Israele, la viceministra degli esteri ai diplomatici: "Questa terra è nostra"

Il viceministro Tzipi Hotovely ha citato la Torah per rivendicare la legittimità degli insediamenti in Cisgiordania. Perplessi i diplomatici israeliani.

Sono destinate a far discutere le parole del nuovo vice ministro degli Esteri israeliano, la 36enne Tzipi Hotovely, pronunciate ieri nel corso di un discorso ai diplomatici del paese all'estero. La donna fa parte del Likud, il partito di Netanyahu (che è anche ministri degli Esteri) al governo con una maggioranza molto risicata, ed è famosa per le sue visioni abbastanza radicali. Ieri ha ribadito di essere a favore del riconoscimento internazionali degli insediamenti in Cisgiordania con delle parole che hanno fatto storcere il naso a molti presenti.

È arrivato il momento di far sapere al mondo che abbiamo ragione e non siamo semplicemente intelligenti. È importante dire che questa terra è tutta nostra. Non siamo venuti qui per chiedere scusa.

La Hotovely è un'ebrea ortodossa e fa parte di una schiera di giovani politici del Likud, vicini a Netanyahu, molto estremisti, a favore della costruzione di insediamenti in Cisgiordania e contrari alla restituzione delle terre ai palestinesi. A sostegno delle sue teorie ha citato anche Rashi, un famoso commentatore della Bibbia dell'undicesimo secolo. Hotovely ha spiegato che secondo Rashi è stato Dio in persona ad offrire quella terra agli ebrei e che quindi gli spetta di dritto. Un diplomatico ha commentato con scetticismo il discorso del viceministro, come ha spiegando, scegliendo di restare anonimo, al quotidiano Haaretz: "È la prima volta che ci viene chiesto di usare i versi della Torah per la diplomazia all'estero".

Parlano con i giornalisti ha poi in qualche modo moderato i toni, spiegando che nonostante le sue visioni politiche personali, sarà al fianco del primo ministro a favore del dialogo per la soluzione dei "due stati" pubblicamente appoggiata da Netanyahu. Ma mercoledì in un incontro con il capo della diplomazia europea Federica Mogherini aveva accusato i palestinesi di aver abbandonato i dialoghi di pace un anno fa e aveva chiesto il supporto dell'Europa nei confronti del riconoscimento di Israele come uno stato ebraico da parte dell'autorità palestinese.

ISRAEL-EU-DIPLOMACY

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO