Processo Litvinenko, La vedova: "Putin è il mandante dell'assassinio di mio marito"

gettyimages-482513342-marina-litvinenko.jpg

Marina Litvinenko, vedova di Alexander Litvinenko, l'ex agente segreto russo avvelenato con un caffè corretto al polonio 210, ha chiesto alla giustizia britannica di considerare responsabile della morte di suo marito Vladimir Putin. La richiesta è giunta nell'ultimo giorno dell'inchiesta pubblica che ha avuto inizio nel mese di gennaio. Ora il giudice Robert Owen ha tempo fino alla fine del 2015 per rendere note le sue conclusioni.

Secondo l'avocato della famiglia Litvinenko, Ben Emmerson, non ci sono dubbi sul fatto che il Presidente russo abbia personalmente dato il suo assenso all’avvelenamento: “Per noi è certo che lo Stato russo ha ordinato l’assassinio e sosteniamo che sicuramente non possa averlo fatto senza l’approvazione del Presidente Putin”.

Nel corso dell'udienza, Emerson ha detto anche agli inquirenti che ci sono "prove solide e dirette, le migliori che potessero emergere nel quadro delle attività criminali segrete e corrotte del Cremlino". La vedova, poi, ha aggiunto parlando con la stampa, che suo marito "ha combattuto per far saltare fuori la corruzione dei servizi segreti e delle più alte sfere di potere in Russia. E’ stato ritenuto un traditore e ha pagato il prezzo più alto per le sue azioni".

Dmitri Peskov ha risposto prontamente alle accuse. Il portavoce di Putin ha evidenziato che si tratta un'inchiesta politicizzata ed ha aggiunto: "Se voi ricordate, quando Litvinenko è morto, accuse analoghe erano già state annunciate da parte delle autorità ufficiali della Gran Bretagna e da parte degli organi che dovevamo solo occuparsi di questa inchiesta. Queste cose le abbiamo già sentite. Evidentemente occorre aggiungere qualche elemento in più affinché queste parole possano essere considerate come convincenti".

Aleksandr Litvinenko è stato un agente della Fsb (il servizio segreto della Federazione Russa, che ha preso il posto del Kgb dopo la fine dell'Urss). Quando ancora era in servizio, accusò pubblicamente i suoi superiori di aver architettato un piano per assassinare il magnate Boris Abramovič Berezovskij, che poi verrà trovato cadavere nella sua residenza vicino Londra, in circostanze non chiarite, il 23 marzo 2013.

Dopo essere stato ingiustamente imprigionato per otto mesi per maltrattamento, accusa che lui stesso riuscì a dimostrare infondata, ottenne asilo dal Regno Unito. Qui pubblicò due libri in cui accusava il governo Mosca di essere il responsabile di una serie di attentati, verificatisi in Russia tra l'agosto e il settembre del 1999, che fecero più di trecento vittime. Gli attentati sarebbero stati fatti passare come opera dei terroristi ceceni, al fine di giustificare l'intervento militare russo nella stessa Cecenia.

Il 23 novembre del 2006, Litvinenko è morto per avvelenamento da polonio. Prima di morire, dal letto dell'ospedale, ha accusato pubblicamente Putin di essere il responsabile di quanto gli era capitato e il mandante dell'omicidio della giornalista Anna Politkovskaja.

La polizia britannica ritiene che ad ucciderlo furono due ex agenti segreti russi, Andrei Lugovoy e Dmitry Kovtun, il 1 novembre del 2006. Segnaliamo, inoltre, che non è mai stata del tutto chiarita anche la presenza nella vicenda del faccendiere italiano Mario Scaramella, con cui Litvinenko pranzò in un sushi bar di Piccadilly prima di essere ricoverato. In quell'occasione Scaramella dichiarò di non aver mangiato nulla e di aver bevuto solo acqua minerale. Yuri Felstinski, esule russo e vicino all'ex spia russa, insinuò che fu l'italiano ad organizzare l'assassino, ma tali accuse non furono mai provate.

Il caso Scaramella coinvolse Romano Prodi, che secondo il faccendiere era considerato da Litvinenko "un uomo del Kgb". Anche queste accuse non hanno trovato conferme certe. Per ulteriori approfondimenti sulla vicenda rimandiamo alle voci Wikpedia: Aleksandr Val'terovič Litvinenko; Mario Scaramella; Dossier Mitrokhin.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO