Ballarò, puntata 16 giugno 2015

La diretta su Blogo della 38esima puntata di Ballarò.

ballaro 9 giugno 2015 diretta editoriale

  • 21.13

    Si comincia con Massimo Giannini che accenna appena gli ingredienti "Piatto ricco dopo le amministrative. Parleremo di lavoro e tasse e di elezioni con Enrico Mentana" e subito pubblicità. Inizio anomalo.

  • 21.20

    Presentazione degli ospiti. Poi la copertina di Alessandro Poggi sulle principali notizie politiche della settimana e i relativi protagonisti.

  • 21.28

    Mentana: "Non so se Renzi abbia recepito. Nell'urna si vede che c'è una parte del Paese, penso agli insegnanti,che hanno voltato le spalle a Renzi e al PD o hanno votato a dispetto".

  • 21.35

    Camusso: "L'annuncio di Renzi sull'impossibilità di assumere i precari mi sembra una misura vendicativa. Siccome non ci avete dato ragione non assumiamo i precari. Ancora una volta si vogliono dividere le persone, i lavoratori. Non conveniva una scuola unita tra insegnanti, studenti e genitori". Poletti: "Le assunzioni sono previste all'interno della Legge. Noi abbiamo deciso di assumerne 100mila di quelli che c'erano già,ma solo se il disegno della scuola si fa".

  • 21.37

    Mentana: "O non si può fare riforma della scuola senza gli insegnanti o dite che sono loro il problema. Cosa le fa pensare il fatto che i docenti sono contro la riforma?". Poletti: "C'è da fare un approfondimento". La sensazione è che stia conducendo Mentana.

  • 21.39

    Collegamento con Eva Giovannini dalla stazione Tiburtina dov'è stato allestito un campo di accoglienza per i migranti. L'intervista dall'inglese un po' elementare un po' renziano dell'inviata rivela che "In Libia non c'è umanità, ho visto morire sotto le botte".

  • 21.47

    I dati sul lavoro dopo il Jobs Act nel cartello. Poletti: "Siamo tornati allo stesso numero di occupati che avevamo nel 2012, abbiamo recuperato i 200mila posti persi nel 2013. Si è ridotta la cassa integrazione ordinaria e straordinaria. Dal 1° di gennaio aumenta il numero di contratti stabili. Avere più di 200mila contratti stabili è un buon risultato".

  • 21.52

    Camusso: "Siamo contenti per quei 200mila lavoratori che hanno ottenuto un lavoro stabile, spero lo abbiano anche tra 3 anni. Si sono fatte per 7 anni politiche procicliche, che seguono la crisi. L'onda positiva della congiuntura internazionale non risolve i tre milioni di disoccupati. I furbetti del Jobs Act? Quelli di aziende che fanno appalti che assumono dalla somministrazione rompendo la situazione precedente".

  • 22.05

    E' Mentana a fare domande al Ministro, come fosse il conduttore: "Quel 58 % che non crede al Jobs Act?". Il Ministro risponde che dopo anni di co.co.pro è naturale incontrare la diffidenza: "Noi manterremo il costo del lavoro basso. Per cui dopo tre anni non avrebbe senso licenziare un lavoratore".

  • 22.17

    Servizio su Garanzia Giovani. Funziona talmente bene che alcune piccole aziende l'hanno utilizzato per assumere i figli. Mah. Poletti invece ne decanta la 'innovazione': "Più di 100mila giovani hanno fatto esperienza Garanzia Giovani strumento che va migliorato tutte le settimane".

  • 22.25

    Camusso: "stiamo costruendo l'idea che per entrare al lavoro i giovani devo passare per una stagione di gratuità". Pugliese:"La formazione ce la facciamo noi al nostro interno, quello che ci interessa è che si abbassi il costo del lavoro. Mentana: "Il problema è l'età media. Il problema di questo Paese è che non abbiamo meccanismo di ricambio. La questione è di fondo, non è far lavorare tre mesi un ragazzo".

  • 22.39

    Cambio della guardia tra gli ospiti. Fedriga, Friedman, Cofferati, Rotta. Friedman anticipa qualcosa del suo nuovo libro su Berlusconi che uscirà a dicembre. Lo scrittore ha portato un teaser. Dal Cavaliere che illustra la sala del Bunga Bunga al Presidente del Milan che "tortura" Inzaghi a favor di telecamera. Mentana fa sempre la domanda giusta: "Si è notata un'empatia". Friedman: "Ritratto di personalità iconica, non faccio sconti. Vi do un'anticipazione: Maltratto Inzaghi".

  • 22.47

    Fedriga e Rotta si scomtrano sulla Fornero ed è solito rimbalzo di responsabilità del debito pubblico tra governi. I soliti discorsi.

  • 22.50

    Cofferati: "Domani l'Italia avrà un nuovo problema: la formazione politica europea tra Salvini e Marine Le Pen. Hanno i numeri per poterlo fare e avrà ricadute in Italia sul rapporto con Forza Italia che su molte cose è agli antipodi". Friedman: "Cgil ha perso molto perché ha un po' mollato i giovani".

  • 23.12

    Friedman: "Perché in Italia non decolla la spending review? Troppe lobbies. Ci sono sprechi enormi. Quello che Cottarelli ha fatto non è abbastanza ambizioso. Serve piano pluriennale. Jobs Act è un inizio. Ma bisogna che intervengano interventi pubblici e investimento e sforare il 3%".

  • 23.27

    Rotta: "Abbiamo già recuperato 3,4 miliardi dall'evasione fiscale". Fedriga:"Chi vuole evadere e chi vuole fare il furbo lo fa comunque.Dobbiamo rendere non conveniente evadere, abbassando le tasse. Sennò finisce che il povero cittadino lavoratore paga il 60% di tasse e i chi ha i miliardi li porta all'estero".

  • 23.36

    Collegamento con la Fagnani (singolare che Mentana sia in studio) da Pontinvrea,piccolo comune il cui sindaco ha tagliato le tasse.

  • 23.43

    Fedriga:"Il mondo è cambiato durante la crisi. Ci si basa ancora sugli studi di settore che riguardano un'altra era geologica. L'Imu è passata da 9 miliardi a 21 miliardi per la prima casa costruita con i sacrifici".

  • 23.45

    Mentana: "Bisognerebbe dare più fiducia ai piccoli amministratori locali. Non si taglia. Se tagliassimo le Regioni a statuto speciale? Le Province sono state un magheggio. La delega alle Regioni della spesa sanitaria è il vero bubbone. Bisogna restituire la Sanità ai suoi fondamentali. Tagli sostanziali, forti, esemplari".

  • 23.52

    Friedman: "Bisogna togliere le competenze finanziarie alle Regioni. Basta!". Cofferati:"Le province andavano abolite progressivamente, bisognava prima decidere chi fa cosa. Il decentramento in sé non è sbagliato".

  • 23.57

    Tutti i sondaggi delineano una lieve sfiducia rispetto all'operato del Governo Renzi. I cartelli delle intenzioni di voto non segnalano grosse differenze.

  • 00.00

    Giannini si scusa per non aver avuto il tempo di mandare la Password di Ilvo Diamanti. Mentana scherza dicendo che non se ne andrà se non la vede. Puntata finita.

Ballarò, Anticipazioni Puntata 16 giugno 2015


Stasera, su Rai 3 alle 21:05, andrà in onda la trentottesima puntata della nuova edizione di Ballarò, il talk show di approfondimento politico condotto da Massimo Giannini. Vediamo nel dettaglio i temi e gli ospiti di questa nuova puntata.

Ballarò, 16 giugno 2015, temi della puntata

Ancora una volta politica ed economia al centro del dibattito tra gli ospiti in studio. Questi i temi di discussione:

Nel giorno del "tax day", in cui milioni di contribuenti italiani, professionisti, imprenditori, lavoratori autonomi e dipendenti sono chiamati al pagamento delle imposte sui redditi (Irpef, Ires e Irap) e delle imposte sulla casa (acconto Imu e Tasi), quali saranno le prossime mosse del Premier Matteo Renzi per la riduzione del carico fiscale? E quali saranno le ricadute sul l'occupazione del Jobs act, dopo l'approvazione degli ultimi decreti attuativi?

Ballarò, 16 giugno 2015, ospiti della puntata


Saranno ospiti della puntata di questa sera del talk, tra gli altri, il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, Segretario Cgil Susanna Camusso, l'Amministratore Delegato e Direttore Generale di Conad Francesco Pugliese, il direttore del TGLa7 Enrico Mentana e il giornalista Alan Friedman.

ballaro 3 febbraio 2015 camusso

Ballarò, puntata 16 giugno 2015, come vederlo in tv e in streaming

Il talk show va in onda ogni martedì, a partire dalle 21:05, su Rai 3. Ma si può seguire la puntata anche in streaming sul sito Rai.tv e, naturalmente, seguire e commentare la nostra diretta su Polisblog, magazine di Blogo.

Ballarò, puntata 16 giugno 2015, come seguirlo sui social network

Oltre a poter rivedere i contenuti video sul sito ufficiale del programma www.ballaro.rai.it Ballarò si può seguire anche sulla pagina Facebook e sull'account Twitter oltre che commentare usando l'hashtag #ballarò.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO