Siria, i jihadisti dell'Isis sono rientrati a Kobane

Secondo la BBC i jihadisti dell'Isis avrebbero ripreso il controllo di Kobane, città simbolo della resistenza curda, riconquistata dall'YPG a gennaio

Stando alle ultime notizie provenienti dalla Siria, all'alba di oggi l'esercito dell'Isis è riuscito a rientrare a Kobane, città simbolo della resistenza curdo-siriana liberata a fine gennaio scorso dall'Ypg (Unità di Protezione Popolare). Negli ultimi 4 mesi i miliziani jihadisti hanno tenuto sotto assedio la città, non riuscendo tuttavia mai a rientrare all'interno del perimetro sorvegliato dall'Ypg. Secondo notizie riportate dalla BBC, la cui fonte è l'Osservatorio siriano per i diritti umani, Kobane sarebbe stata riconquistata dall'Isis.

Questa notizia è stata però prontamente smentita dal portavoce dell'Ypg, secondo il quale la situazione sarebbe ancora sotto controllo:

"Un gruppo di jihadisti dell'Is si è infiltrato nella notte all'interno della città. Secondo le nostre informazioni sono entrati dalla parte turca all'altezza del valico Mashterkinar. La città è sotto il nostro saldo controllo. I terroristi hanno preso il controllo di alcuni edifici in tre punti della città. Le unità di difesa del popolo (ypg) hanno steso un cordone di sicurezza e ci sono combattimenti. Nelle prossime ore libereranno gli edifici"

L'agenzia di stampa Reuters ha raccontato che l'esercito dell'Isis sarebbe riuscito a rientrare in città grazie all'impiego di alcune autobombe, che avrebbero causato la morte di 12 persone ed il ferimento di altre 60/70. Secondo l'agenzia d'informazione curda Welati, i jihadisti sarebbero entrati in città indossando le uniformi dell'Ypg e dell'Esl (Esercito siriano libero), facendo molte vittime tra i civili durante la loro avanzata.

gettyimages-478013160.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO