Alema, e nuova guardia, con i finanziamenti al Pd di Renzi e il “canale privilegiato” - scrivono i carabinieri – della coop rossa con lui e i suoi fedelissimi, tipo Lotti. D'Alema s'è messo a urlare: vergogna, non sono indagato, perché i giudici hanno infilato il mio nome negli atti? Intervengano l’Anm e il Csm. E l'Onu no? Dove sono i caschi blu? In realtà D'Alema negli atti ci è finito non perché i pm volessero sputtanarlo, ma perché parla di lui l'arrestato n.1: Francesco Simone, manager della coop Concordia, in affari addirittura col feroce clan camorrista Iovine.

22.44 Ruotolo spiega chi è Antonio Piccolo.
22.42 Ruotolo spiega che nell'inchiesta sui rapporti Concordia-camorra i dirigenti della Concordia sono accusati di concorso esterno in associazione mafiosa.
22.38 Martelli: "È evidente che le cose dal 1992 siano peggiorate".
22.35 Di Pietro: "Non capisco se siamo nel 1992 o nel 2015. Oggi il facilitatore è un privato, non un pubblico ufficiale. È la tangente con la fattura. È la tangente post-moderna".
22.32 Di Maio: "Se voi Lega Copp aveste evitato di utilizzare il sub appalto, dandovi delle norme etiche, quanto avvenuto a Ischia non sarebbe avvenuto".

dimaio lusetti

22.29 Di Maio: "Lega Coop ha il controllo e la vigilanza delle cooperative. Ma non si è accorta di niente. Poletti dal 2002 è stato presidente. E Renzi lo ha premiato facendolo ministro". Lusetti: "Evitiamo basse speculazioni politiche. Noi ogni due anni facciamo delle verifiche sulle coop".
22.26 Di Maio: "I casi di corruzione aumentano man mano che ci sono le emergenze. Il M5S chiese a Lupi di rimuovere Incalza dopo l'inchiesta Sistema".
22.22 La ricostruzione delle parole di Antonio Iovine, uno dei più feroci boss dei casalesi, pluricondannato all'ergastolo. È stato lui a parlare di accordi di sistema tra la Concordia e la camorra.
22.21 Salvini non risponde alla giornalista, ma le manda un "bacione". Santoro: "È un periodo che dà baci a tutti".
22.16 Qualche settimana fa l’Autorità Anticorruzione ha dichiarato illegittimo l’appalto da 100 milioni di euro per la gestione del Cara di Mineo. Dal 2011 ad ottenere l’appalto per il centro d'accoglienza sono sempre state le stesse cooperative.
22.14 Il presidente del consorzio che gestisce il centro è il sindaco di Mineo, che preferisce non rispondere alle domande della giornalista.

sindaco la7

22.12 In un servizio viene spiegato come funziona la gestione del centro d’accoglienza più grande d’Europa a Mineo.
22.02 Lusetti: "In un Paese molto corrotto come il nostro la corruzione passa anche attraverso le coop".
22.00 Di Maio: "Quello di Ischia è l'ennesimo schema che si ripete, dopo l'Expo, il Mose, Roma Capitale. Ci sono un pubblico ufficiale, una coop e la criminalità organizzata".
21.59 Secondo Simone, per la metanizzazione di Procida l’ex senatore Luigi Muro ha fatto da “facilitatore” tra la Concordia e il Comune.
21.56 La ricostruzione Francesco Simone, coinvolto nel caso della metanizzazione di Ischia, sui rapporti della Concordia con le stazioni appaltanti:

Un soggetto pubblico aiuta la Concordia ad aggiudicarsi un appalto. La Concordia individua un subappaltatore segnalato dal soggetto pubblico.

dtktc

21.52 Lusetti: "Fatalità qui non c'è, qui c'è stata premeditazione. Per mettere in sicurezza il tribunale di Milano ci vorranno anni".
21.50 Martelli: "La responsabilità non è tutta di Alfano ma chi è ministro degli Interni da tempo deve rispondere delle proprie azioni".
21.44 Di Maio: "Un cittadino normale che cammina per strada cosa deve temere? Il governo gestisce male le forze dell'ordine. c'è una totale incapacità di gestire la sicurezza dei cittadini. I rappresentanti del governo abbiano almeno la decenza di stare zitti, facciano le condoglianze ai famigliari delle vittime".
21.39 Di Pietro commenta quanto avvenuto a Palazzo di Giustizia a Milano: "Ho provato dolore. Il killer non lo so se è pazzo, a me pare una persona che ha voluto fare coscientemente quel che ha fatto. Provo anche sconcerto per l'ipocrisia di chi parla di falla. Lo sanno tutti che è un colabrodo, basta un tesserino per entrare. E invece dovrebbe essere come un aeroporto".

dipsei

21.38 I migranti pagano 5 euro per avere un passaggio in macchina.
21.36 Poi si passa al più grande centro d'accoglienza d'Europa a Mineo: 3000 persone stipate in una struttura che ha 2000 posti letto.

a catnaia

21.27 Si parte dalla storia di David Raggi, 27enne ternano, morto nel centro della sua città dopo essere stato colpito alla gola con un bottiglia. L'assassino è Amine Aassoul, marocchino espulso dal nostro Paese ma rimasto clandestinamente in Italia. La famiglia della vittima non vuole cavalcare l’onda dell’odio razziale, però tanti ternani sembrano rabbiosi.
21.22 Santoro: "Esistono candidature di persone che non rappresentano i cittadini, portaborse, allora in questa situazione la politica diventa appannaggio dei soliti gasati. In questi giorni impazziti dobbiamo stare attenti, perché in questi giorni impazziti si fa la storia e noi, pochi o molti, dove siamo?".
21.20 Santoro: "Perché non ci incaz*iamo con quelli che sfruttano gli immigrati, che li fa lavorare per pochi euro al giorno? Nella sentenza della corte europea sul reato di tortura c'è scritto che la polizia italiana è omertosa, e questo è un problema politico. Volevamo costruire una società normale, fondata sul principio di responsabilità, soprattutto dove chi sbagli paga e invece viviamo in giorni impazziti. Dove ci sono persone che vogliono costringerci a pensare che solo con le decapitazioni e sopprimere la diversità porta alla giustizia. Le persone come me, quando vedono leader che si esprimono nei confronti dei rom con espressioni che calpestano la nostra Costituzione si indigna con i politici che non intervengono".
21.15 L'editoriale di Santoro:

Devo dire la verità io questa sera mi vergogno un po' di quello che non sono riuscito a fare, il mondo va a pezzi. Viviamo incatenati a un computer che trabocca di rabbia, una piazza che crede all'ultimo coglione che dice che è tutta colpa dei rom. E poi uno entra armato in un tribunale e fa una strage. Io sono un laico e penso che i luoghi dove si amministra la legge, le università sono sacri. L'assassino di Milano non sembra un folle, tanto crudele è la sua determinazione nell'ammazzare, ma vedo in lui una specie di avversione per la legge.

21.15 Inizia la puntata.

Servizio Pubblico stasera torna con una nuova puntata, seguita in liveblogging e diretta video streaming da Blogo dalle ore 21.10. Alla conduzione Michele Santoro.

Servizio Pubblico | Anticipazioni puntata 9 aprile 2015

Servizio Pubblico: la puntata di stasera è intitolata I gasati

In primo piano l’inchiesta di Napoli sulla metanizzazione di Ischia che coinvolge la Cpl Concordi e il dato emerso dal rapporto annuale della Guardia di Finanza secondo cui in Italia un appalto su tre è irregolare.
A più di vent’anni dall’esplosione di Tangentopoli e di Mani Pulite qual è oggi il rapporto fra politica e corruzione? E come si finanziano i partiti?

Ad animare il dibattito in studio ci saranno, tra gli altri, l’ex pm di “Mani Pulite” Antonio Di Pietro, l'ex ministro socialista Claudio Martelli, il deputato del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio e il presidente di Legacoop Mauro Lusetti, già ospitato da Floris a DiMartedì due sere fa.

Nel corso della puntata gli interventi di Gianni Dragoni del Sole 24 Ore, del giornalista dell'Huffington Post, Alessandro De Angelis, e di Marco Travaglio, direttore del Fatto Quotidiano. In chiusura le immancabili vignette satiriche di Vauro.

rsrs

Servizio Pubblico | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di Servizio Pubblico, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7, ma anche su Blogo, dove potete leggere pure il liveblogging.

Servizio Pubblico | Secondo screen

Servizio Pubblico ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO