Virus - Il contagio delle idee | Puntata 24 settembre 2015

Virus | La puntata del 24 settembre 2015.

  • 23:56

    La puntata di stasera termina qui.

  • 23:48

    Nicola Porro intervista l'attore Michele Riondino: "Di Taranto, si sa poco e niente. E' un argomento tabù per la politica e per la stampa. Non si parla di Ilva perché la grande industria ha schiacciato gli altri settori. Se Taranto facesse parte della Basilicata, avrebbe più probabilità di svilupparsi".

  • 23:34

    Barbareschi: "Il problema è la dignità del lavoro". Satolli: "Voi siete i campioni della privatizzazione dei servizi pubblici ma la privatizzazione indebolisce le classi meno abbienti". Barbareschi: "Sentir dire che il pubblico funziona e il privato no mi fa venire da ridere".

  • 23:31

    Barbareschi: "I turisti andavano informati molti giorni prima. Non mi spiego questo sciopero". Satolli: "Non era uno sciopero ma un'assemblea regolare. L'accesso al Colosseo è stato solo ritardato".

  • 23:28

    Barbareschi: "La gestione dei beni culturali è stata fatta in maniera scellerata". Satolli: "Da tutti i governi, di destra e di sinistra, c'è un disinteresse assoluto nei confronti del nostro settore. Non siamo responsabili di quegli avvisi. La responsabilità è dell'amministrazione".

  • 23:22

    E' iniziato il Corpo a Corpo. La domanda virale: "Colosseo, è giusto che gli assessori lo facciano chiudere per un'assemblea sindacale?". Gli ospiti sono Luca Barbareschi e Rinaldo Satolli.

  • 23:19

    Salvini: "Noi stiamo facendo tante battaglie. Se c'è un ambulatorio destinato a soli clandestini, come deve reagire un pensionato italiano? Non è Salvini che mette gli uni contro gli altri". Romano: "La battaglia politica si giocherà anche sull'immigrazione. Io spero che Salvini sia il leader della destra, così il Pd vincerà fino allo sfinimento. Che fine ha fatto il Blocca Italia?". Salvini: "Ci sarà l'8 novembre a Bologna". Romani: "I clandestini non possono essere cancellati con un tratto di penna. Serve una nuova legge sulla cittadinanza".

  • 23:12

    Romano: "Io non ho ancora capito la soluzione che offre Salvini. Il governo italiano ha fatto capire all'Europa che il problema va condiviso". Cerasa: "La leadership di Salvini nasce dal vuoto del centrodestra. Contro Renzi, però, serve un leader che unisca più aree del paese. Il tema dell'immigrazione non peserà molto". Salvini: "E invece peserà molto. Al sud, partiamo da zero. Siamo consci dei nostri difetti ma gli italiani hanno bisogno di proposte concrete. In politica estera, Berlusconi batte Renzi 10-1". Va in onda un servizio dedicato all'assistenza gratuita per immigrati irregolari.

  • 23:06

    Cerasa: "In Spagna, al confine con il Marocco, sparano. Sull'immigrazione, Renzi non riesce a spiegare cosa vuole fare sull'immigrazione". Ascoltiamo alcune dichiarazioni di Renzi contro Salvini. Salvini: "Aprirei la mia porta ad una persona che sta scappando dalla guerra. La mia posizione non cambia di una virgola. L'Europa è una grande fregatura. Tra 3 mesi, saremo messi peggio di come siamo messi oggi".

  • 23:01

    Va in onda un servizio dedicato ad uno spot ungherese contro gli immigrati. Salvini: "Non voglio arrivare a questo livello. E' sufficiente un controllo normale". Romano: "Anche in Italia, abbiamo sindaci-sceriffi che si sono opposti al programma di distribuzione dei profughi. Sono un pessimo esempio".

  • 22:58

    Salvini: "Se fossi il premier, controllerei i confini, identificherei i profughi e li ospiterei dignitosamente. Chi non scappa dalla guerra, li rimando da dove sono arrivati. Andrò in Nigeria per proporre loro un aiuto. Il problema si risolve in Africa". Cerasa: "Tutti i migranti economici che arrivano in Italia, vengono selezionati caso per caso. Sarebbe utile una lista". Romano: "Anche in Nigeria, c'è una guerra. La lista dei paesi a rischio va aggiornata continuamente. Anche i migranti economici, però, non devono essere spediti tutti a casa. L'Italia assorbe i migranti economici e continuerà a farlo".

  • 22:48

    Salvini: "L'invasione senza precedenti va fermata altrimenti la gente si arrabbia". Va in onda un servizio dedicato agli immigrati alla frontiera di Trieste.

  • 22:47

    Salvini: "Putin è l'unico che ha le palle. In Italia, fanno la guerra con le fionde". Romano: "Dalla Siria scappano sia dall'Isis che da Assad. Assad è un sanguinario. E' giusto avere l'embargo dal governo siriano". Salvini: "Assad è cattivo ma l'Isis è peggio. Fare le sanzioni contro Assad ha aiutato l'Isis. L'Europa affonderà i barconi ma quando lo dicevo io ero brutto, cattivo e ignorante". Romani: "Volevate affondare i barconi con la gente dentro". Salvini: "Non è vero".

  • 22:43

    Romano: "In attesa che Salvini venga paracadutato a Damasco, la Lega Nord ha votato contro l'impegno militare in Siria. L'Europa ha fatto qualcosa di concreto a favore dei migranti, contro gli scafisti e contro il trattato di Dublino, firmato anche dalla Lega. Salvini fa propaganda, il governo lavora per la condivisione del problema con i paesi europei". Salvini: "Il problema dei tagliagole islamici si risolve facendo la guerra".

  • 22:39

    Vediamo un servizio dedicato ad alcune dichiarazioni di Laura Boldrini sulla discriminazione. Cerasa: "Le parole della Boldrini sono vuote e senza senso". Salvini: "Mi taccio, lascio giudicare agli italiani". Cerasa: "Sia la Boldrini che Salvini osservano il fenomeno dell'accoglienza con un occhio solo". Salvini: "Sono favorevole alla guerra in Siria".

  • 22:27

    Salvini: "Prima dell'Euro, eravamo noi ad esportare in Germania". Romano: "L'Export italiano è cresciuto grazie a questo governo". Salvini: "Ci è stata messa in tasca una moneta sbagliata". Moscetti: "Ma noi pensavamo davvero di entrare nell'Euro, facendo una passeggiata? La colpa è delle istituzioni".

  • 22:23

    Salvini: "Il governo sta occupando militarmente il parlamento con la legge del Senato, gli immigrati e i matrimoni gay. Torniamo sulla terra". Romano: "La destra ha lasciato il paese a pezzi". Salvini: "Sono passati 4 anni. Cambiamo la legge Fornero. Quando lo facciamo?". Romani: "Salvini è un dilettante allo sbaraglio sull'economia". Salvini: "La legge sulla prostituzione non è un'idea di Salvini. Questa legge è passata anche in Svizzera e Germania. Anche sull'Euro, non la penso solo io in questo modo".

  • 22:21

    In collegamento c'è Andrea Romano del PD: "Godere delle disgrazie altrui mi sembra da sfigati. Ciò che è successo in Germania può essere un'occasione in positivo per rendere più facile l'acquisto di auto elettriche. Noi abbiamo solo da guadagnarne. Contro gli eco-reati, la Lega ha sempre fatto un passo indietro. Ci stiamo occupando di riduzione delle tasse che è già stata avviata". Salvini non è d'accordo.

  • 22:16

    Salvini: "Io sono contento di sentire queste testimonianze di persone che hanno rivisto la luce grazie a Marchionne. Quando Marchionne pontifica, dicendo quello che dobbiamo fare in Italia, però, bisogna ricordare che lui risiede in Svizzera. C'è il rammarico di una grande azienda italiana che è diventata una multinazionale che di italiano ha ben poco". Moscetti: "Salvini si dovrebbe impegnare a riportare in Italia le aziende italiane andate all'estero". Salvini: "Per questo, abbiamo proposto l'aliquota fissa al 15%".

  • 22:10

    Gumpel: "Era chiara l'esistenza di quel software. Non è un problema della Merkel ma una questione di regole europee". Salvini: "In Germania, pensano di poter fare quello che vogliono senza pagare dazio". Vediamo un servizio dedicato ad una fabbrica della Maserati.

  • 22:05

    Va in onda un servizio dedicato alla Volkswagen. Salvini: "Questo serve a far capire che noi abbiamo delle potenzialità in Italia. Bisogna ridiscutere tutto il sistema Europa. La Volkswagen è un esempio di arroganza. I tedeschi non hanno i magistrati che chiudono fabbriche e mandano a casa gli operai. I tedeschi devono scendere dal piedistallo". Cerasa: "Se è vero che questo è soltanto un caso, dobbiamo interrogarci sul caso del motore pulito. Esiste davvero?".

  • 21:58

    Moscetti: "Non bisogna esagerare con i complotti. I sindacati devono fare i sindacati e i manager devono fare i manager. Questa storia finirà nello stesso modo della Siemens e della Thyssenkrupp. I tedeschi difendono le loro aziende e farà pagare le responsabilità a chi ce le ha. Le nostre eccellenze non hanno nulla da invidiare alle altre eccellenze".

  • 21:55

    Salvini: "Nulla accade per caso. La guerra commerciale tra Germania e Stati Uniti è un'ipotesi plausibile. Dal mio punto di vista, i sindacati dovrebbero stare lontano dalle azienda. Il sistema tedesco che l'Europa ha usato per fottere l'Italia va ridimensionato". In collegamento c'è Franco Moscetti dell'Amplifon.

  • 21:42

    Gumpel: "La Germania ha un problema molto serio con quest'industria. E' l'arroganza del gigante. La Volkswagen avrebbe dovuto pagare 100 euro in più a macchina per non frodare sulle emissioni. E' una politica industriale sbagliata".

  • 21:39

    Gumpel parla di Peter Mock, l'uomo che ha scoperto la frode di Volkswagen sulle emissioni e lo definisce un "eroe". Salvini: "Il sistema stava scricchiolando. Onore al signor Peter". Cerasa: "In tanti hanno considerato il modello tedesco come un modello per tutti quanti".

  • 21:35

    In studio ci sono Matteo Salvini e Claudio Cerasa. In collegamento c'è Udo Gumpel. Salvini: "Questa storia mi ricorda che chi è senza peccato scagli la prima pietra. In Germania, sono più bravi a nascondere. Mi spiace per i lavoratori Volkswagen e per l'indotto in Italia ma un minimo di soddisfazione per la Merkel me lo porto a casa". Cerasa: "In Italia, ogni volta che c'è uno scandalo, si dice che quello è il simbolo dell'Italia. La Volkswagen non è il simbolo della Germania".

  • 21:30

    L'editoriale di Nicola Porro: "I risvolti della truffa Volkswagen saranno pesanti anche per l'Italia. Abbiamo parlato troppo del modello tedesco. Cosa sarebbe successo in Italia se lo scandalo Volkswagen fosse avvenuto ad un'azienda pubblica italiana?".

  • 21:24

    Inizio trasmissione. La puntata inizia con lo spazio a cura di Vittorio Sgarbi: "La Merkel ha inquinato la Volkswagen. La Merkel non ride più. Il governo di Berlino sapeva dello scandalo Diesel Gate. La Merkel deve continuare a stare al suo posto?".

virus-17-9-15-8.jpg

Virus - Il contagio delle idee è un programma d'approfondimento giornalistico, in onda su Rai 2 ogni giovedì a partire dalle ore 21:10, condotto dal giornalista Nicola Porro.

Il programma, oltre alle interviste con gli ospiti in studio e in collegamento e ai reportage, è composto da una serie di rubriche come il Fact-Checking di Pagella Politica, la Social Room con Greta Mauro, lo Sgarbo con Vittorio Sgarbi, il Corpo a Corpo e l'intervista di Nicola Porro in chiusura di puntata.

Virus | Rai 2 | Anticipazioni puntata 24 settembre 2015


Questa sera, andrà in onda la terza puntata della terza edizione.

Il titolo della terza puntata è Una Duna per la Merkel.

Si parlerà, infatti, del caso Volkswagen, con il modello Germania che verrà messo a confronto con il modello Italia.

Inoltre, si parlerà anche delle novità sull'immigrazione, dopo il vertice straordinario dei capi di stato UE.

Gli ospiti in studio saranno il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, e il direttore de Il Foglio, Claudio Cerasa.

Ne Il corpo a corpo, invece, Luca Barbareschi e Umberto Broccoli si confronteranno su Colosseo, beni culturali e scioperi.

A fine puntata, Nicola Porro intervisterà l'attore Michele Riondino.

Virus | Rai 2 | Dove vederlo


Virus - Il contagio delle idee andrà in onda questa sera su Rai 2 a partire dalle ore 21:10.

In streaming, il programma è visibile sul sito Rai.tv.

La puntata intera sarà disponibile il giorno dopo sempre sul sito Rai.tv, nella sezione Rai Replay.

Virus | Rai 2 | Second Screen


Il programma condotto da Nicola Porro ha un sito ufficiale.

Virus - Il contagio delle idee è presente anche su Facebook con una pagina ufficiale

La trasmissione ha anche un account ufficiale su Twitter.

Durante la messa in onda del programma, sarà possibile esprimersi a favore di uno dei due ospiti in studio attraverso gli hashtag che verranno comunicati durante la puntata.

Per il liveblogging, invece, il consueto appuntamento è su Polisblog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:10.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO