Milano annientata da una nevicata. L'incredibile Caporetto di una giunta che ha donato il sale a Torino

In questi giorni tristi, giorni di guerre e ben altri problemi, l'amministrazione comunale milanese ha pensato di ritagliarsi un piccolo spazio di notorietà, precipitando la città nell'incubo della neve. Per chi non lo sapesse, da ieri nella metropoli "europea" nevica quasi incessantemente - come testimoniato da Gabriele su 02blog - ma le precipitazioni hanno avuto il buon cuore di arrestarsi nel tardo pomeriggio della Befana per consentire alla giunta di preparare un bel piano d'emergenza.

E infatti i milanesi se ne sono accorti questa mattina, trovando le strade completamente coperte di neve e ghiaccio nella più totale assenza di mezzi spargisale e spalatori d'ogni genere. Questi ultimi sembrano ormai un retaggio del passato, quando da studenti tutti ci affannavamo a recarci all'Amsa per guadagnare due lire come spalatori avventizi. Esistono ancora? Mah. Di sicuro in giro non si vedono. Ad aggravare il tutto poi la latitanza della polizia comunale, forse ancora intenta a scartare i carboncini della calza.

Di fatto la circonvallazione era completamente bloccata e si narra di viaggi interplanetari di più giorni per spostarsi tra piazze limitrofe (la mia esperienza personale riguarda piazza Napoli - un'ora solo per passare da un capo all'altro). E va be', direte, capita. Sì, capita anche nel capoluogo commerciale del paese di non saper valutare la differenza tra una nevicata di 25 e una di 40 centimetri, decidendo di donare tutto il sale superfluo a Torino. Moratti dixit:

«Le nostre scorte erano sufficienti, ma quattro fenomeni hanno creato criticità: la rapida sequenza delle nevicate, i giorni di festa, la difficoltà del rifornimento dall'esterno e il fatto che Milano abbia donato sale ad altre città, come Torino»

E ancora:

«Stiamo mettendo in campo tutte le forze che abbiamo È logico che davanti a una nevicata di questa intensità qualche disagio si sia verificato. Voglio però ringraziare tutti i nostri operatori e i cittadini che hanno raccolto il nostro appello a utilizzare i mezzi pubblici»

Eh sì, è logico; d'altronde ormai col riscaldamento globale a Milano non nevica più, no? E meno male che De Corato aveva rassicurato la cittadinanza fino all'ultimo sul fatto che la situazione fosse sotto controllo, al punto che il comune si è rifiutato di chiudere le scuole come a Genova. Bella figura, complimenti!

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO