Matteo Salvini ai giovani di Confindustria: "Sporchiamoci le mani insieme"

Ma non è scattato il feeling.

Dell'incontro andato in scena oggi tra Matteo Salvini e i giovani di Confindustria si è parlato più che altro per via della giacca e camicia che per una volta ha sostituito felpa e maglietta. Per il resto, a quanto pare, non c'è molto da dire. Non perché il confronto non si sia tenuto, ma al contrario perché sembra che non abbia portato a nessun tipo di sintonia. Il primo tentativo di Salvini di darsi un tono "maroniano" - l'attuale governatore lombardo, ai tempi della sua leadership leghista, aveva puntato forte sul mondo dell'imprenditoria - non sembra aver fatto breccia.

"Sporchiamoci le mani insieme, avviamo un percorso di confronto. Mi piacerebbe iniziare a confrontarmi con voi, con il presidente come con chi è seduto in ultima fila perché non sempre serve stare su posizioni di disaccordo", ha spiegato Salvini. Che poi ha dato anche la sua versione dei fatti su chi sia, davvero, nemico dell'Europa: "I veri nemici dell'Europa sono gli eurobamba, quelli che va bene così e chiunque alza il dito è un gufo. Mi riferisco agli eurofelici a prescindere".

A giudicare da quanto si legge in giro, più che quello di Salvini è stato apprezzato l'intervento dalla platea di un partecipante: "È un populista con idee lontane dalle esigenze del paese. Bisogna parlare di ricette concrete per l'industria. Che senso ha uscire dall'euro? Il patrimonio immobiliare si svaluterebbe del 30% se non ci fosse più l'euro".

In mattinata, anche il presidente Gay non era stato tenero, parlando indirettamente alla Lega Nord: "Dobbiamo avere il coraggio di dire che il populismo è la più subdola delle tentazioni e non possiamo farcene scudo". A queste obiezioni, soprattutto a quella di non avere idee concrete, Salvini risponde così: "Ne ho parecchie di idee concrete: sovranità monetaria, senza dubbio, e poi flat tax, certezza del diritto, abolizione delle sanzioni alla Russia, rinegoziazione dei trattati europei, abolizione della legge Fornero".

Più in particolare, per le giovani imprese, propone di fare come la Scozia, che non fa pagare le tasse per i primi tre anni. Ma nonostante alcuni aspetti iperliberisti (a partire dalla flat tax) l'incontro non sembra aver sortito gli effetti sperati.

ITALY-POLITICS-PARTY-SALVINI

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO