Italiani sulla "luna". E travolti dai debiti

A tenere banco, nel “Belpaese” sono i talk show. Ma c’è anche di peggio.

Una intervista della signora Veronica Lario (Berlusconi) fa il “punto” politico, come nei tempi andati una dichiarazione di De Gasperi, Togliatti, Nenni.

C’è uno scambio di mestieri. E di favori. I politici fanno i ballerini e i clown fanno audiences. E politica. Qualche burattinaio tira le fila.

Qual è il telegiornale che ha aperto con la notizia sull’indebitamento degli italiani?

I debiti delle famiglie italiane nel 2007 (anno non ancora toccato dalla crisi!) hanno raggiunto i 500 miliardi di euro. In media – lo dice uno studio della Camera di Commercio di Milano – ogni famiglia italiana si porta sul groppone 21 mila euro di debiti.

Debiti che crescono a ritmi quasi … algebrici.

Tra il 2006 e il 2007 i prestiti per il credito al consumo sono aumentati del 15% , da 81 a 93 miliardi di euro, quelli per i mutui per la casa del 10%, da 256 a 281 miliardi. Rispetto al 2001, ultimo anno della lira, i tassi di crescita sono addirittura più che raddoppiati: del + 153% per il credito al consumo e del + 123% per i mutui.

In dieci anni il credito al consumo cresce del 911% e i mutui del 378%. I mutui incidono sull’indebitamento per oltre la metà. Ma in dieci anni è quadruplicato il peso del credito al consumo: dal 5% del 1997 al 19% nel 2007.

Le proiezioni per il 2008 e per il 2009 fanno venire i brividi.

Berlusconi è ottimista. Il governo è impegnato a far piantare a Bossi la bandierina del federalismo fiscale. Il Pd è su Marte a lacerarsi se deve andare con i socialisti europei o … chiudere i battenti.

Gli italiani leggono le previsioni di Veronica Lario e, come guelfi e ghibellini, si dividono su Santoro o sul Grande fratello.

Va tutto bene, Madama la marchesa.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO