Usa 2016: le indiscrezioni su Biden candidato? Arrivano da Biden stesso

Sarebbe stato il vicepresidente a diffondere le notizie che hanno sparso la voce di una sua candidatura

NEW YORK, NY - OCTOBER 01:  Vice President of the United States Joe Biden speaks on stage during the 2015 Concordia Summit at Grand Hyatt New York on October 1, 2015 in New York City.  (Photo by Leigh Vogel/Getty Images for Concordia Summit)

Colpo di scena (anche se piccolo) nella telenovela infinita sulla possibile candidatura in extremis del vicepresidente Joe Biden alle primarie democratiche. Riassunto delle puntate precedenti: da giugno in poi cominciano a farsi sempre più insistenti le voci secondo cui Biden, che ha da poco perso suo figlio Beau, sarebbe pronto a candidarsi contro Hillary Clinton. Le speculazioni proseguono e raggiungono il picco il 1 agosto, quando un articolo di Maureen Dowd sul New York Times riporta indiscrezioni sul fatto che il vicepresidente potrebbe candidarsi anche per rispettare le volontà del figlio, che sul letto di morte lo aveva pregato di scendere in campo.

L'articolo conteneva alcuni particolari commoventi: il fatto che Beau, morente e con metà del viso paralizzato, abbia chiesto al padre di "sedersi a parlare" e gli abbia detto di non accettare qualche "lavoro comodo" terminato il mandato alla Casa Bianca. Anzi, visto che "non gli interessa niente dei soldi", si fece promettere dal padre che si sarebbe candidato, per non "riportare la Casa Bianca ai Clinton", perché gli Stati Uniti "starebbero meglio con i valori dei Biden". Insomma, se Biden avesse deciso di scendere in campo, sarebbe stato per rispettare le volontà del figlio.

Ora però da molteplici fonti arriva un'altra indiscrezione, e cioè che quelle notizie sarebbero arrivate a Maureen Dowd da Joe Biden in persona. Questo ovviamente, se confermato, metterebbe sotto una luce diversa sia le motivazioni del vicepresidente, sia il suo atteggiamento, che finora è apparso quello di un uomo alle prese con un grave lutto, mentre potrebbe diventare ben presto quello di un bieco calcolatore che non si fa scrupoli a usare una tragedia personale per conquistare punti.

Di sicuro Biden e Maureen Dowd hanno avuto un colloquio telefonico prima della pubblicazione dell'articolo: secondo lo staff di Biden, la giornalista avrebbe semplicemente informato il vicepresidente del contenuto del pezzo, secondo altri invece sarebbe stato Biden stesso a chiedere di essere chiamato e a raccontare l'episodio. Episodio che, da allora, Biden continua a raccontare a molti amici e possibili sostenitori, per far capire che una sua eventuale discesa in campo sarebbe dovuta a ragioni emotive e non politiche – cosa che gli faciliterebbe la vita nel confronto con Hillary. Ora però queste voci rischiano di metterlo sotto una luce diversa, e visto che Biden non è nuovo a inciampi di questo tipo in campagna elettorale, potrebbero anche mettere fine una volta per tutto alle speculazioni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO