Usa 2016, Imbarazzo dei Repubblicani: "L'idolo di Dylann Roof finanzia 3 candidati"

Ted Cruz, Rand Paul e Rick Santorum hanno ricevuto finanziamenti per le primarie da Earl Holt III: leader razzista, ispiratore del manifesto di Dylann Roof

gettyimages-477646528.jpg

La strage di Charleston sta provocando non pochi danni al Partito Repubblicano. Tre candidati del G.O.P. alle presidenziali 2016, Rick Santorum, Ted Cruz e Rand Paul, hanno ricevuto finanziamenti da Earl Holt III.

Chi è, vi starete chiedendo, Earl Holt III? Si tratta di un suprematista bianco e leader del Council of Conservative Citizens, un gruppo ferocemente razzista del Missouri. Ma soprattutto, è la principale fonte di ispirazione di Dylann Roof, il 21enne sospettato della strage di Charleston. Nel suo manifesto, pubblicato sul suo sito, l'indiziato dei nove omicidi alla Emmanuel African Methodist Episcopal Church, indica il 62enne il capo della setta razzista come un punto di riferimento.

Ricordiamo che Roof scrive di aver avuto notizia per la prima volta di "brutali assassinii da parte di neri ai danni dei bianchi" dal sito del Council. E, molto probabilmente, è da qui che ha preso molte delle sue idee paranoiche sul "comportamento" degli afroamericani.

Raggiunto al telefono dal Guardian, Holt prima si è negato e poco dopo ha deciso di rilasciare una dichiarazione. Il leader razzista ha detto di "non essere sorpreso" dal fatto che Roof abbia preso ispirazione dal suo sito, che "parla dei rapporti tra le razze del mondo in modo preciso e onesto". Ma, poi, ci ha tenuto a rimarcare che "il Council of Conservative Citizens non può essere ritenuto responsabile delle azioni di un pazzo che ha semplicemente raccolto le nostre informazioni”.

Così, in piena corsa per le primarie, i candidati finanziati dall'ispiratore di Roof potrebbero essere fortemente danneggiati. Ma c'è un'altra questione che ha investito il partito: quella della bandiera sudista, che ancora sventola accanto a un memoriale dedicato ai soldati confederati del South Carolina. In questo modo, la bandiera conserva ancora un ruolo di primo piano accanto all'Assemblea dello Stato.

Roof, come è noto, si è fotografato con la Stars & Bars, i cui colori appaiono anche sulla targa della sua macchina. Così la polemica è esplosa tra coloro i quali la considerano un vessillo di odio razziale e chi la sente come un simbolo della memoria. In questa polemica, i Repubblicani, forti negli Stati del Sud, non hanno una posizione univoca. C'è chi vorrebbe rimuoverla, chi glissa dicendo che spetta al popolo della South Corolina decidere in merito e chi invece pensa che dovrebbe rimanere al suo posto.

Quello che è certo è che la divisione sul tema non giova al partito dell'elefantino, che alle prossime presidenziali dovrà probabilmente vedersela con Hillary Clinton.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO