Gli stage "low cost" al ministero dell'Economia: 7 euro al giorno


La spending review si muove per vie misteriose, verrebbe da dire. Se il Parlamento non riesce a tagliare i costi della politica, e l'accorpamento delle province sembra sempre più un'utopia, da qualche altra parte bisognerà risparmiare. Per esempio sui neolaureati. Il ministero dell'Economia ha infatti diramato un bando per 34 posti da stagisti al Tesoro, con tanto di rimborso spese. A quanto ammonta il rimborso spese? Leggendo il bando, veniamo a sapere che:

L’importo lordo è fissato sulla base delle presenze in ufficio, debitamente documentate, determinato in Euro 7,00 (sette) giornalieri

7 euro al giorno, meno di un euro l'ora, per uno stage full-time che prevede anche una selezione particolarmente dura, basata sui voti di laurea, la conoscenza delle lingue straniere con certificazione internazionale. E anche i compiti, da quanto emerge dal bando, saranno impegnativi: i selezionati dovranno partecipare all'elaborazione del budget, all'analisi dei costi, attività di rappresentanza e difesa del ministero nelle controversie di lavoro e monitoraggio delle entrate tributarie e analisi dell'andamento del gettito in relazione alle variabili macroeconomiche. Quindi, se non altro, si tratterà di un'esperienza formativa (si spera), ma resta il fatto che il mercato degli stage è fatto di lavoro poco formativo e quasi sempre gratis, e la pubblica amministrazione non fa eccezione.


E i 7 euro non sono neppure così sicuri, perché andando a leggere subito dopo, il bando specifica:

Le predette somme sono oneri passivi di natura eventuale e saranno erogate ai tirocinanti compatibilmente con le disponibilità nei relativi capitoli di bilancio e saranno subordinate alle attività istituzionali di formazione ritenute prevalenti rispetto all’erogazione di tali rimborsi spese.

In altre parole, non è neanche detto che questi 7 euro lordi finiscano effettivamente nelle tasche degli stagisti. E d'altronde in Italia il 50% degli stage è completamente gratuito, e un altro 30% prevede un rimborso spese che non arriva a 500 euro al mese, quando va bene. Tutto questo nonostante la riforma Fornero preveda un "congrua indennità" per gli stage, anche se questa formula vuol dire poco o niente, evidentemente per il Tesoro 7 euro sono una cifra congrua.

In Francia, ad esempio, la cifra minima per uno stage è prevista per legge: 400 euro al mese. E intanto la Cgil Sicilia ha lanciato una campagna di "mail bombing" contro questo e altri stage gratuiti o quasi, intitolata "Così choosy da non accettare l'elemosina", riprendendo ovviamente l'ormai celebre espressione del ministro Fornero. Ma nonostante questo, le richieste per lo stage al Tesoro sono, ovviamente, tantissime: c'è tempo fino al 7 dicembre per presentare domanda, e gli stage inizieranno a fine gennaio.

Foto Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO