Pop-hoolista: la copertina dell'album di Fedez è contraria all'ordine pubblico?

Una lettera inviata dal ministero dello Sviluppo economico spiega come la copertina del rapper sia contraria all'ordine pubblico e al buoncostume. Ma si tratta solo della risposta a una richiesta di brevetto.

schermata-2015-11-03-alle-15-51-08.png

L'album di Fedez, Pop-Hoolista, è contrario all'ordine pubblico e al buon costume, peraltro a dirlo è il ministero dello Sviluppo economico. Messa così, la questione sembra quasi surreale. Perché contrario all'ordine pubblico e che cosa c'entra Federica Guidi, il ministro dello Sviluppo economico?

È proprio Fedez, in compagnia del suo avvocato, a dare notizia della cosa in un video postato su Facebook.

IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ha dichiarato FUORILEGGE la copertina del mio album!Un’azione che, a esser buoni,...

Posted by Fedez on Martedì 3 novembre 2015

Proviamo a fare un po' di ordine: la copertina sarebbe contraria all'ordine pubblico perché vi è raffigurato un poliziotto e contraria al buoncostume perché Fedez vomita l'arcobaleno. Nel complesso, quindi, la copertina sarebbe illegale (o almeno così dice Fedez).

La lettera infatti proviene dall'Ufficio brevetti, che fa capo al ministero dello Sviluppo economico. Per cui, verosimilmente, il ministro Guidi non c'entra assolutamente nulla. Sarebbe poi interessante poter leggere integralmente la comunicazione ricevuta dall'avvocato di Fedez (di cui vedete uno screenshot qui sotto), perché più che "copertina illegale", sembra che sia stata solo rifiutata la richiesta di brevettarne il marchio per i motivi di cui sopra.

schermata-2015-11-03-alle-15-36-28.png

Che cosa si può registrare come marchio? Sul sito dell'ufficio brevetti si legge:

La legge richiede che un segno possa essere validamente registrato come marchio nel caso in cui sia dotato di:
- novità, in quanto non confondibile con segni distintivi anteriori altrui (marchi, nomi a dominio, nomi commerciali)
- capacità distintiva, in quanto idoneo a distinguere un prodotto o servizio da quello di altri
- liceità, in quanto non contrario alla legge, all’ordine pubblico e al buon costume e, soprattutto, non idoneo a trarre in inganno i consumatori sulla provenienza geografica, sulle caratteristiche e le qualità dei relativi prodotti e servizi.

Di conseguenza, non c'è niente di fuorilegge o illegale, semplicemente la richiesta di Fedez (da sottolineare come infatti la comunicazione del ministro è una risposta a una richiesta) non è rispondente ai criteri della legge.

Per questa ragione, il fatto che poi Fedez si metta davanti al computer a elencare le "magliette illegali" che possiede perché raffigurano maiali in divisa o simili non ha senso; perché nessuno ha fatto richiesta di brevetto per quei marchi, e se l'avesse fatta gli sarebbe stata negata.

La cosa viene chiarita anche dallo stesso ministero: "Il problema si è posto perché per la prima volta un cantante ha chiesto di registrare un marchio (”Pop-hoolista”) con il nome dello stesso album. I contenuti del marchio, ed in particolare l’immagine di un poliziotto che sembra picchiare un personaggio che sta vomitando, sono sembrati all’Ufficio italiano dei marchi e dei brevetti come non rispondenti alla normativa che regola la tutela dei brand. Per questo motivo è stato chiesto a Fedez di illustrare meglio la sua domanda di tutela del marchio"

Al di là del sospetto che la cosa sia stata in qualche modo orchestrata per fare un po' di pop-hoolismo, è sicuro che l'entourage di Fedez abbia fatto festa.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO