Domenica in Tv: Tremonti sdogana Fabio Fazio a Che tempo che fa



L'evento della domenica televisiva è sicuramente la presenza di un esponente governativo di primo piano alla trasmissione di Fabio Fazio. Il conduttore ligure, al centro di recenti polemiche in seguito alle quali aveva rinunciato a chiamare politici in generale, ospita infatti a Che tempo che fa il superministro all'Economia Giulio Tremonti. Accogliamo la notizia con favore, perché dovrebbe preludere per par condicio all'invito di esponenti di altro segno, dando maggiore visibilità all'argomento politico in un programma comunque molto seguito. Appuntamento su Rai3 alle 20,10.

Comprensibile la scelta del tutto diversa compiuta da Lucia Annunziata. Nella settimana in cui avrebbe dovuto intervistare se stessa riguardo agli eventi di giovedì, chiarendo il suo contrasto con Michele Santoro; non potendo farlo Lucia esce completamente dal seminato. In 1/2 h ospita infatti l'attore Toni Servillo, consentendoci senza remore di cambiare canale e seguire il dibattito di Domenica In, che benché soporifero perlomeno ciancia di argomenti più interessanti. Nello spazio di dibattito Domenica insieme (Raiuno, ore 15,10) si parlerà di decreto anti crisi e previdenza con il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, il presidente onorario di Rcs, Cesare Romiti e Alba Parietti. Nel corso della puntata condotta da Monica Setta vedremo anche un' intervista al presidente dell’Inps, Antonio Mastropasqua.

Per finire segnaliamo Speciale Tg1, alle ore 23,40 su Raiuno, interamente dedicato al significato sociopolitico dell'elezione di Obama.

Un viaggio attraverso i numeri, le curiosita’, i retroscena, i balli e le celebrita’ dell’inagurazione piu’ spettacolare della storia americana: quella per Barak Obama, primo presidente afro-americano. I preparativi, la corsa ai biglietti, le imponenti misure di sicurezza, i momenti chiave delle inaugurazioni del passato.
Il filo rosso e’ la storia di Dabney Montgomery, raccontata in esclusiva al TG nello Speciale, in onda domenica 18 gennaio alle 23.40, a cura di Monica Maggioni.
Dabney ha oggi 85 anni ed ha fatto parte del primo reparto, creato da Roosevelt, di piloti afro-americani nella storia delle forze armate degli Stati Uniti. Combatte con i suoi compagni una doppia guerra: contro l'Asse e contro il razzismo. Conosce Martin Luther King e ne diventa amico. Oggi, con la forza di chi ha vissuto in prima persona cosa vuol dire essere emarginato per la propria razza, ci racconta le sue emozioni per la straordinaria vittoria di Barak Obama.

Lo spazio di PolisBlog sarà come sempre a disposizione per commentare insieme gli eventi suddetti. Buona visione.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO