Basta cure mediche ai clandestini. L'idea della Lega Friuli scatena un vespaio di polemiche

Ci risiamo. Ogni qualvolta si tocchi l'argomento immigrazione clandestina si solleva una ridda di polemiche simile a una guerra di religione. Da una parte chi cerca di limitare o stroncare il fenomeno nei limiti del possibile, anche con soluzioni draconiane, dall'altra chi invoca razzismo e solidarietà esagerando i toni per farsi sentire il più possibile.

I fatti. La Lega Friuli, per bocca di Danilo Narduzzi, capogruppo del partito nel consiglio regionale, a fronte di un numero stimato intorno ai 20.000 irregolari chiede che vengano perlomeno sospese tutte le cure non urgenti, e che in tutti gli altri casi dopo aver curato il soggetto in questione si proceda almeno alla sua denuncia come clandestino. L'ordine dei medici, che già aveva fatto le barricate contro questo progetto in passato, risponde col netto rifiuto dei suoi membri di fare da "delatori".

«Bisogna curare e garantire assistenza a tutti, senza distinzione» afferma infatti Luigi Conte, presidente dell'Ordine dei medici di Udine. «Il medico non è un delatore»

A questo Narduzzi replica:

«Grazie a progetti della precedente amministrazione di centrosinistra, i clandestini in Friuli godono di assistenza gratuita per prestazioni di ogni tipo, persino la pulizia dei denti... Certo, la Bossi-Fini prevede che chiunque abbia bisogno di cure urgenti debba essere assistito, anche se è irregolare. Noi, però, crediamo che le terapie non urgenti vadano sospese, perché i clandestini sono da espellere»

La questione non è di poco conto, perché un precedente a livello regionale potrebbe in seguito pesare come un macigno sulla politica nazionale. Per questo il Pd si è affrettato a stigmatizzare l'iniziativa, mentre più cauto si mantiene l'Udc che per bocca dell segretario regionale Angelo Compagnon, manda a dire:

«Qualunque essere umano va assistito. Poi, in seconda battuta, bisognerà segnalare il fatto alle autorità. In ogni caso di tutto ciò non c'è traccia nel programma, la maggioranza dovrebbe sedersi attorno a un tavolo e discuterne».

E voi lettori come la pensate? Ne approfittiamo per sottoporvi il primo sondaggio del 2009.

Foto| Medicisenzafrontiere.it

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO