La Gabbia | Puntata 6 maggio 2015

La Gabbia: la puntata del 6 maggio 2015

00.29 Finisce la puntata.
00.19 In un servizio la protesta dei rom che chiedono la casa popolare, a Padova.
00.11 In onda un reportage sui prodotto low cost cinesi. Illegali in quanto contraffatti e pericolosi.
00.01 In onda un servizio sull'allarme Xylella in Puglia: gli ulivi millenari distrutti.
23.51 In onda la top five dei nervosetti. Al quinto posto il ministro Poletti, al quarto la Boschi. Terzo posto per i consiglieri comunali di Bari. Al secondo posto Davide Serra. Il primo posto è di Massimo D'Alema.
23.45 In un altro servizio si racconta con ironia il party di Expo alla Scala di Milano (con buffet niente male).
23.40 In un servizio si racconta che le escort grazie ad Expo lavorano di più. Una di loro punta a guadagnare 60 mila euro, il doppio del solito.

seis

23.29 In onda un servizio sulle "scandalose bollette dell'acqua".
23.28 Il prezzo del grano negli ultimi 20 anni è salito, quello del pane è sceso. Come mai? Perché il pane non è più fatto col grano.
23.18 In onda un servizio sul pane che arriva sulle nostre tavole. Nella farina finiscono particelle di metalli pesanti. E non esiste alcun controllo obbligatorio in questo senso.
23.08 E la pizza costa 10 euro.

pirx

23.06 Quanto costa mangiare a Expo? Tanto.

cxhx

23.05 Toscani: "Vorrei vedere quello che i giovani faranno per noi vecchi. Dovete buttarci fuori dalle palle. Non dovete ascoltare più la musica dei Beatles. Smettetela di consumare come consumate".
23.03 Spazio alle voci del pubblico in studio.
23.01 In studio alcuni sindaci che lamentano tagli al fondo di solidarietà per 200 mila euro.

sidnda

22.59 Fusaro: "Questa violenza è istituzionalizzata, e per questo è la più criminale".
22.53 Quindi la storia di un imprenditore che ha dimezzato il suo fatturato e lasciato a casa 12 dipendenti per colpa di uno scoperto in banca dopo i mancati pagamenti dei suoi clienti.
22.51 In un servizio si parla di banche: dei dirigenti rivendicano il diritto di pignorare una casa anche per un debito di 100 euro.

anrar

22.43 Rondolino: "Se un operaio rapina una banca e viene condannato non è che perde la pensione". Giordano cita l'avvocato che prende la pensione ogni mese dopo aver fatto il parlamentare per un solo giorno.
22.38 La nuova norma non prevede la reale cancellazione del vitalizio, ma solo la sospensione. Dopo la riabilitazione il condannato torna a incassarlo.
22.36 In un servizio ci si occupa dei vitalizi agli ex parlamentari condannati. Pomicino (che si becca oltre 5 mila euro al mese, pur essendo condannato) rifiuta di dare spiegazioni.
22.32 Toscani: "Il posto fisso è un problema secondario ormai. I giovani sono troppo miti e buoni. Non reagiscono veramente. Se io avessi 20 anni sarei veramente incaxxato. Sono stupidi quando contestano - perché non hanno fantasia. Ragazzi, incaxxatevi sul serio".
22.30 Un altro dato emblematico: "l'Iva recuperata sui piccoli imprenditori e sulle grande aziende sono uguali".
22.28 Il 90,61% dei controlli fiscali viene fatto nei confronti delle medie imprese.
22.26 Il ministro Padoan ha invitato a non fare ricorso contro le cartelle firmate da questi dirigenti 'fasulli' (sarebbero 800).
22.24 Peraltro il dirigente dell'Agenzia delle Entrate che ha firmato l'atto di pagamento del debito sarebbe illegale.
22.18 La storia di due ex piccoli imprenditori che hanno dovuto pagare per colpa di un truffatore.
22.08 In un servizio la contestazioni dei dipendenti di Poste contro l'A.d Caio. Sergio Marchionne resta il manager italiano più pagato.

caio

22.06 Botta e risposta tra Rondolino e Biancofiore sulla democrazia rappresentativa.
22.03 Rondolino: "L'euro ci sta tirando fuori dalla crisi, Draghi sta stampando monete. E voi continuate a parlare di euro. L'Italia non fa schifo come la raccontate voi". Per Giordano, invece, "l'euro è stato il sistema per far pagare la crisi ai più deboli".
22.02 Rondolino: "Il posto fisso non c'è più, bisogna dire la verità. La schiavitù non c'è più, le parole sono importanti".
22.00 Giordano: "C'è una violenza quotidiana contro i giovani, ma non capisco come si possano condividere le violenze di chi ha spaccato le vetrine".
21.59 Fusaro: "I precari subiscono quotidianamente una violenta lenta e invisibile. Ma è una violenza ancora più devastante rispetto a quella di Milano. I precari sono schiavi, non possono organizzare la loro esistenza".

fusaro

21.53 Ascoltiamo le storie di alcuni precari, che per campare fanno più lavori.
21.45 In un servizio si parla di precari e di disoccupazione. 655 mila sono i senza lavoro under 25.
21.45 Biancofiore contro Toscani: "Lei è un modello diseducativo, è un maleducato che insulta una donna che non conosce".
21.44 Toscani lamenta lo scarso spazio concesso ai giovani che vogliono dimostrare energia.
21.41 Toscani interrotto da Biancofiore si innervosisce: "Quando parla la Biancofiore non la interrompo perché voglio sentire tutte le sue stupidaggini". La replica: "Complimenti, lei è un modello per i giovani". Toscani: "Lei è stata 20 anni al Potere". Lei: "È male informata".

toscani biancofiore

21.40 Biancofiore: "Ci vorrebbero tante mamme di Baltimora contro questi fancazzisti".
21.38 Giordano ricorda che la Rolex non ha avuto da ridire quando l'azienda è stata tirata in ballo per il caso del figlio dell'ex ministro Lupi.
21.35 Toscani sulla lettera della Rolex: "Hanno volontariamente o involontariamente fatto pubblicità alla marca".

rolez cs

21.34 Fusaro: "Violenza è anche l'austerità".
21.33 Rondolino: "La coesistenza prevede che ciascuno possa dire ciò che vuole e che ciascuno non infranga le regole".
21.32 Giordano: "È stata una devastazione scientifica e organizzata di Milano, che non aiuta chi protesta con argomenti ragionevoli".
21.30 Presentazione ospiti.
21.25 Gaviscon sugli occhi per evitare che brucino a contatto con i lacrimogeni lanciati.

rrsrsrsrs

21.21 In onda il reportage esclusivo: un black bloc, presente al corteo di Milano, spiega il perché delle violenze: "Con L'Expo si sono arricchite le solite persone: politici e imprenditori. In alcuni casi agire con violenza serve a qualcosa. La gente è stufa. Non c'è democrazia. Votare a cosa serve?".

mieic

21.14 Paragone annuncia temi e ospiti della puntata, poi lancia la pubblicità.
21.10 Il titolo della puntata è Altre violenze.
20.35 Tra gli ospiti della puntata di stasera i giornalisti Mario Giordano e Fabrizio Rondolino, il filosofo Diego Fusaro, il fotografo Oliviero Toscani e la parlamentare di Forza Italia Michaela Biancofiore.

lagabbia

La Gabbia torna in onda questa sera su La7 alle ore 21.10 con la conduzione di Gianluigi Paragone. Il programma va in onda in diretta dagli studi di Milano. Su Blogo il liveblogging.

La Gabbia: anticipazioni e ospiti puntata stasera 6 maggio 2015

La Gabbia torna in onda stasera. Tra i temi in primo piano l'Expo e l'Italicum. Ma anche l'Agenzia delle Entrate, il lavoro e le imprese. Al momento non sono stati comunicati i nomi degli ospiti che animeranno il dibattito.

Non mancherà la Skassakasta, la rock band con la quale il conduttore chiuderà la puntata. Nel corso della diretta previsto lo sketch dell'attore Paolo Hendel.

La Gabbia: come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate de La Gabbia, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il consueto liveblogging.

La Gabbia: second screen

La Gabbia ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter @LaGabbiaTw

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO