Pizza rinuncia alle elezioni

Giuseppe Pizza rinuncia a correre con la sua lista "Democrazia Cristiana" alle elezioni del 13-14 aprile. Viene così scongiurato il pericolo di rinvio o annullamento ex post della consultazione elettorale.

Dopo la problematica riammissione della lista della DC alle elezioni politiche per decisione del Consiglio di Stato due giorni fa, alle 10:30 di oggi il segretario Pizza continuava a promettere battaglia: «Berlusconi non ci comprerà, non siamo in vendita. Ci chiede di rinunciare al ricorso? Da lui ho accettato in questi anni due caffè. Nè soldi, nè poltrone, nè spazi in tv potranno convincerci a gettare la spugna. Si voti il 27 e 28 aprile».

Alle 12:30 correggeva il tiro: «stiamo lavorando a una soluzione politicamente accettabile di compromesso che spero possa trovarsi nelle prossime ore».

Alle 13:40 Pizza ha rinunciato definitivamente a presentare la propria lista alle elezioni. Cambio di idea radicale nel giro di un'ora. Resa totale e incondizionata, in cambio - apparentemente - di nulla. È un compromesso onorevole? Aspettiamo le prossime ore per scoprire chi o cosa ha convinto Pizza a rinunciare di colpo a tutte le sue pretese, proprio mentre venivano confortate dal favore degli organi giudiziari.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO