Zimbabwe: inflazione oltre l'immaginabile

dollari zimba

Oltre al colera, oltre a un dittatore psicopatico al governo con il pianeta che se ne sbatte, ora c'è anche qualche problemuccio di inflazione. Roba da Germania nel '29, avete presente quelle immagini con i bambini che giocano con mattoncini di centinaia di banconote? Stessa cosa.

Gideon Kono, Ministro delle Finanze locale ha recentemente tagliato "dodici zeri" dalla percentuale dell'inflazione: che significa? Che entriamo nel giro delle cifre che di solito vanta di avere Paperon de Paperoni nel suo deposito. Sapete di quanto è cresciuta l'inflazione in Zimbabwe nell'ultimo anno? Del 5,000,000,000,000,000,000,000%(!!!).

Un dollaro americano ora vale Z $2,500,000,000,000,000,000,000,000,000. Dopo il salto trovate una cronistoria uscita oggi sul Times che riassume gli eventi che hanno portato all'attuale inferno Zimbabwe.

Via | Times

Foto | Flickr

1998 La crisi economica scatena rivolte

1999 La Banca Mondiale e il FMI sospendono gli aiuti allo Zimbabwe

Febbraio 2000
Vengono requisite le fattorie di proprietà dei bianchi

Luglio 2001 Lo Zimbabwe inizia a soffrire per mancanza di cibo.

Marzo 2002
Robert Mugabe vince le elezioni. Gli osservatori dell'OCSE, osservano e basta.

Aprile 2002 Viene dichiarato lo stato di emergenza, le scorte di cibo si riducono drasticamente.

Agosto 2006 L'inflazione sale del 1000%. Mille, non è un refuso.

Ottobre 2008 L'inflazione ufficiale sale del 231,000,000%

Febbraio 2009 Il prezzo di una pagnotta arriva alla ridicola cifra di 200 trilioni di dollari dello Zimbabwe. E sale ancora.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO