Alassio vietata agli immigrati senza certificato medico

Il sindaco Enzo Canepa vieta l’accesso al comune ligure agli stranieri africani, asiatici e sudamericani sprovvisti di certificato medico

alassio.jpg

Alassio vietata agli stranieri senza certificato medico. È questa l’ordinanza comunale che il sindaco Enzo Canepa ha firmato quattro giorni fa e che ha immediatamente fatto scuola venendo adottata dai vicini comuni di Zuccarello, Ortovero, Vendone, Erli e Garlenda.

Come accadeva con gli sceriffi del vecchio West è il sindaco stesso a muoversi per le strade della cittadina savonese per chiedere ai migranti se abbiano una dimora e il certificato obbligatorio.

Gli stranieri senza dimora e non in possesso di certificato medico non possono entrare nella cittadina ligure. Chi trasgredisce può essere accompagnato al confine e può essere sanzionato con una multa per avere violato la deliberazione del primo cittadino.

Visti i modelli mediatici correnti, con la caccia allo straniero che è diventato uno dei principali coagulanti del consenso, la trovata di Canepa è stata accolta con entusiasmo dai cittadini che lo fermano per strada, gli stringono la mano e lo ringraziano. Nell'ordinanza si dice che "è tutt'ora in corso una gravissima epidemia di Ebola".

A La Stampa Canepa spiega che l’ordinanza ha avuto un effetto deterrente:

In due giorni ci sono già la metà di venditori ambulanti in giro e la gente finalmente quieta. Loro, gli stranieri, sanno tutto, si sono passati parola.

Sulla Riviera di Ponente i problemi “tradizionali” (abusivismo commerciale, vendita di prodotti taroccati e insistenza dei venditori sulle spiagge), si mescolano a quelli connessi alle più recenti ondate migratorie.

Questa settimana la prefettura ha convocato 16 sindaci della zona perché si facessero carico di otto profughi, ma Canepa si è opposto e poco dopo ha emesso l’ordinanza che vieta l’ingresso “per motivi di salute” ad africani, asiatici e sudamericani. Non agli stranieri del nord Europa, però, che specialmente nelle mezze stagioni sorreggono il turismo locale. Loro ad Alassio possono entrare anche senza il certificato medico.

Via | La Stampa

Foto | Google Street View

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO