Striscia di Gaza: la guerra vista da Tsahal, l’esercito di Israele


Diciannovesimo giorno di conflitto nella Striscia di Gaza, aumentano i morti e ricominciano i lanci di razzi anche dal confine libanese, con il rischio concreto dell'apertura di un secondo fronte.

Abbiamo visto come questo conflitto viene rappresentato dalle milizie islamiche di Hamas, ora diamo uno sguardo al sistema di comunicazione del "protagonista" dell'Operazione Piombo Fuso: Tsahal o Idf, cioè l'esercito di Israele.

Si nota subito una grande differenza tecnologica, dato che ci troviamo di fronte ad un portale articolato e pieno di risorse multimediali. Gli aggiornamenti delle news sono continui e riportano i principali fatti del giorno e della notte: otto soldati feriti durante le operazioni, 100 obiettivi colpiti, 55 tunnel distrutti, 20 siti di lancio per missili smantellati... e c'è addirittura la newsletter dell'Operation Cast Lead che può essere scaricata in pdf.

Avendo impedito l'accesso alla Striscia a tutti i giornalisti, l'esercito di Israele cerca di fornire il proprio materiale (e quindi il proprio punto di vista) con grande abbondanza in modo da alimentare comunque un flusso di notizie verso il resto del mondo: la guerra si vince anche attraverso l'informazione e Tsahal dimostra di saperlo molto bene...


  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO