Primarie del centrodestra nel 2016: Salvini contro Berlusconi?

Salvini vuole prendere la leadership dando per scontate le primarie del centrodestra. Berlusconi gioca le ultime carte per scongiurare la resa.

Dopo anni di annunci e rinvii, potrebbe essere la volta buona: le primarie saranno inaugurate anche nel centrodestra. La svolta, storica, sembra ormai quasi inevitabile, stante il fatto che l'unico partito che - attraverso il suo leader - si è sempre messo di traverso per impedirle (Forza Italia e Silvio Berlusconi) si ritrovano forza secondaria dietro la Lega Nord di Matteo Salvini; che invece le primarie le vuole con forza per incoronare la leadership del suo segretario con una bagno di folla e di popolo.

Aspetto non secondario è il fatto che anche tutti gli altri partiti che potrebbero far parte del centrodestra futuro sono a favore delle primarie: Alfano aveva provato a indirle nell'allora Pdl, la Meloni ne aveva fatto una battaglia personale e pure Fitto con il suo nuovo partito non sembra avere nessuna ragione per tirarsi indietro, tanto più che lui è "mr preferenze", in grado di raccogliere centinaia di migliaia di voti nella sua roccaforte pugliese.

Ma quali sono i tempi? Quasi impossibile a dirsi, visto che non c'è nessuna idea su quale sarà la data del prossimo voto politico, se sarà il 2016 (probabile) o se invece Renzi riuscirà a tenere duro fino al 2018 (questa, almeno a parole, è la sua intenzione, ma una volta approvata la riforma del Senato potrebbe precipitare tutto). E quindi, per il momento, si resta in attesa. Con la Lega Nord che fa trapelare anche l'intenzione di correre da sola (ma è solo tattica, perché significherebbe sconfitta sicura) e Forza Italia che si trova nell'angolo, non abituata a trattare da una posizione di debolezza.

E così, per uscire dall'angolo, al suo solito, Berlusconi ribalta al tavolo. Facendo sapere - almeno stando a quanto riporta Repubblica - che "se davvero si faranno le primarie potrei correre contro Salvini, e allora vediamo chi davvero uscirebbe vincitore". Il Cavaliere impegnato a primarie per le prossime politiche nonostante l'incandidabilità che ancora pende sulla sua testa? Sembra fantapolitica, ma molto dipende da come si metteranno le cose nel prossimo futuro. Berlusconi, d'altronde, è ancora convinto di essere un grande catalizzatore di voti, andare allo scontro con Salvini nelle prossime e possibili primarie del centrodestra potrebbe essere un bel bagno di realtà.

primarie centrodestra salvini berlusconi

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO