Altri tre addii nel Partito Democratico?

I bersaniani Alfredo D'Attorre, Carlo Galli e Vincenzo Folino pronti a lasciare il partito. Ma la cosa non preoccupa Renzi.

schermata-2015-11-03-alle-19-42-33.png

Per quanto riguarda il più noto dei tre, Alfredo D'Attorre, la cosa era già stata anticipata da qualche tempo, adesso si scopre però che gli addii probabili al Pd da parte di esponenti della minoranza del partito sono tre: oltre a D'Attorre sono pronti a fare le valigie Carlo Galli e Vincenzo Folino.

A quanto pare, l'annuncio arriverà domani nel corso di una conferenza stampa, anche se per il momento D'Attorre non conferma nulla e per ogni nuova rimanda all'intervento che farà stasera all'Assemblea del Pd convocata dallo stesso Renzi per discutere della legge di stabilità.

Una riunione in cui, però, di spazio per discutere ce ne sarà ben poco, visto che da quanto filtra l'intenzione del premier è quello di promuovere la sua manovra, mettere a tacere le critiche e poi concludere il tutto. Bisogna capire se gli sarà data la possibilità di gestire in questo modo l'assemblea.

Come che sia, il premier non sembra preoccuparsi degli imminenti nuovi addi: in un'intervista rilasciata a Bruno Vespa Renzi fa infatti sapere che "chi va a raggiungere Landini, Camusso, Vendola, Fassina faccia pure. Io non seguo la logica del vecchio Pci: mai nemici a sinistra. Se si vuole militare in una sinistra di testimonianza, d'accordo. Ma, con questa sinistra, certo non si può governare".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO