Elezioni Mantova 2015, risultati: Mattia Palazzi nuovo sindaco

Tutto sulle elezioni 2015 a Mantova

lunedì 15 giugno, ore 9.00 -Mattia Palazzi è il nuovo sindaco di Mantova. L'esito del ballottaggio di domenica 14 giugno ha visto trionfare il candidato di centrosinistra con il 62,56% di voti, contro il 37,44% di Paola Bulbarelli.

Per il secondo turno delle elezioni amministrative per l'elezione del sindaco di Mantova sono andati a votare il 43,41% dei mantovani, ovvero 16.422 cittadini.

La proclamazione del neosindaco Mattia Palazzi, 37 anni, iscritto al Pd, si svolgerà nel pomeriggio di lunedì 15 giugno presso la sala Consiliare del Comune di Mantova.

lunedì 1° giugno, 12.35 - Il dato finale dello scrutinio conferma il ballotaggio: Mattia Palazzi si ferma al 46,58%, Paola Bulbarelli arriva al 26,44%. I due candidati si sfideranno tra due settimane.

1° giugno 2015, ore 10.13 - Per conoscere il nome del nuovo sindaco di Mantova occorrerà attendere altre due settimane. L’affluenza nella città lombarda è stata del 55,13%, ben al di sotto del 67,98% del 2010. Attualmente sono state scrutinate 37 sezioni su 46 e Mattia Palazzi, il candidato del centrosinistra e favorito numero uno, si trova attualmente al 46,61%, un largo consenso che non gli consente, però, di vincere al primo turno. Sarà la candidata del centrodestra Paola Bulbarelli a sfidarlo grazie al 26,50% dei voti ottenuti in questo primo turno che vede staccatissimi gli altri candidati: Michele Annaloro (7,65%), Alberto Grandi (4,51%), Luca De Marchi (4,13%), Arnaldo De Pietri (2,85%), Maurizio Esposito (2,32%), Cesare Azzetti (1,58%), Mohamed Tabi (1,53%), Andrea Gardini (1,07%), Sergio Ciliegi (1,04%) e Gilberto Sogliani (0,22%).

20 maggio 2015 - A Mantova sono ben 12 i candidati alla poltrona di sindaco, con 18 liste che li sostengono, mentre all’ultimo momento si sono tirati indietro Claudio Vivona (Fronte nazionale famiglie) e Stefano Gavioli del partito comunista, che venivano dati in corsa fino a pochi giorni fa. Anche Luca De Marchi, espulso dalla Lega Nord e candidato con una propria lista, è stato escluso per un vizio di forma, ma ha fatto ricorso al Tar per provare a rientrare in gioco.

Elezioni comunali Mantova 2015, i candidati


Mattia Palazzi

è l’uomo del Partito Democratico, 37 anni, operatore sociale ed ex presidente provinciale dell'Arci, appoggiato da Pd, Sel, Popolari per Mantova e civica Palazzi 2015.

Paola Bulbarelli, giornalista, 57 anni, ex assessore regionale alla casa ed ex coordinatrice cittadina di Forza Italia, supportata da Forza Italia, Lega nord, Fratelli d'Italia e dalla civica Bulbarelli è Mantova.

Sono loro i due favoriti. A sfidarli una decina di altri candidati: Michele Annaloro è l’uomo del Movimento Cinque Stelle, Cesare Azzetti del raggruppamento La sinistra per l’Altra Mantova con Rifondazione comunista.

Gli altri candidati nelle liste civiche sono Mohamed Tabi (Immagina Mantova), Gilberto Sogliani (cattolici moderati), Arnaldo De Pietri (civici con De Pietri per Mantova), Sergio Ciliegi (Forum Mantova), Andrea Gardini (46cento), Maurizio Esposito (Adesso Mantova), Alberto Grandi (Comunità e territori).

Elezioni comunali Mantova 2015, come si vota


Nei comuni con più di 15mila abitanti il cittadino può effettuare il voto disgiunto, tracciando contestualmente un segno sul nome di un candidato sindaco non collegato alla lista votata, ed è previsto il ballottaggio nel caso in cui nessuno superi il 50 per cento più uno.

Nei comuni con più di 15 mila abitanti si vota sempre con una sola scheda, sulla quale saranno già riportati i nominativi dei candidati alla carica di Sindaco e, a fianco di ciascuno, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano.

Il cittadino può:
1 – tracciare una croce sul simbolo di una lista, assegnando in tal modo la propria preferenza alla lista contrassegnata e al candidato sindaco da quest'ultima appoggiato;
2 - tracciare un segno sul simbolo di una lista, eventualmente indicando anche la preferenza per uno dei candidati alla carica di consigliere appartenenti alla stessa lista, e tracciando contestualmente un segno sul nome di un candidato sindaco non collegato alla lista votata: così facendo mette in atto il cosiddetto "voto disgiunto";
3 - tracciare un segno solo sul nome del sindaco, votando così solo per il candidato Sindaco e non per la lista o le liste a quest'ultimo collegate. È eletto sindaco il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50 per cento più uno). In caso contrario si va al ballottaggio e si tornerà dunque a votare la seconda domenica successiva al primo turno.

In questa pagina seguiremo in diretta tutto sulle elezioni amministrative 2015 a Mantova, con lo spoglio dei risultati in diretta e tutte le notizie in arrivo dal comune lombardo.

elezioni mantova 2015

Foto | Google Street View

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO