Luca Zaia, chi è il vincitore delle elezioni Veneto 2015

Luca Zaia si riconferma governatore del Veneto ottenendo la maggioranza assoluta dei voti

Per una manciata di voti Luca Zaia ha ottenuto la maggioranza assoluta riconfermandosi governatore del Veneto. Il candidato del centrodestra ha ottenuto il 50,09% dei voti, una maggioranza assoluta sul filo di lana, ma, comunque, un successo schiacciante nei confronti di Alessandra Moretti che si è fermata al 22,74%. Il Veneto resta roccaforte leghista e Zaia ha schiacciato anche il transfuga Flavio Tosi che, correndo con una propria lista e con il sostegno di Ncd e Udc ha raccolto poco più di un quinto dei suoi voti (11,80%) finendo addirittura quarto e al di sotto di Jacopo Berti, candidato del centro destra.
Il verdetto di quest’oggi non è una sorpresa perché Luca Zaia, ma la riconferma di un politico che nel 2010 aveva deciso di lasciare l’incarico di ministro delle politiche agricole alimentari e forestali per correre per la poltrona di governatore della sua regione.

Nato a Conegliano veneto nel 1968, subito dopo la la laurea in scienze della produzione animale alla facoltà di medicina veterinaria ha iniziato la carriera politica diventando, nel 1993, consigliere comunale di Godega di Sant’Urbano nelle liste della Lega Nord-Liga Veneta. La sua carriera politica “decolla” nel 1998 quando viene eletto presidente della provincia di Treviso, incarico che riveste fino al 2005; dal 2005 al 2008 è vicepresidente della giunta regionale veneta con deleghe al turismo, all’agricoltura, allo sviluppo montano e all’identità veneta.

L’8 maggio 2008, giorno dell’insediamento del quarto governo Berlusconi, diventa ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Nei 23 mesi da ministro, Zaia si batte per l’esportazione del Brunello di Montalcino negli Stati Uniti e nel 2009 presiede a Castelbrando di Cison di Valmarino il primo G8 agricolo.

Il 29 marzo 2010 Zaia ottiene oltre il 60% dei consensi diventando governatore della Regione Veneto. In questi cinque anni di governo è stato spesso considerato dai sondaggi demoscopici uno dei presidenti di regione più graditi d’Italia. Durante il suo governatorato ha preso posizioni molto forti sia contro l’utilizzo della pillola abortiva RU486 e sia contro gli organismi geneticamente modificati. Nel marzo 2014 si è dichiarato a favore del plebiscito digitale che chiedeva ai veneti di esprimersi sulla secessione dallo Stato Italiano.


Il 1° aprile ha ufficializzato la sua ricandidatura e oggi, due mesi dopo è arrivato il secondo mandato che si concluderà nel 2020.

Lega Nord elezioni 2015

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO