Elezioni Faenza 2015, ballottaggio: Giovanni Malpezzi confermato sindaco

Tutto sulle elezioni 2015 a Faenza

Elezioni Faenza 2015, candidati, diretta, risultati

15 giugno, 00.50 - A Faenza scrutinio concluso: il sindaco è Giovanni Malpezzi con 51,86% dei voti, per lui la conferma e il secondo mandato. Per Padovani della Lega Nord il 48,14.

14 giugno, 23.50 - Lo scrutinio del ballottaggio, con 20 sezioni su 57 Malpezzi è al 52%, Padovani al 48%.

Faenza, risultati 1° turno


1° Giugno 2015

- A Faenza, il candidato del Partito Democratico, Italia dei Valori e delle civiche, Insieme per Cambiare e La Tua Faenza, non ce l'ha fatta al primo turno. Giovanni Malpezzi ha ottenuto il 45,01% dei voti contro il 20,34% del candidato della Lega Nord, Gabriele Padovani.

Nel comune romagnolo, l'affluenza è in netto ribasso: solo il 58,95% degli elettori si è recato alle urne (nel 2010, andarono a votare il 76,47% dei cittadini).

Nell'election day del 31 maggio torna alle urne per il rinnovo del consiglio comunale anche la città di Faenza, roccaforte del centrosinistra che la governa da 40 anni quasi ininterrotti. 58.000 abitanti per una superficie di 216 kmq, in provincia di Ravenna, Faenza è celebre soprattutto per la produzione di ceramica.

I faentini tornano a votare per la scadenza naturale del primo mandato del sindaco Giovanni Malpezzi, che nel 2010 ha vinto le elezioni al primo turno con oltre il 54% dei consensi, superando per distacco il candidato di centrodestra. 48 anni, laureato in Giurisprudenza, è stato dirigente presso la BCC di Faenza ma già a 18 anni viene eletto consigliere comunale nelle fila della DC e da lì comincia la sua attività nell'amministrazione della città, culminata cinque anni fa con la candidatura e la vittoria.

Nelle elezioni del 31 maggio, con possibile ballottaggio il 14 giugno nel caso nessuno dei candidati raggiunga il 50% più uno di voti, Malpezzi se la vedrà con otto sfidanti, per un totale di 13 liste.

Favorito è ovviamente Giovanni Malpezzi, sindaco dal 2010, che si presenta a capo di una coalizione formata da Pd, Insieme per cambiare, Italia dei valori, La tua Faenza. L'Italia dei Valori in un primo momento aveva deciso di presentare un proprio candidato, ma in extremis ha appoggiato Malpezzi.

Il centrodestra si presenta in ordine sparso, come già cinque anni fa. Il candidato più accreditato è Gabriele Padovani, già consigliere comunale, che ha incentrato la campagna elettorale sui temi della sicurezza. È appoggiato da Lega Nord e Padovani Sindaco.

Tiziano Cericola è invece sostenuto dalla Lista Rinnovare Faenza, che include Forza Italia, Psi, Fratelli d'Italia e Popolari per l'Italia.

Presenti anche le ali estreme dello schieramento politico: Forza Nuova corre da sola appoggiando Mirco Santarelli, mentre lo schieramento di sinistra è rappresentato da Edward Jan Necki, candidato per l'Altra Faenza.

Massimo Bosi è invece il candidato del Movimento 5 Stelle.

Gli altri candidati in corsa sono Alessio Grillini, con la lista Io Faentino, Claudia Berdondini, appoggiata dalla lista Per riavere Faenza, e Emanuele Visani, Comitato Faventia.

Per le elezioni amministrative a Faenza si vota domenica 31 maggio, dalle 7 alle 21. Si vota, come in tutti i Comuni con più di 15.000 abitanti, con una sola scheda, sulla quale saranno già riportati i nominativi dei candidati alla carica di Sindaco e, a fianco di ciascuno, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano. Si può votare solo una lista (in quel caso il voto si estende al candidato sostenuto), si può votare una lista e un candidato appoggiato da un'altra lista (voto disgiunto), oppure votare solo il candidato (in quel caso il voto NON si estende alla lista).

Su questa pagina noi di Blogo vi daremo aggiornamenti in diretta sui risultati.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO