Hacking Team: le interviste e le istituzioni

Hacking Team - Citizen Lab

Dopo lo scandalo Hacking Team sono apparse un paio di interviste al CEO della società. Una sul Corriere, in cui David Vincenzetti attacca Assange (Wikileaks ha reso navigabile oltre un milione di mail interne di Hacking Team, dopo che queste erano state rese pubbliche da hacker, ndr).

Un'altra su La Stampa, firmata da Massimo Russo.

Quest'ultima è interessante per come si configura la narrazione e la composizione della "notizia" stessa.

hacking-team-intervista-la-stampa.png

Le "domande" sono in realtà capitoletti. Quello che ci interessa in particolare è questo:

I rapporti con il governo italiano
Nonostante numerose e-mail sembrino testimoniare il contrario, Vincenzetti afferma con sicurezza che «non c’è stata alcuna condotta illecita nel rapporto con Hacking team da parte dei funzionari della presidenza del Consiglio o delle agenzie italiane». Nega le pressioni affinché l’azienda potesse fare affari indisturbata e nega anche anche gli aiuti commerciali. «Spesso andiamo a fiere ed esposizioni, come la conferenza Interpol», riconosce Rabe, «e lì ci possono aver introdotto a potenziali clienti o possono aver testimoniato la loro soddisfazione nell’usare i nostri strumenti, ma nulla più di questo. Nessun illecito». Quanto al supporto ricevuto per individuare dipendenti sleali, non vi sarebbe stato alcun intervento specifico. Per tutelarci, sostengono in Hacking team, «abbiamo assunto consulenti esterni e non ci siamo avvalsi di funzionari pubblici».

Ora. Qui c'è bisogno di una seconda domanda (o meglio, di una serie), che ci sarebbe piaciuto leggere e che, in mancanza di meglio, proponiamo da qui.

Se non ci sono state pressioni perché l'azienda potesse fare affari, perché in una mail si legge, invece, che queste pressioni ci sono state, e dalla Presidenza del Consiglio?
La mail è falsa o è vera?
E le altre mail in cui si parla di altri contatti? (i.e. un Generale dell'Esercito italiano) che possono dare una mano nella questione della clausola catch all [il MiSE aveva imposto controlli preventivi sui prodotti di esportazione della Hacking Team, poi il provvedimento è stato sospeso].
Perché dalle conversazioni che si leggono nel leak sembra proprio che Hacking Team abbia fatto in modo che il MiSE subisse queste pressioni?

Queste domande per ora sono senza risposta. Se non altro, Russo chiude il pezzo con un piccolo dubbio:

Questa è la verità di chi ogni giorno si sente al fronte. «Noi siamo i buoni», insiste Vincenzetti, che si dice «fiero di essere italiano e di poter dare un contributo al paese a combattere i criminali», proprio operando sul confine tra Stato di diritto e illegalità. E - anche se numerosi documenti e associazioni di attivisti cvili, da Citizen lab a Reporter senza frontiere suggeriscono il contrario - la sua convinzione è che quel confine lui e suoi non l’hanno mai superato.

Mancano i link, al pezzo su La Stampa. Li mettiamo noi.
Il primo: Citizen Lab (da cui è tratta la mappa con le collaborazioni sospette con alcuni governi)
Il secondo: Reporters without borders
Ne aggiungiamo un altro a un pezzo del 2014 di The Intercept, che fin da ottobre dello scorso anno aveva cominciato a interessarsi della compagnia italiana.

Purtroppo, il sapore di queste sortite su due grossi quotidiani italiani è quello di una sapiente comunicazione "corporate".

Noi, per quel che ci riguarda, concludiamo con la serie di domande già proposte nel nostro primo pezzo sulla vicenda:
Chi erano i contatti di Hacking Team nelle istituzioni? Quanto era radicato il loro rapporto con la Difesa, l'Esercito, la Presidenza del Consiglio? Perché avevano la possibilità di esercitare pressioni sul MiSE? Di che natura sono state queste pressioni? Perché si era arrivati al blocco delle esportazioni? E perché poi è stato rimosso, il blocco?

Ci sarà poi tempo per indagare i presunti rapporti con stati non democratici e altre questioni, non meno importanti. Ma intanto bisognerebbe trovare le risposte a queste domande. Non le "verità" secondo una parte o l'altra, ma le risposte.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO