USA 2016: Jeb Bush contro Papa Francesco per l'enciclica sul clima

Il candidato repubblicano rimprovera il Papa per le considerazioni sui cambiamenti climatici

Nel corso del suo primo comizio dopo l'annuncio ufficiale della candidatura, Jeb Bush ha fatto parlare di sé prendendosela nientemeno che con Papa Francesco per l'enciclica sull'ambiente, la cui prima bozza è stata pubblicata da L'Espresso e ha rapidamente fatto il giro del mondo.

Jeb Bush, che si è convertito al cattolicesimo nel 1995, mentre padre e fratello restano protestanti episcopali, ha iniziato dicendo che "Papa Francesco è un leader straordinario" e che "ha riportato la fede tra le persone" ma…

Spero di non essere punito dal mio parroco quando tornerò a casa, ma non mi faccio dettare l'agenda economica dai miei vescovi, dai miei cardinali o dal mio Papa. Penso che la religione debba riguardare di più il renderci persone migliori, e meno riguardo cose che finiscono nel campo della politica

Insomma, il Papa stia fuori dalle questioni politiche come i cambiamenti climatici. Nella bozza dell'enciclica, il Papa scrive che "numerosi studi scientifici indicano che la maggior parte del riscaldamento globale negli ultimi decenni è causato dalla concentrazione di gas serra… dovuti soprattutto all'attività umana". Il Papa sposa quindi una tesi che i repubblicani americani, così come molti conservatori in giro per il mondo, contestano da anni. Jeb Bush non contrappone altre tesi a quella contenuta dell'enciclica, e anzi spiega di voler capire più nel dettaglio cosa dice il Pontefice prima di dare un giudizio definitivo: la sua posizione è che però la religione non debba occuparsi di politica.

L'attacco di Bush non è casuale, così come non è un caso che, nella storia americana, ci sia stato solo un presidente cattolico (J.K. Kennedy). La diffidenza dell'elettorato americano nei confronti di un candidato che "potrebbe prendere ordini dal Papa" è un fatto storico, e tutti i cattolici che hanno provato ad arrivare la Casa Bianca si sono trovati di fronte alla necessità di spiegare che, in caso di conflitti tra politica e religione, non avrebbero preso ordini dal Vaticano.

Jeb Bush, il primo cattolico da decenni ad avere reali possibilità di vincere le presidenziali, ha voluto semplicemente passare subito all'attacco per non doversi poi trovare sulla difensiva più avanti nella campagna elettorale. Nello stesso giorno il vicepresidente Usa Joe Biden, anche lui cattolico, ha invece citato l'enciclica del Papa per richiamare la necessità di intervento sul clima.

US-ECONOMY-CEO-BUSH

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO