Ballarò, puntata 23 giugno 2015

Questa sera, in diretta su Rai3 e su Blogo, la trentanovesima puntata di Ballarò.

ballaro-diretta-16-6-2015-giannini-m.png

  • 21.13

    Giannini nel suo editoriale: "Demolition man com'è stato ribattezzato Renzi in un'intervista a un giornale americano: Renzi rilancia l'azione di Governo. Scossa all'economia, alcuni decreti fiscali in Consiglio dei Ministri, ma pare fumata nera. Gli italiani cominciano a rendersi conto e i consensi crollano". Poi Francesca Biagiotti in collegamento da Biella.

  • 21.22

    Presentazione ospiti. Entra Icub, cucciolo di robot. Cingolani, "suo papà": Icub è un cucciolo di 5 anni, ha soluzioni a problemi che ancora ignoriamo. iCub è un'eccellenza italiana, un prodotto globale dell'IT, è nato a Genova, Istituto italiano di Tecnologia . Macchina che potrà aiutare persone anziane, bambini". Piero Angela: "Gli si perdona tutto perché è piccolo, se fosse grande sembrerebbe scemo".

  • 21.32

    Cingolani: "iCub può tagliare l'erba, aiutare gli anziani, raccoglie oggetti, trasmette dati biomedicali". Poi servizio sulla maturità 2015.

  • 21.39

    Piero Angela: "Nei due libri c'è la voce dei giovani che sono andati fuori e di quelli che sono rimasti. E' bene che i giovani vadano fuori, ma devono tornare. E' triste sentire questi ragazzi che dicono che l'Italia non è per i giovani. Riforma della scuola? Sento parlare soprattutto di stipendi, precari, scuola pubblica e privata. Ma la scuola deve formare i cervelli"

  • 21.45

    "Debito pubblico? Se stendi banconote da 100 euro la lunghezza del debito pubblico italiano è 5 volte la distanza Terra-Luna. C'è un clima sbagliato in politica, molta litigiosità. La ricchezza del Paese non è data dalla politica. La distribuisce, non la crea. Crollo demografico? Crollo verticale della natalità. Le nuove classi produttive saranno sempre più sottili".

  • 21.48

    Angela: "Renzi? Il suo successo è questo nuovo modo di comunicare, di fare e per la speranza che infonde. La speranza è l'ultima a morire, ma è la prima che ti dà lo slancio per vivere". Poi copertina di Alessandro Poggi ( con Renzi, Salvini, Marino, Orfini e Michelle Obama) e Piero Angela saluta. Peccato, perché significa che cominceremo a sentire le solite parole dei politici.

  • 22.00

    "Vogliamo sospendere De Luca, ma aspettiamo la procedura" Giannini legge un'agenzia delle dichiarazioni di Renzi.

  • 22.02

    Lezzi: "Cosa sta demolendo Renzi se non prende le distanze da Castiglione?Così come è vergognoso mantenere in Commissione Azzolini su cui c'è una richiesta d'arresto".

  • 22.05

    De Micheli: "Il Pd valuta nel merito. Abbiamo fatto arrestare anche colleghi del nostro partito. Su Azzollini si valutano le carte e decideremo. Stiamo al merito".

  • 22.10

    Zingales: "Per far ripartire il paese bisogna dare i soldi alle persone di talento, che meritano. Renzi Sta andando nella direzione giusta, ma non abbastanza velocemente". Poi Eva Giovannini collegata da Atene per parlare della delicata questione greca.

  • 22.13

    Cartello "Il costo dell'austerità". Lezzi è scettica sulla politica in Europa di Renzi: "Non ha fatto nulla". DeMicheli: "Interventi di Draghi stanno dando buoni risultati. Costruite anche grazie all'operato di Padoan e ha un effetto sugli italiani, sui consumi".

  • 22.18

    Giordano urlando contro la De Micheli: "Dove vivete? Ma dove cazzo vivete? Ma lo conoscete questo Paese?". De Micheli: "Voi avete difeso, applaudito gli evasori". Giordano: "Io non ho mai governato né mai applaudito agli evasori. Si vergogni!!".

  • 22.20

    De Micheli rivolta alla Lezzi: "Ma come volete cambiarlo questo Paese? Non si è capito". La replica: "Lo hanno capito gli italiani. Nei comuni in cui governa il #M5S il bilancio va in positivo! I nostri consiglieri sono incorruttibili, i vostri consiglieri li arrestano. Si vergogni".

  • 22.33

    De Micheli: "Stiamo agendo soprattutto sugli acquisti. Con le centrali di committenza. Restringere 4,5mila le centrali d'acquisto. Riducendo il numero di chi compra si sfruttano le economie di scala". poi sulla questione Roma: "Marino deve dimostrare di tenere in mano la siatuazione. Io credo che Marino debba governare se riesce". Lezzi: Io penso debba andare a casa". Le due salutano e servizio sul "Bonus Poletti".

  • 22.41

    Landini: "Sviluppi sul caso Whirpool, a Carinaro lo stabilimento non chiude. La multinazionale ha scelto di investire. Il Governo ha svolto il suo ruolo. La Campania sta pagando un prezzo notevole".

  • 22.44

    De Girolamo: "Io passo in Lega? No, sono ancora in NCD. Ma ho chiesto un Congresso, voglio che il mio partito cambi rotta. E un centrodestra unito".

  • 22.48

    Martina: "C'è un'evidente inversione della curva dei consumi e del PIL". Giordanoo: "In Spagna crescono più velocemente". Martina: "Io la cura da cavallo della Spagna non me la auguro per l'Italia. Dobbiamo completare azione di riforma cominciata in 15 mesi. La forza con cui il governo ha discusso partito cruciali è indiscutibile. L'accelerazione avvenuta con questo governo è indiscutibile. C'è stata riduzione costo lavoro, IRAP, bollette".

  • 22.52

    De Romanis: "La Spagna ha fatto un grande sforzo, ma oggi si ritrova con una crescita maggiore della nostra. La Spagna ha fatto la riforma della PA. I paesi che l'hanno fatta l'hanno affidata ai politici, non ai tecnici. La spending review va fatta dalla politica, senza commissari". Poi breve clip d'intervista a Cottarelli.

  • 22.56

    Zingales: "Bisogna creare consenso intorno al taglio della spesa. Se non tacciamo tagli alla spesa pubblica pagheremo più tasse. Meno stimolante degli 80 euro, ma bisogna far capire che tagliando si riducono le tasse".

  • 23.11

    Dopo il servizio sul catasto Martina e De Girolamo discutono di tasse, anche sull'Imgricola. Landini: " Credevo fossero al governo insieme".

  • 23.17

    De Romanis: "Se guardiamo la ripresa dell'Italia, non è grande, ma è un primo segno positivo. I consumi ancora non partono. La Spagna ha indice Ocse migliore dell'Italia perché ha fatto le riforme e semplificazione dell'apparato pubblico".

  • 23.23

    De Girolamo imbarazza Giannini: "Ho agito sul senso di colpa. Anche lei ha un cuore, mica un conduttore non ha cuore". Giannini è perplesso (la De Girolamo lo percepiva ostile nei suoi confronti). "Dobbiamo rivedere le politiche di questo governo perchè i disoccupati e i precari ci sono". Martina a Landini: "La sfida è stabilizzare questi cambiamenti. Non lascio da solo Landini e il sindacato, è anche e soprattutto un mio problema".

  • 23.30

    Landini: "Quello non è un contratto a tempo indeterminato se l'imprenditore può licenziarti pagando 2 euro. Se avete l'80% degli studenti e dei docenti contro, dovreste ripensare le vostre politiche". Martina: "Abbiamo dato la maternità a settori che non l'avevano, tutele a chi non le aveva". De Romanis: "La discussione sul lavoro, ad esempio sulla scuola, riguarda solo i precari. E i giovani? E' giusto che decida anche il preside, per il merito!". Servizio sul 730 precompilato.

  • 23.40

    Francesca Biagiotti da Biella. Il sindaco in risposta al caso di Pontinvrea: "Dire che non si fa pagare Imu sulla prima casa è legge e anche a Biella non si paga. La differenza è tra capoluogo di provincia che ha servizi e costi. Non fa piacere far pagare le tasse, ma è necessario. Sindaco Pontinvrea: "Da noi anche la Tasi non si paga".

  • 23.45

    Giordano: "Che ci siano stati sprechi negli enti locali, soprattutto Regioni e Province, che sono ancora lì, è innegabile. I comuni si sono visti scaricare il problema fiscale, economico, il problema degli immigrati. Fare piccoli passi avanti, ma non passi nel sedere delle persone".

  • 23.58

    Momento sondaggi della Ghisleri: - a cosa hanno rinunciato gli italiani per pagare le tasse? - cosa è servito per fare il nuovo 730? - giusto risarcire blocco contratti pubblico impiego? Poi crtello sulle intenzioni di voto.

  • 00.00

    Giannini chiude puntuale, puntata finita.

Ballarò, Anticipazioni Puntata 23 giugno 2015


Stasera, su Rai 3 alle 21:05, andrà in onda la trentanovesima puntata della nuova edizione di Ballarò, il talk show di approfondimento politico condotto da Massimo Giannini. Vediamo nel dettaglio i temi e gli ospiti di questa nuova puntata.

Ballarò, 23 giugno 2015, temi della puntata

Il talk show di Rai 3, nonostante la maggior parte dei programmi dello stesso genere sia andato in vacanza, continua ad affrontare i temi di attualità politica ed economica. I temi di stasera saranno:


    L’economia in affanno, i sondaggi in calo: Renzi prova a ripartire dal taglio delle tasse. In arrivo un decreto sulla lotta all’evasione e semplificazioni fiscali. Ma i nostri portafogli sono davvero al sicuro?

Non si potrà non fare un cenno, poi, alle manifestazioni dei giorni scorsi: il Family Day e la Pontida 2015.


Ballarò, 23 giugno 2015, ospiti della puntata

Tra gli ospiti di questa puntata, chiamati a discutere i temi all'ordine del giorno, fra gli altri figureranno Piero Angela, il ministro delle politiche agricole Maurizio Martina, il segretario della Fiom Maurizio Landini, Barbara Lezzi del M5S, il direttore del TG4 Mario Giordano e gli economisti Luigi Zingales e Veronica De Romanis.

ballaro diretta 2 giugno 2015 landini

Inoltre, come annunciato dai profili social del programma:



Ballarò, puntata 23 giugno 2015, come vederlo in tv e in streaming

Il talk show va in onda ogni martedì, a partire dalle 21:05, su Rai 3. Ma si può seguire la puntata anche in streaming sul sito Rai.tv e, naturalmente, seguire e commentare la nostra diretta su Polisblog, magazine di Blogo.

Ballarò, puntata 23 giugno 2015, come seguirlo sui social network

Oltre a poter rivedere i contenuti video sul sito ufficiale del programma www.ballaro.rai.it Ballarò si può seguire anche sulla pagina Facebook e sull'account Twitter oltre che commentare usando l'hashtag #ballarò.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO