DiMartedì | Puntata 10 novembre 2015

DiMartedì: la puntata del 10 novembre 2015

  • 00.55

    Finisce la puntata. Alè.

  • 00.52

    In onda una clip realizzata da Stern, economista e accademico: come uomo e natura devono convivere nel rispetto reciproco.

  • 00.49

    Bongiorno: "Odio le quote rosa, servono quote fucsia per selezionare donne di valore".

  • 00.46

    Bongiorno: "Gli uomini pensano di assolvere ai doveri accompagnando i figli a scuola. La donna può lavorare ma deve fare anche altro diventando ostaggio dell’uomo".

  • 00.43

    Bongiorno promuove il suo libro, Le donne corrono da sole.

  • 00.40

    Bongiorno: "Alla Chaouqui amareggia che si sospetti un tradimento nei confronti del Papa".

  • 00.38

    Bongiorno: "Chaouqui ha commesso leggerezza, ma non è un corvo. È un moscerino. Escludo che i documenti siano usciti da lei".

  • 00.36

    Giulia Bongiorno in studio. Difende Francesca Chaouqui.

  • 00.35

    Ruocco con riferimento ai debiti dell'Unità: "Saldare i debiti di un giornale non è una nostra prerogativa, a noi interessano i voti dei cittadini liberi".

  • 00.29

    Ruocco: "Dal primo giorno che siamo entrati in Parlamento abbiamo avanzato tantissime proposte. La Stabilità di Renzi non la voteremo, non ci convince in tanti punti".

  • 00.27

    Ruocco: "Siamo aperti alla cittadinanza, non facciamo votare alle primarie i cinesi e non paghiamo".

  • 00.24

    Ruocco nota che il M5S è l'unico ad avere già il nome del candidato sindaco a Milano e Torino.

  • 00.23

    Carla Ruocco del M5S in studio.

  • 00.20

    Cacciari: "Non credo che i nuovi movimenti di sinistra ora possano avere spazio tra Renzi e M5S".

  • 00.18

    Cacciari: "Il M5S si sta evolvendo, Grillo e Casaleggio si stanno lentamente ritirando e stanno emergendo figure capaci di analisi e di discorsi non demagogici".

  • 00.15

    Cacciari: "Renzi se vuole diventare un vero capo deve organizzare un vero partito. La politica la fai con gruppi dirigenti forti e competenti".

  • 00.13

    Cacciari: "Il Pd è un partito personale, è Renzi. Boschi, Orfini e gli altri dipendono totalmente dal capo".

  • 00.11

    Cacciari: "Il Pd non è mai nato, è il partito di Renzi".

  • 00.02

    Viene riproposta la copertina di Crozza della scorsa settimana.

  • 23.54

    Cazzola: "Difendo la riforma Fornero, mi farò fucilare dicendo 'Viva la Fornero".

  • 23.53

    La proposta di Damiano è di far andare in pensione quattro anni prima, cioè a 62 anni e 7 mesi.

  • 23.50

    Rizzo: "Boeri ha sollevato un problema di equità, non vorrei che facesse la fine di Cottarelli".

  • 23.49

    Lubrano ricorda che 2 milioni di italiani tentano di vivere con 500 euro al mese.

  • 23.46

    Rizzo: "Damiano quando prenderà il vitalizio prenderà anche la pensione da lavoratore. Quasi tutti i parlamentari hanno oltre il vitalizio una pensione. Che non tutti hanno pagato con i contributi. Perché se vieni eletto in Parlamento scatta il meccanismo dei contributi figurativi".

  • 23.44

    Alessandrucci ritiene che chi è "più ricco deve rinunciare a dei privilegi".

  • 23.40

    Secondo Cazzola, la proposta Boeri non porta vantaggi ai giovani.

  • 23.40

    Cazzola su Boeri: "Non ho mai visto un Presidente dell'Inps dire le sue idee quando il governo la pensa diversamente".

  • 23.37

    Damiano: "Il governo ha fatto bene a bocciare la proposta di Boeri, ce ne sono già diverse in Parlamento"

  • 23.35

    Damiano ricorda: "Ho rinunciato alla pensione da ministro, a più di 3000 euro mensili dal 2008".

  • 23.32

    In un servizio si parla di vitalizi.

  • 23.21

    Anche Danilo Iervolino in studio, è il Presidente Università Telematica. In un servizio si racconta la sanità in Israele.

  • 23.20

    Secondo Speranza bisogna "innalzare il livello di lotta all'evasione fiscale".

  • 23.19

    Toti nota che le Regioni hanno tagliato il 40% per spending review, mentre il governo centrale solo il 10%.

  • 23.18

    Lubrano nota che ",ai come oggi l'Italia è un Paese di debitori" al punto che "non si fa in tempo a chiudere il bilancio famigliare".

  • 23.16

    Marella: "L'Istat denuncia le difficoltà a pagare le bollette, bisognerebbe fare un fondo per le famiglie".

  • 23.10

    Toti: "Bisogna vedere cosa il governo darà indietro ai Comuni a cui chiede di togliere la tassa sulla casa".

  • 23.07

    Toti: "L'abolizione della Tasi mi vede favorevole, il tema però è chi paga il conto della manovra finanziaria".

  • 23.07

    Marella sulla Tari: "E' salita del 2% e la coperta è sempre più corta, aumentano le tasse". Lubrano: "Non mi sorprende che ci siano fregature".

  • 23.04

    Marella spiega le novità che riguardano il catasto: da ieri sera sono accessibili a tutti i metri quadri catastali.

  • 23.01

    Si parla di casa, in studio anche Marella e Lubrano.

  • 22.53

    Bonini ancora su Carminati: "Ha capito che non bisogna usare la pistola ma agire nel mondo di mezzo. Roma è terra di mezzo".

  • 22.48

    Bonini: "Carminati era uno dei più determinati killer della banda della Magliana".

  • 22.46

    Bonini: "La Banda della Magliana era ed è lo strumento di controllo delle organizzazioni criminali a Roma".

  • 22.42

    In studio il giornalista Bonini, autore di Suburra.

  • 22.39

    Nuzzi: "Il Papa non può sapere tutto, ogni amministrazione è a sé".

  • 22.38

    Nuzzi: "Lo Ior è la peggior banca che ci sia stata in Italia. Il Papa sta cercando di cambiarla, ma ci vuole molto tempo".

  • 22.35

    Nuzzi: "Per Bertone c'è l'ipotesi che abbia usato I fondi del Bambin Gesù per ristrutturare la sua casa".

  • 22.34

    Nuzzi: "Il Papa è l'unico che vive in 50 metri quadrati, centinaia di vescovi vivono in appartamenti a canone zero di 3-400 metri quadrati".

  • 22.33

    Nuzzi: "Io ho fatto il mio mestiere, non ho rubato le carte, chi me le ha date ne aveva piena disponibilità".

  • 22.30

    Nuzzi in studio.

  • 22.25

    Orfini sulle pensioni: "Abbiamo evitato di fare guai agendo frettolosamente, Boeri è giusto che faccia proposte". Orfini spiega che il candidato sindaco di Roma sarà scelto dalle primarie.

  • 22.22

    Orfini sugli 80 euro: "La più grande operazione di ridistribuzione di ricchezza, fatto da un governo considerato di destra". In un servizio si parla della proposta di Boeri sulle pensioni.

  • 22.18

    Orfini: "Il tetto dei contatti a 3000 euro io non lo avrei messo nella Stabilità, è un errore, ma non penso che voglia favorire gli evasori".

  • 22.16

    Orfini: "La sinistra italiana è il partito democratico. Le scissioni non sono mai andate bene nella storia della sinistra italiana".

  • 22.14

    In studio Matteo Orfini. In onda un servizio sul nuovo partito di sinistra fondato da Fassina.

  • 22.13

    Vespa: "Io sindaco di Roma? No, lo farei malissimo mi ammazzerebbero dopo 5 giorni".

  • 22.13

    Vespa sul Papa: "Sta molto più avanti della Chiesa, è un uomo straordinario".

  • 22.09

    Vespa: "Renzi ha capito che la gente non spende anche se ha i soldi. E così ha tolto la tassa sulla prima casa".

  • 22.06

    Bruno Vespa: "La grande forza di Renzi è che non ci sono alternative. Inoltre la stampa e l'opinione pubblica ha difficoltà a trattarlo come trattava Berlusconi. Parlarne male è più complicato perché viene dalla sinistra".

  • 22.03

    Vespa: "Renzi ha ammesso che sta facendo le riforme di Berlusconi. Che Berlusconi non ha fatto, però".

  • 22.02

    Vespa: "La Meloni è molto migliorata, è di destra, non ha cambiato cavallo".

  • 22.01

    Secondo Vespa, Renzi dovrebbe allargare la sua squadra, composta da Lotti e Boschi". E lo accusa di non essere riuscito a scalfire l'asse franco-tedesco.

  • 21.59

    Vespa: "Non trovo nessuno che dica che la Boschi non è brava. Lei è brava, studia come una matta, di fatto fa la vice del presidente del Consiglio".

  • 21.57

    Meloni: "In Mafia Capitale non ci sono persone di Fratelli d'Italia coinvolte".

  • 21.56

    Meloni: "Ho fatto autocritica, ho detto più volte che Alemanno e il centrodestra non hanno governato bene Roma".

  • 21.53

    Cacciari: "Populismo è non dare soluzioni".

  • 21.52

    Meloni: "Fare la battaglia per i poveri non è populismo, come la derubrica l'intellighenzia".

  • 21.51

    Meloni: "Questa Europa è ridicola, e ciò non significa avere una politica radicale".

  • 21.49

    Meloni: "Se facesse cose giuste non avrei problemi a votarlo. Ma non sta facendo cose giuste".

  • 21.47

    Rondolino sospetta che un centrodestra anti-europeo possa dare una mano dal punto di vista elettorale a Renzi.

  • 21.46

    In un servizio si parla di ricchi e di poveri.

  • 21.44

    Cacciari: "L'idea della leadership che nasce dal basso è pura retorica. L'idea che un gruppo dal basso scelga un leader è retorica".

  • 21.43

    Meloni: "La leadership non si inventa, non si cala dall'alto".

  • 21.41

    Meloni: "La Le Pen si rende conto che lo scontro oggi è tra i diritti dei molti e gli interessi dei pochi". Secondo Cacciari il centrodestra deve inventarsi una leadership, che non può essere né Salvini né Meloni.

  • 21.38

    Meloni: "Tagliare alcune tasse non significa abbassare la pressione fiscale perché non tagliano la spesa che poi va coperta con nuove tasse".

  • 21.37

    Meloni: "Non è vero che Renzi sta attuando il programma di centrodestra".

  • 21.31

    Crozza sulla manifestazione di Bologna: "I moderati italiani hanno nuovamente una casa. È Casapound, ma fa niente".

  • 21.30

    Maurizio Crozza.

  • 21.27

    Sondaggi.

  • 21.26

    Abracadabra baby sul Vaticano.

  • 21.17

    Floris annuncia i temi e gli ospiti. Che sono Matteo Orfini, Giovanni Toti, Paola Marella, Antonio Lubrano, Rober Speranza, Elisa Calessi, Bruno Vespa, Giorgia Meloni, Carla Ruocco, Massimo Cacciari, Cesare Damiano, GianluigiNuzzi e Sergio Rizzo

giovannif

Andrà in onda stasera a partire dalle 21:10 una nuova puntata di DiMartedì, il talk show di La7 condotto da Giovanni Floris, che seguiremo in liveblogging su Blogo.

DiMartedì | Anticipazioni puntata 10 novembre 2015

DiMartedì: tra gli ospiti il presidente del Partito Democratico Matteo Orfini e il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. All'interno della puntata i sondaggi Ipsos di Nando Pagnoncelli.

Tra i temi in discussione il Pd e il centrodestra che si riorganizza, il cammino della legge di Stabilità in Parlamento, le novità per il fisco e le pensioni.

DiMartedì | Maurizio Crozza

crorr

In apertura di puntata la tradizionale copertina satirica di Maurizio Crozza.

DiMartedì | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di DiMartedì, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

DiMartedì | Second screen

DiMartedì ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO