Ballarò, puntata 15 settembre 2015, ospiti Di Battista, Saviano, Roberta Vinci: tutte le dichiarazioni

Ballarò, stasera 15 settembre 2015 la seconda puntata del talk show di Rai3.

giannini-ballaro.png

Ballarò, puntata 15 settembre 2015: diretta

  • 21.10

    Comincia la seconda puntata di Ballarò. L'editoriale è affidato Nicola Lagioia, premio Strega 2015, che ci racconta l' "Estate feroce" toccando tutti i temi caldi: immigrazione, crisi economica, caporalato. Poi la pubblicità.

  • 21.18

    "C'è l'Italia che vince delle 2 ragazze, Vinci e Pennetta, gli US Open.. E l?Itaalia che perde, che muore, come Napoli". Poi Giannini presenta Mary Pan che dice che sarà il suo "occhio digitale".

  • 21.22

    La copertina non parte e invece, per errore, parte il nuovo inno del M5S. Di Battista: "Non l'avevo ancora visto, è canzone fatta da attivisti per la manifestazione di Imola". Ecco finalmente la copertina di Alessandro Poggi: un po' di tutto come sempre, da Grillo a Renzi.

  • 21.30

    Di Battista: "Cacciamo i partiti dalla Rai, vogliamo che Mediaset paghi le tasse così come i giornali". Sui numeri della ripresa: "Sono contento se i dati son positivi, se cala la disoccupazione. Ma nel 2010 il Pd organizzò manifestazione per chiedere le dimissioni di Berlusconi. Ancora oggi si muore per la terra dei fuochi. C'è un'idea che ha il governo degli inceneritori, delle trivellazioni e noi M5S che ne abbiamo una diversa. Dopo un'estate difficile si presentano in Parlamento con leggine sui rimborsi ai partiti e la legge bavaglio sulle intercettazioni".

  • 21.35

    Giannini chiede che garanzie offra il M5S affinché gli italiani gli diano fiducia. La risposta: "Il primo anno abbiamo studiato, è stato di rodaggio. Dopo un anno siamo diventati forza d'opposizione e ci ritengono controllori. Noi mai condannati in scandali". Sulle parole di Grillo dopo la condanna per diffamazione: "Ha detto se sono andati in galera Mandela e Pertini per un'idea, non si è paragonato. E' anche grazie a lui che non abbiamo il nucleare oggi e sono orgoglioso di essere suo amico e ricordo che non è in Parlamento. Leader? Per noi i problemi dei cittadini si risolvono con programmi non con salvatori della patria. Vedete Roma con Alemanno o Marino. Il reddito di cittadinanza e 15mila assunzioni per sveltire le pratiche per l'immigrazione". Sul reddito di cittadinanza il discorso dell'esponente M5S è sempre lo stesso: "serve ad abbattere il voto di scambio". Infine l'affondo sul volo di Stato usato da Renzi per volaare negli USA. "Io sindaco di Roma? No, abbiamo un grande programma" chiosa.

  • 21.44

    Prima di far intervenire Saviano per parlare di Napoli e di camorra, il reportage di Francesca Fagnani dal rione Sanità di Napoli. Il papà di Genny, 17enne una delle ultime vittime di camorra: "E' colpa dello Stato assente nel sociale, che interviene solo con repressione".

  • 21.51

    La Fagnani, prima con un tassista poi con la sua macchina, gira i quartieri difficili di Napoli. Sanità, Quartieri Spagnoli e Rione Traiano. Buon reportage, crudo e reale. A cercare il cavillo la Fagnani dovrebbe aggiustare solo un po' la dizione.

  • 21.52

    Saviano: "A credere nei giovani sono soprattutto le organizzazioni criminali. Sono i giovani ad avanzare e le estese, gli spari dei ragazzi come dimostrazione. Il Sud è fallito, cosa si è fatto? Manca un progetto".

  • 21.58

    Saviano sul 'Basta piagnistei' di Renzi: "Pensare che sia piagnisteo raccontare cosa non funziona è rischiosa. Si parla di 170 miliardi di euro come indotto criminale. Riconosco gli sforzi di Renzi, ma non può pensare che ogni analisi critica sia voler male all'Italia. Come faceva il governo Berlusconi. E' normale che i giapponesi ci guardino meravigliati, ma dobbiamo guardare alla vivibilità, a intere generazioni che emigrano". Sulle parole di Rosy Bindi: "Da quello che ho letto la dichiarazione è in perfetta coerenza con l'analisi che viene fatta del territorio da anni. Non credo si sia riferita al DNA di Napoli. Sta succedendo qualcosa di grave però. Se vale la pena tornare? Per me ancora tempo di stare lontano. Unico vero obiettivo di questo Governo dovrebbe essere quello di far tornare nel Paese tutti i talenti emigrati".

  • 22.06

    Presentazione ospiti: Meloni, Landini, Carbone, Mattioli, Carofiglio.

  • 22.09

    Carbone: "Da meridionale le parole di Saviano mi fanno male. Racconta di una parte del Sud che esiste, ma c'è anche una parte sana di Sud. C'è il caso Whirpool, il caso Philip Morris. Riparte Melfi. Quelle immagini di Napoli fanno male, non si risolve con la bacchetta magica. Ci sono cose da fare, ma abbiamo iniziato". Ok, chiacchiere e nessuna risposta nel merito.

  • 22.13

    Carofiglio: "Giusto denunciare e annotare quello che non funziona, ma analizzare cosa funziona e fare "il contagio delle buone pratiche". Meloni: "Non ci vogliamo bene, non ci sappiamo vendere

  • 22.17

    In collegamento Roberta Vinci: "Sì, mettiamola così. Ho perso, ma ho disputato grande torneo. Perdere in finale contro un'amica: dispiaciuta, ma non più di tanto. Noi simbolo dell'Italia che ce la fa? Fa piacere, ho sentito calore e affetto incredibile, abbiamo fatto un'impresa storica. Ai giovani dico ?non mollare mai'. Il Sud? Penso che in questo momento sia io che Flavia abbiamo dato ben segnale per il Sud. Non bisogna parlarne sempre male, io sono orgogliosa di essere italiana e del Sud, ad esempio di Taranto, dell'Ilva.".

  • 22.22

    Per gli italiani Renzi ha sbagliato ad andare agli US Open. Vinci: "Renzi? Abbiamo parlato, mi ha chiesto come ho battuto la Williams, ci ha fatto piacere".

  • 22.25

    Landini: "Se c'è un dato che dall'inizio dell'anno cresce a due cifre sono le morti sul lavoro. Più 10%. Si sta peggiorando le condizioni di lavoro e di questo non si discute. Capisco che voglia associare la sua faccia alle vittorie del Paese, ma avrei preferito andasse anche al petrolchimico a parlare con le famiglie dei due 30enni morti.".

  • 22.27

    Meloni: "Trova il tempo per andare a New York, ma non per rispondere alla figlia dei coniugi uccisi in casa in Sicilia. Va a fare la passerella con Bono Vox all'Expo, ma non va in India a rovesciare qualche tavolo per riportare a casa i Marò. Renzi è come Paolini, il disturbatore. Si mette lì e appena uno vince si fa la foto dietro".

  • 22.32

    Botta a risposta tra Carbone e Landini. Carbone: "Avete scommesso sulla sconfitta del Paese e avete perso". Landini: "Non è vero e gli accordi di cui parlate li abbiamo fatti noi".

  • 22.34

    Mattioli: "C'è una ripresa, le cose stanno cambiando. Serve cavalcare l'onda e fare altre riforme, queste non bastano. Serve la certezza del diritto. Dall'estero prima di venire a investire vogliono essere certi della legge".

  • 22.35

    Da Faenza Francesca Biagiotti ci riporta la testimonianza di una famiglia che ha accolto. Mauro e sua moglie Giorgia hanno deciso di accogliere un rifugiato, Lamin, dal Gambia. Giorgia: "Non ho avuto paura, scelta di condivisione che è stata un'opportunità. Nessuno sceglie quando e dove nascere, siamo tutti ospiti su questa terra". Una bella dimostrazione ai tanti rigurgiti provenienti dalla politica.

  • 22.41

    Meloni: "E' fuori dalla professionalità dire che chiedere dei flussi migratori sia essere contro l'accoglienza. Quello che Angela Merkel, diventata quasi Madre Teresa di Calcutta, ha fatto lo facciamo da tempo. Stipare nei centri di accoglienza senza regolare non è accoglienza. Da noi per il 90% sono immigrati clandestini. Se entrano a centinaia di migliaia non solo non risolvi il loro problema, ma aggravi quello di molti italiani. L'immigrazione incontrollata colpisce le fasce deboli della popolazione".

  • 22.47

    Mary Pan riporta un articolo tedesco che contesta il linguaggio della politica italiana sui migranti. La Meloni si surriscalda subito dicendo che la Germnia non può darci lezioni: "La Merkel voleva i siriani che sono laureati ed è manodopera a basso costo, i nigeriani che vengono da noi una laurea non ce l'hanno". Le solite semplificazioni, da un lato e dall'altro. Servizio sulle auto blu, prima di dare parola a Cottarelli collegato da Washington.

  • 22.54

    Cottarelli: "Le auto blu sono una voce importante qualitativamente, ma non quantitativamente. Si fa prima a dire cosa non bisogna tagliare. Pubblica istruzione e cultura sono voci per cui non spendiamo troppo. Sanità? In aggregato nel suo complesso Italiaa è virtuosa, però ci sono grosse differenze tra Regioni. Bisogna intervenire sulle Regioni che spendono troppo e male. Le pensioni voce molto grossa, 270 miliardi di spesa".

  • 23.05

    Meloni: "Considero Cottarelli una persona seria, che ha fatto un grande lavoro sul problema della spesa pubblica. Renzi quei duecento milioni di dollari si potevano spendere in modo più serio e non per pavoneggiarsi al G8 a chi ha l'aereo più lungo".

  • 23.08

    Cottarelli: "Innanzitutto aggregare gli acquisti. Con le 34 centrali di committenza si è già avviata la centralizzazione degli acquisti sopra determinate soglie. Poi la riforma della Pubblica Amministrazione: aggregare e muoversi sul modello delle province, a meno presenza, ma organizzata meglio. Poi il caso delle partecipate, trasferimenti ai trasporti, alle tv ai giornali. Se il Governo troverà i 10 miliardi? Io sono ottimista, spero trovino anche di più. L'Italia sta crescendo, nel terzo e quarto trimestre continuerà. Ci sono le condizioni esterne e le politiche economiche interne".

  • 23.20

    Cartello sui contratti di lavoro da gennaio. Landini: "3milioni e 100mila erano i disoccupati e tali sono rimasti. Esplosione dei voucher, per pagare di meno, aumentano i part time. Siamo il Paese in cui è tornato il caporalato, in cui ci sono nuove forme di schiavismo, se non c'è nuova politica di investimento pubblico e privato e nuovo rilancio dei consumi. Persi più di 300mila posti di lavoro". Dalla postazione web con l'hashtag #chiediaballarò si chiede a Landini se h cambiato idea su Marchionne. La risposta argomentata è sostanzialmente no.

  • 23.29

    Carbone e Landini si punzecchiano, ma il solito Giannini blocca il tutto fastidiosamente. Così come pure Landini che pizzica la Mattioli dicendo che Renzi sta attuando il suo programma. Ma a cosa serve il talk se non si ascolta il contraddittorio? Niente da fare, non cambierà mai Giannini. Interrompe, abbassa lo studio e si collega con Eva Giovannini da Roma con gli esodati.

  • 23.36

    Zanetti: "Sono già state fatte 6 salvaguardie, il discorso proseguirà. Siamo al lavoro per trovare una soluzione. Si sta discutendo su più fronti, quello di chi non ha il lavoro e quella di chi vorrebbe flessibilità in uscita, che se è pareggiante nel lungo periodo, ma in questa fase non è prioritaria". Carbone: "Si risponderà entro 15 giorni agli esodati sotto al MEF".

  • 23.43

    Landini a Carbone: "Non so se l'hanno informato, ma la Legge Fornero l'ha votata il suo partito, non il sindacato. Non ha detto che interrompere è maleducato? L'hanno fatta loro, tanto è vero che non la cambiano. Forse abbiamo fatto poco, ma la legge del cavolo l'hanno fatta loro".

  • 23.45

    Carbone: "Fai il sindacato da 40 anni, vai in fabbrica a lavorare!", Landini: "Tu quando mai hai lavorato? Le cavolate non le deve dire! Vai su internet a vedere quanto guadagno io". Il tutto urlando e provocando l'appello a Beldì di Giannini".

  • 23.49

    Servizio su Imu e Tasi per capire a chi converrebbe di più la cancellazione di queste tasse.

  • 23.53

    Zanetti: "Se fosse una cosa puntuativa tutte le critiche sarebbero giustificate, ma facendo un intervento di 50 milioni non vedo ragioni per critiche così forti".

  • 23.57

    Sul finale, come sempre, i sondaggi della Ghisleri. Il 51,3% degli italiani crede che il sindacato abbia frenato la competitività. La maggioranza del campione pensa che il M5S possa fare opposizione. A seguire le intenzioni di voti che vedono una piccola crescita di Renzi.

  • 00.01

    Giannini, insieme a Mary Pan, saluta. Puntata finita.

Ballarò, puntata 15 settembre 2015: anticipazioni e temi


Andrà in onda stasera, martedì 15 settembre 2015, alle 21:05, la seconda puntata della nuova edizione di Ballarò, il talk show di approfondimento politico di Rai 3 condotto dal giornalista Massimo Giannini.

Poche ore fa sui social il conduttore Massimo Giannini ha annunciato una vera e propria novità che riguarderà il programma a partire da questa sera: la postazione web per interagire con il pubblico della rete. Una novità interessante, che sarà curata da Mary Pan, giornalista “cinese nata a Roma”, classe 1985. Laureata in International Marketing ha già al suo attivo esperienze giornalistiche in Tv e su numerosi blog e in studio arricchirà il dibattito con contenuti, spunti, idee e riflessioni provenienti dalla rete.

Una grossa novità: in 40 secondi Massimo Giannini vi presenta Mary Pan, da domani in studio a Ballarò!

Posted by Ballarò on Lunedì 14 settembre 2015

Ballarò, puntata 15 settembre 2015: ospiti


Ospite d'eccezione di questa seconda puntata del talk show sarà, come annunciato in anteprima dai social del programma, lo scrittore Roberto Saviano per un’intervista esclusiva sui temi legati alla nuova guerra tra bande dei baby gangster nei quartieri napoletani.

Inoltre, ad animare il dibattito sui temi politici ed economici, ci saranno: Ernesto Carbone (Pd), Alessandro Di Battista (M5s), il Presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, il Sottosegretario all’Economia Enrico Zanetti, il Segretario Generale della FIOM-CGIL Maurizio Landini, l'ex commissario alla spending review Carlo Cottarelli, Lucia Mattioli di Confindustria e lo scrittore Gianrico Carofiglio.

ballaro 9 giugno 2015 diretta di battista

Ballarò, puntata 15 settembre 2015, come vederlo in tv e in streaming

Il talk show va in onda ogni martedì, a partire dalle 21:05, su Rai 3. Ma si può seguire la puntata anche in streaming sul sito Rai.tv e, naturalmente, seguire e commentare la nostra diretta su Polisblog, magazine di Blogo.

Ballarò, puntata 15 settembre 2015, come seguirlo sui social network

Oltre a poter rivedere i contenuti video sul sito ufficiale del programma www.ballaro.rai.it Ballarò si può seguire anche sulla pagina Facebook e sull'account Twitter oltre che commentare usando l'hashtag #ballarò.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO