USA 2016: Donald Trump cresce nei sondaggi (e i democratici esultano)

Gaffe a ripetizione del miliardario contro i messicani

Donald Trump Visits Turnberry Golf Club

La candidatura di Donald Trump alle primarie repubblicane per Usa 2016 sta diventando uno degli elementi di maggior interesse della campagna elettorale, almeno fino a questo punto, soprattutto per quanto riguarda i sondaggi. Il miliardario dall'ego grande quanto il conto in banca non rischia seriamente di vincere le primarie, ma i numeri che lo riguardano sono curiosi: da un lato ha una altissima percentuale di impopolarità tra gli stessi repubblicani, dall'altra però sta crescendo nei sondaggi.

Secondo le ultime due ricerche pubblicate, in Iowa (il primo stato in cui si voterà per le primarie) Trump è secondo con il 10% dei consensi dopo il governatore del Wisconsin Scott Walker, e quindi davanti ai favoriti Jeb Bush e Marco Rubio. Anche in New Hampshire, secondo stato in cui si voterà, Trump è secondo, stavolta dopo Bush. E secondo un sondaggio della CNN a livello nazionale Trump è secondo alle spalle di Bush con il 12%.

È chiaro che è ancora presto perché questi numeri abbiano un qualche valore, ed è altrettanto vero che Trump si è tuffato nel suo stile in questa campagna elettorale, inanellando gaffe e polemiche a ripetizione. Per questo motivo i democratici sono entusiasti delle performance del tycoon, nella convinzione che non farà altro che mettere in difficoltà il partito repubblicano. E in effetti nelle ultime settimane Trump sta diventando una sorta di volto del Gop, tanto da portare uno dei più vecchi consiglieri dei Clinton, Paul Bagala, a dire che la candidatura di Trump "è segno che Dio esiste, è Democratico e ha un gran senso dell'umorismo".

Al di là delle battute, l'exploit di Trump rischia seriamente di incrinare il consenso (già problematico) dei repubblicani tra l'elettorato latino. In un recente intervento, Trump ha accusato gli immigrati messicani di essere "assassini, spacciatori e stupratori", tutto questo mentre il Gop sta cercando in ogni modo di corteggiare l'elettorato di origini latine, fondamentale in alcuni stati chiave. E ci sta riuscendo con Rubio, ovviamente, ma anche con Bush, la cui moglie Columba è messicana, ma le frasi di Trump – subito riprese dalla Clinton – rischiano di far saltare tutto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO