Virus - Il contagio delle idee | Puntata 21 maggio 2015

Virus | La puntata del 21 maggio 2015.

  • 23:58

    La puntata di stasera termina qui.

  • 23:48

    Nicola Porro intervista l'allenatore Marcello Lippi: "Il caso Belloli? Quando si parla tanto, si dice sempre qualche sciocchezza. Tornare in Nazionale dopo aver vinto una Coppa del Mondo è stato un errore. Come ha fatto Renzi, tutti dicono quello che non va nel calcio ma nessuno dice quello che si dovrebbe fare".

  • 23:26

    Inizia la lezione d'arte di Vittorio Sgarbi.

  • 23:24

    Fassino: "Ci stiamo battendo per avere certezze finanziare per continuare a garantire servizi senza gravare sui cittadini. Ai comuni, più di tanto, non si può chiedere".

  • 23:18

    Belpietro: "Si tappano i buchi creati dai tagli, facendo nuove tasse". Lezzi: "E' vero che ci sono i tagli ma è vero che il governo lascia mani libere alle amministrazioni di far impennare le tasse. I 12 miliardi spesi per gli 80 euro sono stati spesi malissimo. La spending review è necessaria".

  • 23:13

    Va in onda un servizio dedicato alle tasse sulla casa. In studio, c'è il sindaco di Sogliano, Quintino Sabatini: "Nel nostro paese, l'Imu non si paga. Cìò è possibile grazie alla gestione dei rifiuti con una cooperativa. Una casa viene acquistata con i risparmi di una vita. Non si possono tartassare i proprietari di case. Applicare tutto ciò nelle grandi città è difficile".

  • 22:56

    Fassino: "Non si governa con i comizi. Io da sindaco mi assumo responsabilità tutti i giorni. Non sono affetto da buonismo. Serve un atteggiamento razionale". Belpietro: "L'immigrato che non sa che cosa fare in Italia va rimandato nel suo paese. Fassino dice di ridistribuirli ma nessuno poi li gestirebbe davvero. Il multiculturalismo ha provocato solo disagi".

  • 22:50

    Fassino: "Serve capacità di gestione. Bisogna governare il fenomeno. Si dice spesso "Rimandiamoli a casa" ma concretamente non è possibile farlo". Lezzi: "I cittadini hanno bisogno di risposte. Questo è buonismo. Si deve andare in Europa e dire che non possiamo più gestire la situazione".

  • 22:46

    Lezzi: "I cittadini chiedono trasparenza. Noi abbiamo chiesto la revisione degli appalti alle cooperative che si occupano di immigrati. I cittadini hanno diritto alla sicurezza. Se si aiutano prima gli ospiti, non ci sarà integrazione". Caruso: "Badolato, un paese calabrese, è ritornata a vivere grazie agli immigrati. Bisogna investire su questo e non spedire gli immigrati in periferie già piene".

  • 22:37

    Va in onda un servizio dedicato agli immigrati a Padova. In collegamento da Padova, c'è Francesca Parisella. Fassino: "In questi anni, in Europa, si sono ridotte le politiche di sostegno ai paesi da dove vengono gli immigrati".

  • 22:24

    Lezzi: "L'Italia non ha le risorse per i profughi. Ci sono troppi italiani al di sotto della soglia di povertà. Non possiamo permettercelo". Fassino: "A Torino, abbiamo accolto questi profughi e li abbiamo collocati. Vivono da noi. Ma è evidente che c'è un'emergenza".

  • 22:18

    Fassino: "E' un problema complesso da gestire". In collegamento, c'è Francesco Caruso: "Non credo che queste persone siano razzisti. Spesso, però, vengono create paure ad arte. Ai cittadini delle periferie, vanno date risposte sociali altrimenti si creano guerre tra poveri".

  • 22:12

    Fassino: "Questa strada è stata più volte tentata e non ha trovato il consenso degli altri paesi". Belpietro: "Coinvolgete l'Europa e trovate una soluzione". In collegamento, la giornalista Stefania Bonavina si trova a Casale San Nicola, quartiere di Roma che accoglierà 3000 profughi. I cittadini protestano contro questa decisione.

  • 22:09

    Fassino: "Io ero favorevole alla proposta delle impronte. E' evidente che dobbiamo contrastare la clandestinità. Non dobbiamo mischiare l'immigrazione regolare con quella irregolare". Belpietro: "Come ha detto la Lezzi, servono i campi nei loro paesi. Basta fare un accordo con un paese africano".

  • 22:06

    Belpietro: "La proposta del movimento è condivisibile. Queste idee, però, arrivano con 20 anni di ritardo. Boso della Lega fece la proposta delle impronte e fu accusato di razzismo. Ma era la cosa più ovvia. La sinistra ha fatto praticamente degli inviti. Ha accolto tutti". Fassino: "Non è così. Questa è demagogia".

  • 22:03

    Fassino: "I cittadini devono sentirsi sicuri. Quando una società ha paura, è una società che accetta tutto". Lezzi: "Noi ci dobbiamo tenere tutti questi migranti anche per colpa del trattato di Dublino del 2003. Noi abbiamo proposto di fare dei campi lì dove partono".

  • 22:01

    Va in onda un servizio dedicato ai controlli dei migranti. Fassino: "Non si può accettare che una persona che sbarca nel nostro paese non fornisca le proprie generalità". Lezzi: "Alfano deve mettere personale adatto a prendere le impronte digitali".

  • 21:53

    Lezzi: "Per arrivare all'integrazione, serve un percorso. Per questo percorso, serve difesa del territorio". In studio, c'è una superstite dell'attentato al museo di Bardo, Sonia Reddi: "Ho paura. Non so più di chi fidarmi. Non rispettano la nostra religione. Io sono stata praticamente in guerra".

  • 21:39

    Porro elenca i punti oscuri nella vicenda Abdel Maijd Touil. In collegamento, c'è Belpietro: "Non c'è controllo sull'immigrazione. In alcuni paesi, se qualcuno arriva in cerca di lavoro, lo mandano subito indietro. Non tutti sono profughi che hanno diritto all'asilo politico. Gli altri ce li siamo tenuti e non si sa dove sono".

  • 21:35

    In studio ci sono Fassino e la Lezzi. Lezzi: "La situazione sull'immigrazione è frutto della superficialità e del buonismo della sinistra. Gli italiani vivono disagi enormi. Vanno aiutati gli italiani in difficoltà per evitare il conflitto sociale". Fassino: "Torino ha un livello di integrazione molto alto. Gli stranieri regolari vivono nella nostra comunità. Ci sono sei milioni di stranieri regolari che sono parte della nostra società. Sarebbe sciocco vederli come potenziali terroristi. Servono, però, misure di prevenzione".

  • 21:30

    L'editoriale di Nicola Porro: "Gran parte della Siria è in mano al Califfato. Lì stanno vincendo la guerra. La posizione del giovane marocchino è ancora da chiarire. Sottovalutare il problema è sbagliato. Guardiamo in faccia la realtà. Le nostre città rischiano. Ciò non vuol dire essere razzisti. C'è una guerra in corso".

  • 21:25

    Inizio trasmissione. La puntata di stasera inizia con un servizio dedicato all'attentato a Tunisi e a Abdel Maijd Touil.

Virus - Il contagio delle idee | Puntata 21 maggio 2015 | In diretta dalle ore 21:10

virus 16 4 15 7

Virus - Il contagio delle idee è un programma d'approfondimento giornalistico, in onda su Rai 2 ogni giovedì a partire dalle ore 21:10, condotto dal giornalista Nicola Porro.

Il programma, oltre ai consueti dibattiti con gli ospiti in studio e in collegamento, è composto dalle consuete rubriche: il Fact-Checking di Pagella Politica, la Social Room con Greta Mauro, la lezione d'arte con Vittorio Sgarbi e la classica intervista di Nicola Porro in chiusura di puntata.

Virus | Rai 2 | Anticipazioni puntata 21 maggio 2015


I temi della puntata di questa sera saranno i seguenti: i terroristi nel nostro paese e le case in mano al fisco; il problema della sicurezza legata all’immigrazione e un’estate di scadenze fiscali in arrivo per i contribuenti, con tasse sulla casa come l'Imu e la Tasi.

Gli ospiti che parleranno di questi argomenti saranno il sindaco di Torino e presidente dell’Anci, Piero Fassino, Barbara Lezzi del Movimento 5 Stelle e Maurizio Belpietro, direttore del quotidiano Libero.

In chiusura di puntata, Nicola Porro intervisterà l'allenatore Marcello Lippi.

Virus | Rai 2 | Dove vederlo


Virus - Il contagio delle idee va in onda questa sera su Rai 2 a partire dalle ore 21:10.

In streaming, il programma è visibile sul sito Rai.tv.

La puntata intera sarà disponibile il giorno dopo sempre sul sito Rai.tv, nella sezione Rai Replay.

Il programma andrà in onda anche su Periscope.

Virus | Rai 2 | Second Screen


Il programma di Nicola Porro ha un sito ufficiale.

Virus - Il contagio delle idee è presente anche su Facebook con una pagina ufficiale

La trasmissione ha anche un account ufficiale su Twitter.

Durante la messa in onda del programma, sarà possibile esprimersi a favore di uno dei due ospiti in studio attraverso gli hashtag che verranno comunicati in puntata.

Per il liveblogging, invece, il consueto appuntamento è su Polisblog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:10.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO