Egitto - Morsi assediato dai manifestanti (VIDEO)











   





Mubarak è caduto da un anno e mezzo ormai. Ma il popolo egiziano è di nuovo in piazza Tahrir per manifestare contro il primo presidente eletto democraticamente dopo 40 anni di regime, Mohammed Morsi. Ieri oltre 100mila manifestanti hanno assediato il palazzo presidenziale in una manifestazione di massa che ha ricordato da vicino quelle che il paese ha vissuto appena prima della cacciata del 'Faraone'. E Morsi è stato costretto dall'assedio - guidato dalle opposizioni liberali e laiche - ad abbandonare l'edificio.

Una manifestazione iniziata pacificamente, ma presto degenerata in scontri, quando i manifestanti hanno strappato il filo spinato e oltrepassato le barricate. La pressione della folla che cercava di avvicinarsi al palazzo presidenziale ha convinto la polizia a lanciare i gas lacrimogeni. Le forze dell'ordine dopo un po' si sono ritirate e la stessa cosa ha fatto Morsi, costretto a lasciare la sua residenza per evitare che i manifestanti entrassero effettivamente a Palazzo. Il bilancio della notte è di 18 feriti. Oltre alle opposizioni politiche, tra i manifestanti si trovavano numerosi giornalisti, che in questi giorni stanno scioperando contro la nuova costituzione che sarà votata con un referendum il 15 dicembre. "La nuova Carta non protegge la libertà di stampa e non protegge i reporter dal carcere in casi relativi alla libertà di espressione".

Ed è proprio la nuova costituzione il punto della questione: scritta dalla sola maggioranza islamista, la nuova Carta non ha cancellato la norma che prevede che la legge egiziana segua i "principi della sharia" ed è stata boicottata dalle opposizioni liberali, laiche e cristiane. Il timore è che questa nuova Carta metta in pericolo i diritti democratici, delle donne e delle minoranze. Non solo: a esasperare il popolo sono stati anche i nuovi poteri "da imperatore" che Morsi si è dato con un decreto presidenziale in attesa che la nuova costituzione venga approvata dalla consultazione popolare.

La situazione non si sta pacificando nella giornata di oggi: centinaia di manifestanti si trovano ancora davanti al Palazzo presidenziale in un sit-in senza interruzione proprio per convincere Morsi a cancellare il decreto presidenziale e a bloccare la nuova costituzione.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO