Satira: non spariamo "castate"

Il Partito democratico sarà pure in crisi a Napoli con Morando. La matassa abruzzese sarà anche difficile da sbrogliare per Brutti. Ma in Toscana, la cara vecchia Toscana, è arrivato lui e in tre giorni ha imposto la propria legge mettendo tutti d'accordo sulle primarie per la candidatura a sindaco di Firenze. Beh, ci voleva il suo appeal da solido e stagionato dirigente diessino per riportare feeling tra Veltroni e la nomenclatura locale. Sex and the Chiti

An dice che il Pdl non potrà essere “leggero” come Forza Italia. Berlusconi lo vorrebbe leggerissimo per tenerlo in tasca come fa adesso. Fini lo vorrebbe pesantissimo in modo da vedere Berlusconi arrancare. Rotondi implora: “Leggero o pesante, basta che si faccia in fretta”. Tuttavia il progetto del Cavaliere è chiaro: meno tessere e più tette. Terza Repubblica? No, terza misura

Sembrava una specie di giapponese che si accanisce e insiste a combattere nella foresta quando la guerra è finita da anni. Oppure uno di quegli attori di teatro che recitano di fronte a platee mestamente deserte. O ancora uno di quei clown che fanno le smorfie sotto il tendone di un circo senza pubblico. Faceva quasi tenerezza, ieri, Riccardo Villari mentre presiedeva una seduta della Vigilanza in cui c'erano solo tre persone, lui compreso. Il vuoto pneumatico lo circonda, eppure lui insiste. Proprio come il giapponese. La prossima pantomima è fissata per giorno 20; vuole fare le nomine...ma in realtà è lui ad essere stato nominato. Il Grande Fardello

In trincea con Villari sono rimasti soltanto i radicali. E mentre Marco Panella annuncia addirittura uno sciopero della sete, il Nostro saprà di certo come consolarsi se sarà costretto a lasciare la presidenza della commissione. Dandosi all'ippica. Lui alle corse dei cavalli e il povero Pannella in crisi idrica. Liscia, gassata o Capannelle?

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO