Renzi alla festa dell'Unità: "Basta discussioni nel Pd"

Il Segretario-Premier attacca i gufi e incassa l'endorsement di Marchionne.

Matteo Renzi Festa dell'Unità a Milano

Un Matteo Renzi a 360° è quello che ha parlato (e in qualche caso si è sfogato) ieri sera alla Festa dell'Unità a Milano. Dopo aver incontrato a Expo Bono Vox e aver trascorso il pomeriggio a Monza, al Gran Premio d'Italia di Formula 1, dove ha cantato a squarciagola l'Inno di Mameli con Il Volo e ha incassato l'endorsement del Presidente della Ferrari (e Ad della Fiat) Sergio Marchionne (che lo ha definito "la migliore speranza che il Paese ha di progredire"), il Premier nonché segretario del Pd ha parlato di tutto e di più davanti ai sostenitori del suo partito riuniti nel capoluogo meneghino.

Sulle beghe interne al PD, Renzi ha detto:

"Basta con le discussioni interne, parliamo dei problemi veri. Non è normale che il Pd, il primo partito in Europa passi il tempo a rincorrere discussioni interne"

e poi ha lanciato le solite frecciatine ai "gufi":

"Cari gufi laureati venite qui per vedere le facce di chi è tornato a credere nel nostro Paese"

e ha detto che tutti insieme stanno rimettendo in moto l'Italia andando a fare il proprio dovere e che basta dire no, come hanno fatto i gufi, appunto, a partire da Expo:

"Basta dire no, c'è chi dice sì e crede nell'Italia"

Renzi ha anche fatto vedere la foto che in questi giorni ha scatenato moltissime polemiche, quella del piccolo Aylan, il bambino di tre anni morto in mare insieme a molti altri migranti. Su questo tema il Premier ha detto:

"Non c'è il Pd contro la destra, ma gli umani contro le bestie. Non si tratta di buonismo, ma di trovare soluzione ai problemi. Non rinunceremo mai a salvare una vita umana per qualche voto in più. Se si dice che il modello è l'Ungheria di Orbán noi rispondiamo che siamo orgogliosi di essere una cosa diversa. Il Mediterraneo è il centro di tutto. In Siria e in Libia qualche errore la comunità internazionale l'ha pur fatto, la politica estera è una cosa seria"

Le parole di Renzi sul tema dei migranti hanno subito scatenato la reazione del leader della Lega Matteo Salvini, che su Facebook e Twitter ha detto:

"L'incapace chiacchierone ha paura, è nervoso, insulta milioni di italiani. Sono una 'bestia' perché difendo gli italiani? Allora sì, SONO UNA BESTIA. Renzi Clandestino"

E oggi Salvini è tornato sull'argomento durante un collegamento con Mattino 5 rincarando la dose di insulti al Premier:

"Un Presidente del Consiglio che usa un bambino per la sua campagna elettorale è un verme. È squallido insultare chi chiede regole certe"

Ieri sera Renzi ha ovviamente toccato anche l'immancabile tema delle riforme con la promessa di completare quella del Terzo settore entro il 2016, mentre sulla riforma costituzionale ha detto:

"Se si usa la riforma costituzionale per dire no, per ripartire da capo, si sappia che la forza di chi dice si è più grande. Si discuta, si dialoghi, ma il Pd è questo. Non accettiamo veti"

E su un altro tema sempre caldo, quello delle tasse, Renzi ha detto:

"In passato abbiamo detto che le tasse sono una cosa bellissima. Forse in un'altro paese. Bisogna avere il coraggio di dire anche alla sinistra che le tasse sono troppo alte"

Il Premier è tornato poi sul Jobs Act e ha detto di essere soddisfatto perché con questo provvedimento è stato trasformato in stabile ciò che era precario ed è perciò fiero del lavoro dei parlamentari. E sempre connesso al tema del lavoro, c'è quello del caporalato, sul quale ha detto:

"Voglio prendere l'impegno sacrosanto perché nell'Italia del 2015 il caporalato sia disintegrato e su questo voglio sfidare i sindacati: su questo punto possiamo fare un'iniziativa insieme anziché fare battaglie ideologiche"

Matteo Renzi ha avuto una particolare attenzione anche verso il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, che non ha ancora deciso se ricandidarsi o no:

"Caro Giuliano, decidi tu cosa fare da grande. Noi saremo al tuo fianco, qualsiasi sarà la tua decisione, come lo siamo stati in questi 4 anni e mezzo"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO