Sondaggi politici, 1° ottobre 2015: crollo Pd in caso di alleanza con Verdini

Come cambierebbe lo scenario politico nazionale in caso di alleanza Renzi-Verdini

Quanto vale in termini elettorali un'ipotetica alleanza tra Matteo Renzi e Denis Verdini? Lo scenario in questione è stato analizzato da Euromedia Research con un sondaggio i cui risultati sono finiti in mano ad alcuni parlamentari di Forza Italia e pubblicati oggi da diversi quotidiani.

Si tratta di dati quasi catastrofici per il Pd, che scenderebbe dal 32% (dato dell'ultimo sondaggio Euromedia) al 25,1%. Un calo di ben 7 punti per quella che dagli elettori del Partito Democratico sarebbe vista come una "candidatura impresentabile".

A storcere il naso per l'apertura dei Dem all'ala verdiniana sarebbero chiaramente gli elettori Pd più orientati a sinistra: il sondaggio rivela che parte di questo 7% si ricollocherebbe nel Movimento 5 Stelle o in un ipotetico listone di sinistra.

Il partito di Beppe Grillo sarebbe il principale beneficiario della situazione, portandosi dal 26% al 31,6% e diventando primo partito d'Italia.

La "nuova" sinistra invece, una lista o coalizione con minoranza Pd, Sel, Possibile di Civati, Coalizione Sociale, Rifondazione Comunista e Verdi è data dal sondaggio al 12,7% (e a un buon 8-10% senza minoranza Pd).

E il centrodestra? Anche in questo caso, i ricercatori di Euromedia hanno ipotizzato uno scenario molto probabile: Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia insieme. Questa coalizione totalizzerebbe il 29,1% dei voti.

Il sondaggio di Euromedia, società di indagine di Alessandra Ghisleri, sottolinea anche che il "primo partito" rimarrebbe quello che rimane a casa: il 37,8% è indeciso o orientato all'astensione.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO