Vendola ufficializza la scissione e battezza a Chianciano Rifondazione per la sinistra

Sono sereno perché faccio ciò che sento sia giusto fare. Rifondazione è stata la mia casa e questo addio non è un partire indolore. Voglio augurare ogni successo al mio ex partito. E a noi, a quelli di noi che condivideranno la mia scelta, voglio dire che non dobbiamo sentirci avversari di Rifondazione.

Così Nichi Vendola, a Chianciano, ha concluso l'intervento con cui ha ufficializzato la fuoriuscita della sua componente, o meglio di quella parte che ha accettato la prospettiva della scissione, da Rifondazione comunista.

Da oggi, quindi, esiste un'altra Rifondazione, quella per la Sinistra, in sigla Rps. A parte la confusione che si creerà, dato che durante le discussioni al bar bisognerà spiegare di quale Rifondazione si sta parlando, la nascita del nuovo partito genera qualche aspettativa ma anche ulteriori problemi per la sinistra italiana. Le aspettative riguardano la possibilità, dopo decenni di lacerazioni, scissioni, faide e divorzi, di rilanciare l'idea di un soggetto unico a sinistra del Partito democratico, in grado di rappresentare quel 6 - 8 % di elettorato che non digerisce la linea politica veltroniana e magari preferirebbe non essere costretto a scegliere il non voto come unica alternativa. I problemi toccano invece l'anima stessa della sinistra: c'è da scommettere che i prossimi 6 mesi, o almeno fino all'election day di giugno, il dibattito tra le due rifondazioni, verdi, sinistri democratici e comunisti italiani sarà quasi nullo, con una prevalenza di accuse e recriminazioni. Probabilmente neppure la prospettiva di una soglia di sbarramento del 5% per entrare nel Parlamento europeo farà rinsavire i tanti piccoli leader che non hanno la minima intenzione di rinunciare al seppur minimo posto di comando o di potere.

La sfida che Vendola ha scelto di lanciare con Rifondazione per la sinistra è comunque importante, se non altro perché potrebbe portare a riaprire la discussione sul futuro della sinistra e su cosa vuole fare da grande, magari evitando di essere completamente annientata dalle tendenze bipolariste e soprattutto dalle proprie tendenze autodistruttive.

Staremo a vedere. E vi terremo informati...


  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO