Elezioni Regionali in Lazio, il Consiglio di Stato anticipa la data a Febbraio, niente Election Day

Regionali LazioNon si può aspettare. Nonostante l'intenzione manifestata dal ministro degli Interni di accorpare in un'unica data il rinnovo dei consigli regionali (e dei relativi governatori) di Lombardia, Molise e Lazio la regione di Renata Polverini non potrà permettersi di attendere fino al 10-11 marzo. L'ultima ipotesi fatta per l'election day regionale è caduta oggi, almeno per quanto riguarda la regione che ospita Roma. Il Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso della giunta Polverini contro la sentenza del Tar che imponeva di far presto convocando i cittadini alle urne in tempi brevi.

Secondo il grado d'appello della giustizia amministrativa, trascorsi oltre due mesi dall'annuncio delle dimissioni da parte della Polverini, non è pensabile tergiversare oltre e il Lazio deve avere una nuova giunta in tempi brevi, le elezioni dovranno essere fissate al massimo per il primo week end del febbraio 2013, ma c'è anche l'ipotesi gennaio, basta salvaguardare i 45 giorni minimi di campagna elettorale.

Il desiderio dell'esecutivo e del capo dello Stato Napolitano era un altro, accorpare le tre consultazioni regionali. C'era chi, come il PDL (o quel che ne rimane), si era affannato nel chiedere addirittura un super election day con le Politiche in Aprile mentre il PD e condividevano le linea di tenere le elezioni separate, in modo da avere un "test" ravvicinato con il quale misurare i rapporti di forza nella convinzione di avere la vittoria in tasca. Il Consiglio di Stato ha rotto le uova nel paniere a tutti: Renata Polverini ha 5 giorni per indicare la nuova data del voto, salve nuovi colpi di scena imprevisti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO