Il governo truffaldino, la sinistra in coma. L'Italia vista da Dario Fo


Gli italiani sono ormai senza più prospettive di futuro, pronti a essere inghiottiti da una crisi devastante tra sghignazzi e battutacce di governanti truffaldini. Rispetto a Berlusconi e la sua banda Bassotti, Fanfani e Moro erano dei giganti. Sarei pronto a un cambio di figurine persino con Andreotti... Ma la cosa più terribile è che allora sapevi almeno con chi prendertela. Conoscevi i bersagli e sapevi con chi stare. Adesso invece...

Il premio Nobel Dario Fo, che si prepara a portare in piazza, per il Carnevale di Venezia, una nuova versione del suo Misero Buffo, spara a zero sulla politica italiana e, dalle pagine del Corriere della Sera, tratteggia un quadro disarmante ma piuttosto realistico della situazione...

La delusione più forte, per Fo, arriva da una sinistra in cui ti senti circondato, dove non ci sono più quelli che la pensano in modo diverso. La sinistra ormai è in coma irreversibile. Staccare la spina sarebbe un atto umanitario. L'unica attività di cui sembra ancora capace è quella di dividersi. All'infinito, come atomi squinternati che sbattono l'uno contro l'altro, che cercano di fagocitarsi a vicenda. Non c'è anima viva che voglia dire qualcosa di sinistra. Se per caso qualcuno ci prova, subito viene attaccato. E proprio dai "compagni". Vedi D'Alema, che sulle stragi a Gaza ha detto cose sacrosante. Subito bacchettato sulle dita da quelli del suo stesso partito. Zitto, non si critica Israele. Mai, neanche di fronte a cadaveri dei bambini. Il Pd e la parte molle della sinistra non fanno che ripetere in modo sciocco le stesse cose della destra.

Anche Dario Fo prende spunto dalle elezioni presidenziali americane per rimarcare la differenza con l'Italia, dove un Barack Obama non esiste e probabilmente non esisterà mai: Pagherei per vedere arrivare uno come lui. Ma meglio di no. Litigiosi e autodistruttivi come siamo saremmo in grado di affondare anche loro. Certo qui è tutt'altra musica. Da noi si continua a sostenere petrolio e petrolieri, a proteggere la finanza allegra, a fare squallido cabaret sulla violenza alle donne. Persino il Papa ci si è messo. Pronto a scomunicare tutti. Tranne i vescovi che parlano in latinorum e negano l'Olocausto.

Ancora una volta Dario Fo dimostra una lucidità di analisi molto superiore a quella di buona parte dei "leader" politici del Belpaese...

  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO