Expo 2015, caos a Milano: Lega e M5S vogliono le dimissioni di Alfano

Alfano ringrazia le forze dell'ordine: "Hanno evitato il peggio".

Il giorno dopo l'inaugurazione di Expo 2015 rovinata dal corteo di facinorosi che hanno devastato il centro di Milano mettendo a ferro e fuoco vetrine e automobili, l'attenzione si sposta sulla polemica politica che ne scaturisce e al centro della discussione c'è il ministro dell'Interno Angelino Alfano.

Ormai abbiamo perso il conto del numero di volte che sono state chieste le sue dimissioni, ma anche questa volta in molti pensano che il leader di Ncd debba lasciare il Viminale. In particolare Lega e MoVimento 5 Stelle hanno annunciato che presenteranno delle mozioni di sfiducia, mentre Forza Italia per ora si è limitata a chiedere che Alfano riferisca in Parlamento sui fatti di Milano.

Per Alfano, invece, va tutto bene, perché le forze dell'ordine "hanno evitato il peggio", come ha scritto in più tweet:

Matteo Salvini, segretario della Lega, non ha usato mezzi termini per commentare quello che è accaduto ieri nella sua città e ha lanciato l'hashtag #alfanodimettiti, chiedendo anche (come sempre) le dimissioni di Renzi.

Sulla stessa lunghezza d'onda Beppe Grillo, che come hashtag preferisce #alfanoacasa

E anche Grillo oltre che con Alfano se la prende con tutto il governo Renzi

Il Premier Matteo Renzi non ha voluto rispondere direttamente alle domande sui tafferugli a Milano e ha lasciato che fosse una nota ufficiale di Palazzo Chigi a esprimere la posizione del governo. Eccola:

"Il volto autentico di Milano è quello, positivo nobile e bello, dell'apertura dell'Expo al mondo e al futuro. Il messaggio di lavoro, orgoglio e valori che viene da Expo non può essere e non sarà insultato dai violenti e da questi vigliacchi incappucciati.
Il volto autentico di Milano non è quello dei vandali che hanno impegnato le forze dell'ordine, cui va il ringraziamento del governo.
Il volto autentico sono i bambini che cantano l'inno e i milanesi che stanno già rimettendo ordine in città"

Ha voluto invece dire la sua ufficialmente il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha commentato:

"Violenza esecrabile in quanto rivolta contro un evento che ha come obiettivo la nutrizione del pianeta, la lotta alla fame e alla denutrizione e un ordine mondiale fondato su una maggiore equità tra i Paesi ricchi e quelli in via di sviluppo"

poi ha espresso la sua solidarietà alle forze dell'ordine e ai milanesi che sono state vittime di pesanti danneggiamenti.

Angelino Alfano dimissioni

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO