Virus - Il contagio delle idee | Puntata 5 novembre 2015

Virus | La puntata del 5 novembre 2015.

  • 23:58

    Nicola Porro intervista Maurizio Gardini, presidente di Confcooperative: "Expo è stato un grande evento. Avrei voluto che la Carta di Milano fosse stato un accordo un po' più forte". La puntata di stasera termina qui.

  • 23:38

    Petracalvina: "La prova del DNA basterebbe a condannare Bossetti. Bossetti, l'unica volta che ha parlato, ha detto un mare di bugie e si è beccato pure una querela". Telese: "Molti indizi sono già caduti".

  • 23:35

    Tinti: "In tutto il mondo, la prova del DNA è considerata una prova sicura che quella persona si trovava in una certa situazione. Non è una prova di colpevolezza. La presenza del DNA va spiegata. La cronaca nera stimola una curiosità malsana nelle persone ma fa mercato".

  • 23:30

    Petracalvina: "Quei filmati agli atti ci sono". Lucarelli: "Per i giornali, il garantismo è diverso: finché uno non viene giudicato innocente, è colpevole. Non sono garantista nei confronti di Bossetti. La catena indiziaria è pesante e grave. Non c'è nulla che alleggerisca la posizione di Bossetti".

  • 23:23

    In collegamento c'è l'avvocato di Bossetti, Claudio Salvagni: "In Italia, esiste una presunzione di non colpevolezza. Consegnare ai media quel video è altamente suggestivo. I processi si fanno nelle aule di tribunale. Una persona deve essere giudicata in un clima di serenità". Petracalvina: "Ricordiamoci che c'è una vittima".

  • 23:18

    Lucarelli: "Il filmato dell'arresto non ha nessuna utilità per il processo. Quel filmato lavora sulle nostre suggestioni ed è pericoloso". Petracalvina: "Il filmato del furgone proviene da ore e ore di filmati". In collegamento c'è Bruno Tinti: "Il filmato non costituisce prova nel processo. E' stato realizzato per i media. Questa modalità delle forze dell'ordine per farsi pubblicità è vecchia come il cucco. Il filmato dell'arresto è vergognoso. Il filmato del furgone è ignobile. Queste manipolazioni, però, non avranno effetto sulla corte d'Assise".

  • 23:12

    Telese: "Il bollino dei Carabinieri è un marchio di verità. Dare questo video ai giornalisti è ingannare". Petracalvina: "Non è un falso. Quel video esiste. Il furgone di Bossetto è stato immortalato da 5 telecamere". In collegamento c'è Selvaggia Lucarelli: "I media sono diventati dei cannibali. Sono affamati di scoop ed esclusive. Riguardo il filmato del furgone, in due immagini si è stabilito che era il furgone di Bossetti. Sono stati analizzati migliaia di furgoni. Quel video non è completamente inattendibile".

  • 23:07

    In studio ci sono Luca Telese e Ilenia Petracalvina. Pietracalvina: "Per me, il furgone non è una manipolazione. Bisogna parlare dell'assemblaggio delle immagini che potrebbe mettere in dubbio la veridicità di quello che vediamo". Va in onda il video del furgone. Telese: "In alcuni fotogrammi, si vedono solo fari nella notte. Il comandante dei Ris ha detto testuale di aver costruito il video per i media".

  • 23:00

    Gomez: "Lo scandalo in Vaticano potrebbe avere ripercussioni sulla politica se saltassero fuori i nomi dei correntisti". E' il momento de Il Corpo a Corpo: si parla del processo a Massimo Bosetti per l'omicidio di Yara Gambirasio. La domanda è la seguente: "Bossetti è già stato condannato prima del processo?". Va in onda un servizio riguardante l'arresto di Bossetti.

  • 22:53

    Salvini: "Le sanzioni alla Russia sono demenziali. Molte imprese italiane sono state devastate. Non sono sanzioni economiche per i diritti umani. Qualcuno vuole fare entrare la Turchia in Europa che sta occupando militarmente una parte del Cipro. E' una guerra economica iniziata dagli Stati Uniti. Io sto con Putin". Va in onda un servizio dedicato ai retroscena di Luigi Bisignani sul Vaticano.

  • 22:46

    Va in onda un servizio dedicato all'Europa e alle sanzioni alla Russia. Rotta: "Ci rendiamo conto della penalizzazione per le imprese. Spero che questo imbargo duri il meno possibile. Non si può appartenere, però, alla comunità internazionale a fasi alterne. La Russia deve tornare sui propri passi per quanto riguarda l'Ucraina". Va in onda un servizio sui prodotti italiani in Russia.

  • 22:33

    Salvini: "I terremotati in Emilia vivono ancora nei container. In Sicilia, Crocetta è arrivato alla quarta giunta. Quando lo mandiamo a casa?". Gomez: "In Sicilia, c'è un problema di classe politica sconcertante. Il PD ha imbarcato personaggi di ogni tipo. La responsabilità è dei vari schieramenti". Accorinti: "Gli acquedotti vanno ristrutturati ma sono operazioni che non può fare il comune. Facciamo tutto il possibile per salvaguardare la città. Noi facciamo la nostra parte. In altri comuni, non posso agire. Rispetto al nord, c'è una differenza di infrastrutture inaccettabile. E' scandaloso che nel masterplan del progetto europeo non c'è la città di Messina". Rotta: "Siamo cercando di programmare meglio gli anni a venire. I cittadini si devono ricordare di tutto questo quando vanno al voto".

  • 22:28

    Salvini: "In Sicilia, il potere agli enti locali va tolto. L'autonomia non esiste. Serve un commissario. Chi la gestisce, non è capace". Rotta: "Chi ha le proprie responsabilità, se le prenda, anche i cittadini che hanno votato. Riguardo il dissesto, troppo poco è stato fatto".

  • 22:25

    In collegamento c'è Peter Gomez: "Riguardo i vitalizi, sono cifre grandi. Nessuno dice di togliere tutto ma per recuperare credibilità bisogna dare il buon esempio". Va in onda un servizio dedicato a Messina. In collegamento c'è il sindaco Renato Accorinti: "La responsabilità è quella di non aver messo mano al dissesto idrogeologico. Messina è la città più esposta. Non voglio nascondermi dietro un dito". Salvini: "Qualcuno negli anni passati, evidentemente, non ha fatto quello che doveva fare. Questa è incapacità. Il federalismo non c'entra".

  • 22:13

    Brambilla: "Togliere di punto in bianco la Fornero non è possibile. Avremmo problemi con l'Europa e con i mercati finanziari. E' una riforma criticabile ma depennarla sarebbe un grosso problema". Va in onda un filmato dedicato alle pensione ai politici.

  • 22:07

    Rotta: "C'è maggiore fiducia alla vita. L'economia è al rialzo e i consumi sono aumentati". Salvini: "Non mi accontento dello "zero virgola". Siamo l'unico paese ad aver dato 80 euro a chi già lavora". Rotta: "In questa legge di stabilità, ci sono 600 milioni per i poveri e gli incapienti". Salvini: "Prendiamo gli 80 euro e utilizziamoli per fare la riforma delle pensioni".

  • 22:05

    Salvini: "Sul contributivo sono d'accordo. In Italia, però, è il paese dove si va in pensione più tardi". Rotta: "Le manovre della Lega sono fantasiose come la tassa sulla prostituzione". Salvini: "La tassazione della prostituzione si trova in molti paesi europei". Rotta: "Sono coperture fantasiose".

  • 22:02

    Rotta: "La legge di stabilità guarda a tutti, anche a precari. Abbiamo dato loro una risposta. Gli insegnanti hanno ottenuto 500 euro di bonus, ad esempio. Abbiamo accolto le richieste delle partite Iva". Salvini: "Ci sono 20mila esodati a quattro anni dalla legge Fornero". Rotta: "Abbiamo salvaguardato gli esodati. La manovra Fornero è stata necessaria perché era stato creato un buco". Salvini: "La Lega è stata l'unica a non aver votato la Fornero".

  • 21:50

    Salvini: "La democrazia prevede rispetto. Sono imbecilli e disadattati. Ci saranno tante forze dell'ordine costrette a controllare queste persone alle quali non hanno insegnato il rispetto". In collegamento c'è Alessandro Amadori: "Rileviamo le intenzioni di voto e l'indicatore di fiducia nei leader politici. Salvini ha un indicatore di fiducia del 25%. Tra gli elettori di centrodestra, la fiducia sale al 63%. Sul tema dell'immigrazione, la fiducia sale all'85%. Sul tema dell'economia, la fiducia scende al 51%".

  • 21:42

    In studio ci sono Matteo Salvini e Alessia Rotta. Salvini: "Ho cenato con Ermes 15 giorni fa. Ermes era invalido e prendeva poco più di 100 euro al mese. Ermes era esasperato per i continui furti. Dobbiamo fare qualcosa. I cattivi sono stati condannati solo a 4 mesi. Spero che la sua sia una morte vana". Salvini sulla manifestazione: "Dal palco, parleranno tante persone come Ermes. Sono contento della presenza di Berlusconi". Va in onda un servizio dedicato alla visita di Salvini a Bologna di un anno fa.

  • 21:36

    L'editoriale di Nicola Porro è concentrato sulla morte di Ermes Mattielli: "Dopo aver sparato ai ladri, Ermes è stato condannato a 5 anni e a pagare 135mila euro. Ermes è morto di crepacuore dopo la condanna. Ermes era un invisibile. Su questo argomento, non ci si può dividere. Serve buon senso da parte della politica".

  • 21:31

    Inizio trasmissione. La puntata inizia con gli Sgarbi di Virus. Sgarbi: "Il commissario Tronca, come prima cosa, è andato da Bergoglio e ha fatto un leggero inchino. Perché lì c'è il potere". Sgarbi parla anche del rapporto tra omosessualità e Chiesa e della morte di sua madre.

virus-29-10-15-7.jpg

Virus - Il contagio delle idee è un programma d'approfondimento giornalistico, in onda su Rai 2 ogni giovedì a partire dalle ore 21:15, condotto dal giornalista Nicola Porro.

Il programma, oltre alle interviste con gli ospiti in studio e in collegamento e ai reportage, è composto da una serie di rubriche come il Fact-Checking di Pagella Politica, la Social Room con Greta Mauro, gli Sgarbi di Virus con Vittorio Sgarbi, il Corpo a Corpo e l'intervista di Nicola Porro in chiusura di puntata.

Virus | Rai 2 | Anticipazioni puntata 5 novembre 2015


Questa sera, andrà in onda la nona puntata della terza edizione.

Si parlerà, tra i tanti argomenti, anche della manifestazione del centrodestra contro il governo a Bologna.

Gli ospiti in studio e in collegamento saranno Matteo Salvini, il leader della Lega che stasera parlerà di pensioni, tasse e lavoro, Alessia Rotta, responsabile Comunicazione del Partito Democratico, e Peter Gomez, direttore del sito de Il Fatto Quotidiano.

Il Corpo a Corpo di questa sera sarà dedicato alle polemiche riguardanti il processo a Massimo Bossetti per l'omicidio di Yara Gambirasio.

A fine puntata, Nicola Porro intervisterà Maurizio Gardini, presidente di Confcooperative.

Virus | Rai 2 | Dove vederlo


Virus - Il contagio delle idee andrà in onda questa sera su Rai 2 a partire dalle ore 21:15.

In streaming, il programma è visibile sul sito Rai.tv.

La puntata intera sarà disponibile il giorno dopo sempre sul sito Rai.tv, nella sezione Rai Replay.

Virus | Rai 2 | Second Screen


Il programma condotto da Nicola Porro ha un sito ufficiale.

Virus - Il contagio delle idee è presente anche su Facebook con una pagina ufficiale

La trasmissione ha anche un account ufficiale su Twitter.

Durante la messa in onda del programma, sarà possibile esprimersi a favore di uno dei due ospiti in studio attraverso gli hashtag che verranno comunicati durante la puntata.

Per il liveblogging, invece, il consueto appuntamento è su Polisblog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:15.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO