La Gabbia | Puntata 7 ottobre 2015

La Gabbia: la puntata del 7 ottobre 2015

  • 00.29

    Finisce la puntata.

  • 00.23

    In onda un servizio sugli operai Faac che hanno ritrovato il lavoro.

  • 00.20

    Un uomo minaccia la giornalista. E i vigili le chiedono se ha l'autorizzazione per registrare.

  • 00.19

    C'è anche chi vende un biglietto per la metropolitana a 20 euro spacciandolo per un biglietto che permetta di entrare al Colosseo.

  • 00.14

    A Roma, in zona Colosseo, sono in tanti ad essere pronti a truffare il turista.

  • 00.03

    In onda un servizio sui parrucchieri cinesi e i materiali illegali utilizzati.

  • 23.54

    In onda la candid camera dell'ispettore Aguzzo, che impone l'assunzione di un giovane rom.

  • 23.50

    Da Algeria, Marocco e Turchia! La Puglia produce il 40% dell'olio italiano, il Nas ha denunciato frantoi con olio greco a Lecce.

  • 23.44

    In un servizio si racconta da dove arriva l'olio che mettiamo in tavola.

  • 23.42

    Il preside: "La decisione è stata condivisa dai genitori del consiglio di istituto. Imparare la lingua romena permette di migliorare l'integrazione con i compagni di classe. Il 20% della popolazione qui è rumena".

  • 23.39

    In onda un servizio sui bambini che a Ladispoli devono studiare il romeno. L'annuncio del preside ha scatenato le reazioni indignate di alcuni genitori.

  • 23.30

    In onda un servizio che racconta il caso della banca popolare di Vicenza.

  • 23.28

    In studio alcuni dipendenti della Remog (Brescia): la multinazionale tedesca ha assorbito i lavoratori.

  • 23.21

    Mieli: "Chi ha lavorato nel pubblico e ha fatto politica farebbe bene ad andare al ristorante e mangiare riso in bianco".

  • 23.20

    Adinolfi insiste: "I giovani non potranno andare in pensione". Mieli commenta la frase di Landini "sono pronto a occupare fabbriche per difendere il lavoro": "Frasi deliranti".

  • 23.17

    Adinolfi: "Anche la colossale spesa pensionistica è un problema per l'Italia".

  • 23.12

    In un servizio si parla del vitalizio di Vendola. E dei privilegi di altri esponenti di sinistra.

  • 23.08

    Diego Fusaro: "Scioperare è un diritto, ma presto o tardi diventerà un reato".

  • 23.07

    Borghi: "Io da quando sono consigliere regionale non ho messo fuori nemmeno una acqua minerale".

  • 23.06

    Le spese folli dei politici.

  • 23.05

    Mieli invita Tito Boeri a rilasciare meno dichiarazioni pubbliche.

  • 23.04

    Paolo Mieli: "Questa cosa è indifendibile, rincorrere i pensionati è pazzesco, è folle".

  • 23.02

    L'Inps vuole tagliare gli assegni dei pensionati che vivono all'estero. Borghi: "È inspiegabile perché il pensionato ha versato i soldi che prende come pensione e se non vive in Italia non usufruisce nemmeno dei servizi".

  • 22.56

    In un servizio si raccontano i pensionati italiani che si sono trasferiti in Tunisia per vivere meglio.

  • 22.48

    Una faccia per Roma. Cecchi Paone punta su Marchini, Barra pure. Adinolfi prevede che vincerà Di Battista. Borghi sceglie Meloni. Mieli va per Orfini.

  • 22.47

    Cecchi Paone: "Marino sta facendo figure terribili. Se ne deve andare per lui".

  • 22.46

    Linciaggio mediatico contro Marino?

  • 22.44

    Borghi ricorda che la Lega ha 300 sindaci, ma nessuno "disastroso". E nota che molti sindaci Pd sono stati coinvolti da vicende giudiziarie. Paragone cita però il caso dell'ex sindaco leghista di Treviso.

  • 22.42

    Borghi: "Se Marino riesce a rimanere in sella è memorabile".

  • 22.40

    Adinolfi: "Marino sembra Calimero, ogni cosa che fa sbaglia. È stato lui stesso a pubblicare le ricevute, provocando il disastro".

  • 22.38

    Barra: "Marino non è un buon amministratore. Siccome non riescono a mandarlo a casa per questo motivo cercano di colpirlo con la macchina del fango. Troppo accanimento".

  • 22.37

    Mieli: "Marino deve dare spiegazioni, non se la cava restituendo in ritardo quei soldi. Marino deve andarsene".

  • 22.36

    Mieli ricorda che Marino quando insegnava in America ebbe un problema per delle note spese duplicate.

  • 22.36

    Il sindaco Marino ha detto che restituirà 20 mila euro.

  • 22.33

    In studio Francesca Barra e Claudio Borghi.

  • 22.27

    In un servizio si parla delle spese (di rappresentanza?) del sindaco di Roma Marino.

  • 22.20

    Abbate: "Tutti sapevano della vita di Charamsa. La Chiesa ti punisce non appena crei scandalo".

  • 22.15

    Carmelo Abbate in studio: fece un'inchiesta sui festini gay a cui partecipavano anche gay.

  • 22.14

    Un prete bacia sulle labbra l'inviata non sapendo di essere ripreso.

  • 22.11

    Un giovane prete: "L'omosessualità è una deviazione della sessualità. Può essere curata, può essere una patologia".

  • 22.11

    In un servizio Monica Raucci raccoglie le reazioni dei preti alle parole di Charamsa".

  • 22.10

    Il Papa sta esagerando nelle aperture?

  • 22.07

    Feltri: "Papa Francesco è applaudito soprattutto dalla sinistra, questo significa che c'è qualcosa che non va o nel Papa o nella sinistra".

  • 22.07

    Mieli: "Il Papa è pro gay e combatte i ricatti della lobby".

  • 22.04

    Mieli: "Esiste una lobby che si contrappone al Papa, ma non di gay".

  • 22.00

    Cecchi Paone: "Se esiste una lobby gay in Italia allora fa schifo, visto che qui i gay non hanno ancora uno straccio di diritti".

  • 21.59

    Feltri: "Di Charamsa apprezzo la sua mancanza di ipocrisia, che si contrappone a quella di chi pur essendo omosessuale nella Chiesa fanno gli omofobi".

  • 21.56

    In onda il retroscena di Nessuno sull'attacco della lobby gay a Papa Francesco.

  • 21.48

    Alcuni preti frequenterebbero saune gay.

  • 21.44

    In onda un servizio sulla doppia vita dei preti. La testimonianza di un giovane gay che ha avuto vari incontri con prelati.

  • 21.44

    Adinolfi spiega che la Chiesta considera l'omosessualità una "condotta intrinsecamente disordinata".

  • 21.39

    Feltri: "Il termine pedofilo non significa violenza nei confronti dei bambini, ma avere una simpatia verso i bambini".

  • 21.37

    Feltri: "Non penso che Don Gino, che ha studiato teologia, non conosca il significato del termine pedofilia".

  • 21.36

    Mieli insiste: "Prima di fare la grande campagna contro Don Gino aspettiamo di vedere se la sua biografia la giustifica".

  • 21.34

    Mieli: "Don Gino è ignorante, non conosce il significato della parola pedofilia".

  • 21.32

    La Chiesa ha paura dei gay? Feltri: "La Chiesa è piena di gay".

  • 21.30

    Adinolfi: "Don Gino non rappresenta la Chiesa".

  • 21.29

    Feltri ironizza: "Amo le donne ma non mi ricordo perché".

  • 21.27

    Feltri: "Don Gino? Bisogna chiamare gli infermieri". Cecchi Paone: "Don Gino, fai schifo! Vergognati".

  • 21.21

    Don Gino non risponde alle domande dell'inviato de La Gabbia. Che lo segue anche nella sua residenza.

  • 21.19

    Le parole di Don Gino Flaim su pedofilia e omosessualità.

  • 21.18

    La puntata si apre con l'editoriale di Paragone sull'atteggiamento del Vaticano nei confronti dell'omosessualità.

  • 20.48

    Tra gli ospiti della puntata di stasera ci saranno anche Paolo Mieli, Diego Fusaro, Carmelo Abbate, Alessandro Cecchi Paone, Mario Adinolfi e Vittorio Feltri.

la gabbia 8 2 15 3

La Gabbia torna in onda questa sera su La7 alle ore 21.10 con la conduzione di Gianluigi Paragone. Il programma va in onda in diretta dagli studi di Milano. Su Blogo il liveblogging.

La Gabbia: anticipazioni e ospiti puntata stasera 7 ottobre 2015

La Gabbia torna in onda stasera. Tra i temi in primo piano l'omosessualità nella Chiesa, dopo il caso Charamsa.

Ospiti in studio saranno, tra gli altri, la giornalista Francesca Barra e l'esponente della Lega Nord Claudio Borghi.

Non mancherà la Skassakasta, la rock band con la quale il conduttore chiuderà la puntata. Presente nel cast anche Giuseppe Longinotti, nei panni dell'ispettore Aguzzo, funzionario Ue incaricato di controllare il rispetto delle direttive comunitarie al grido di 'Ce lo chiede l'Europa'.

La Gabbia: come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate de La Gabbia, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il consueto liveblogging.

La Gabbia: second screen

La Gabbia ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter @LaGabbiaTw

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO