Elezioni Regionali 2015: fotografa il voto, denunciato dalla polizia

La foto con lo smartphone gli è costata cara.

Elezioni 2015 - Regionali

Evidentemente è il caso di ripeterlo ancora una volta: fotografare il voto è vietato. Certo, essere beccati - a meno che non si pubblichi la foto sui social network come in tanti fanno - è difficile, ma a volte succede. È il caso di quanto è avvenuto a Napoli, dove un uomo di 55 anni ha fotografato il voto con il telefono cellulare.

La Polizia di Stato l'ha però sorpreso e denunciato. Il tutto è avvenuto in un istituto comprensivo di piazza Neghelli, nel quartiere Bagnoli.

L'uomo dopo aver espresso la preferenza, ha immortalato il voto con il suo cellulare. Le forze dell'ordine presenti nel seggio se ne sono accorte, lo hanno individuato e bloccato.

Sul posto si sono recati gli agenti del commissariato San Paolo di Fuorigrotta che lo hanno identificato e denunciato. Ma perché è così grave fotografare il voto? Semplicemente perché fotografare il proprio voto di preferenza fa venire il forte sospetto che si sia in presenza di un caso di voto di scambio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO