Torino: Papa Francesco chiede perdono ai Valdesi

A 800 anni anni dalla scomunica di Valdo da Lione, Papa Francesco si reca in una Chiesa Valdese. E' il primo Papa a farlo

477957762.jpg

22 giugno 2015 - Papa Francesco oggi ha compiuto un gesto storico: si è recato alla Chiesa valdese di Torino.

Ivi, a 800 anni dalla scomunica di Valdo da Lione, ha chiesto scusa per i comportamenti tenuti dalla Chiesa cattolica nei confronti delle chiesa riformata:

"Da parte della chiesa cattolica vi chiedo perdono per gli atteggiamenti e i comportamenti non cristiani, persino non umani che, nella storia, abbiamo avuto contro di voi"

Ad accogliere Francesco oggi c'erano il moderatore della Tavola Valdese, il pastore Eugenio Bernardini, il presidente del Concistoro della Chiesa Evangelica Valdese di Torino, Sergio Velluto, e il titolare della Chiesa Evangelica Valdese di Torino, pastore Paolo Ribet.

Papa Francesco a Torino, migliaia alla messa. Visita alla Sindone


Oggi, 21 giugno, e domani, 22, Papa Francesco sarà in visita pastorale a Torino: arrivato alle 8 all'aeroporto di Caselle, questo è il primo appuntamento con il mondo del lavoro: dopo la messa di questa mattina, alla quale hanno partecipato migliaia di persone, il Papa si è soffermato in contemplazione della Sindone, nella Cattedrale di San Giovanni.

"Esprimo la mia vicinanza ai giovani disoccupati, alle persone in cassaintegrazione o precarie; ma anche agli imprenditori, agli artigiani e a tutti i lavoratori dei vari settori, soprattutto a quelli che fanno più fatica ad andare avanti. Il lavoro non è necessario solo per l'economia, ma per la persona umana, per la sua dignità, per la sua cittadinanza e per l'inclusione sociale. In questa crisi, non si può solo aspettare la ripresa. Il lavoro è fondamentale, lo dichiara fin dall'inizio la Costituzione Italiana, ed è necessario che l'intera società, in tutte le sue componenti, collabori perché esso ci sia per tutti e sia un lavoro degno dell'uomo e della donna."

ha ricordato il papa durante l'omelia di questa mattina in piazza, alla presenza anche di importanti figure del mondo del lavoro e dell'imprenditoria italiana: secondo quanto riporta l'Ansa infatti presenti erano l'ad di Fca, Sergio Marchionne, Alfredo Altavilla, responsabile Fca per la Regione Emea, il presidente della Camera di Commercio di Torino Vincenzo Ilotte, il presidente di Confindustria Piemonte Gianfranco Carbonato. Presente anche Lavinia Elkann, moglie del presidente di Fca John Elkann, che è invece in America.

Il suo intervento è la summa del Bergoglio pensiero: non solo lavoro e precarietà, non solo corruzione e logica del profitto, ma anche solidarietà (tema centrale nel prossimo Giubileo) e migranti, proiettando la sua visione oltre il capitale, oltre l'accoglienza, e parlando di doveri umani.

Dopo l'applauso dei fedeli di fronte alla cattedrale di San Giovanni, e la benedizione, il pontefice è entrato nella Chiesa e si è seduto di fronte al telo, la testa reclinata verso il basso e le luci abbassate.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO