Vladimir Putin: "Le sanzioni Ue danneggiano anche le aziende italiane"

Il Presidente russo dopo la visita all'Expo incontrerà Papa Francesco

ore 14.40 Matteo Renzi ha accolto Vladimir Putin all’Expo e il presidente russo non ha mancato di sottolineare l’impatto che le sanzioni imposte dall’Ue hanno avuto sia su Mosca, sia sulle aziende italiane impegnate in Russia:

L'Italia è il quarto partner commerciale della Russia ma recentemente gli scambi si sono ridotti del 10 per cento e nell'ultimo trimestre sono scesi del 25 per cento. È una situazione non soddisfacente per i russi ma io credo anche per l'Italia. Gli imprenditori italiani non vogliono una riduzione degli scambi commerciali,

ha detto il presidente russo spiegando che le sanzioni dell’Ue

o si eliminano o si modificano per sostenere le aziende che vogliono collaborare con noi. E questo vale anche per i contratti firmati in campo militare e tecnologico.

Renzi visitando lo stand russo ha scherzato - “Voglio sperare che non ci sia vodka perché non ho il fisico” – per poi ringraziare Putin della sua visita all’Expo:

Grazie di essere qua con noi oggi a Milano e grazie di aver contribuito al successo di Expo. La Federazione Russa è stata tra le prime a sostenere la candidatura di Milano. Noi diamo molta importanza a Expo, non è solo grande appuntamento fieristico, nè un appuntamento commerciale. Vogliamo fare di Expo un'occasione per riflettere sui grandi temi come la nutrizione. È una scommessa che vede il mondo davanti a un bivio, possiamo sconfiggere al fame nel mondo.

Ora Putin è in viaggio verso Roma per incontrare il presidente Mattarella e Papa Francesco.

10 giugno, ore 10.30 - Vladimir Putin arriva a Milano e questa mattina visiterà all’Expo il padiglione russo e quello italiano, accompagnato dal presidente del Consiglio Matteo Renzi. Nel pomeriggio si sposterà a Roma dove vedrà il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e, successivamente, alle 18.30, Papa Francesco. Non è escluso un incontro con l’ex premier Silvio Berlusconi, con il quale il leader russo ha sempre intrattenuto ottimi rapporti, con tanto di doni reciproci.

Putin viaggia con 70 giornalisti al seguito e la sua visita è iniziata alle 10.30 con l’alzabandiera che dà il vi al National Day della Russia. Fra gli obiettivi della visita di Putin ci sono sicuramente la volontà di uscire dall’isolamento in cui è stata posta la “sua” Russia dopo la crisi ucraina e l’intenzione di valutare la qualità dei rapporti con l’Italia.

Se il papa mostra interesse non ho dubbi che il presidente sarà pronto a chiarire dettagliatamente la posizione della Russia nella crisi ucraina,

ha detto il portavoce di Putin riguardo alla visita in Vaticano.

4 giugno - Il 9 e 10 giugno 2015 il Presidente russo Vladimir Putin sarà in Italia per tre importanti appuntamenti: visiterà l'Expo a Milano, poi il giorno dopo si recherà a Roma dove incontrerà il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e nel pomeriggio avrà un'udienza privata con Papa Francesco.

Il 9 giugno ad aspetterà a Expo 2015 dovrebbe esserci il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi e insieme dovrebbero visitare sia il padiglione russo, sia quello italiano. Secondo alcune indiscrezioni il numero uno del Cremlino potrebbe alloggiare presso il Grand Hotel a Villa Feltrinelli a Gargnano, sulla sponda bresciana del Lago di Garda. Si tratta di una struttura ricettiva extra lusso in cui una camera costa da 1.330 a 2.850 euro a notte in alta stagione e che di recente ha ospitato anche la star hollywoodiana Richard Gere. Tra l'altro l'Hotel appartiene a una società il cui proprietario è il magnate russo Victor Vekselberg, che sarebbe amico di Putin nonché uno degli uomini più ricchi al mondo. Villa Feltrinelli settant'anni fa è stata la dimora di Benito Mussolini, per la precisione dall'ottobre 1943 all'aprile 1945.

Per quanto riguarda la visita a Papa Francesco, non sarà il loro primo incontro: si sono infatti già visti il 25 novembre del 2013 nella Santa Sede. Questa sarà la quinta visita di Putin al Vaticano: ci è già stato nel 2000 e nel 2003, quando incontrò Karol Wojtyla, nel 2007 per l'incontro con Joseph Ratzinger e, appunto, nel 2013 per la prima visita a Jorge Bergoglio.

ITALY-RUSSIA-DIPLOMACY-EXPO2015

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO