G20 Antalya (Turchia): Putin incontra Obama e Renzi

Molto importante sarà la riunione Quint tra Matteo Renzi, Angela Merkel, Barack Obama, David Cameron e Laurent Fabius.

I leader di Arabia Saudita, Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Corea del Sud, Francia, Germania, Giappone, Italia, India, Indonesia, Messico, Regno Unito, Russia, Stati Uniti, Sudafrica, Turchia e Unione Europea sono riuniti ad Antalya, in Turchia, per il G20. A fare gli onori di casa c'è, ovviamente, il Presidente turco Recyp Erdogan, ma gli occhi sono puntati soprattutto su Vladimir Putin e i suoi incontri bilaterali, perché la collaborazione della Russia è considerata fondamentale nella lotta al terrorismo, tema che, per forza di cose dopo i fatti di Parigi del 13 novembre, è diventato centrale nel summit di Antalya.

Nella sessione di ieri dedicata alla crescita e all'economia globale il tema del terrorismo è stato esaminato dal punto di vista del contrasto alle risorse che lo sostengono. I leader che stanno partecipando al G20 sono concordi sulla necessità di bloccare gli asset finanziari dei terroristi, ma anche di rafforzare i controlli di frontiera e le misure di sicurezza in aviazione.

Vladimir Putin e Barack Obama si sono salutati subito all'inizio del vertice ieri, poi hanno avuto un colloquio di circa mezz'ora che non è stato etichettato propriamente come incontro bilaterale, ma che è stato molto importante perché si è parlato del conflitto in Siria, argomento su cui Washington e Mosca sono d'accordo e puntano a un immediato cessate il fuoco e a una transizione politica per la quale serve che l'Onu favorisca il dialogo tra il regime di Bashar al-Assad e l'opposizione.

Stamattina, invece, Putin ha incontrato il Premier italiano Matteo Renzi per un vero e proprio incontro bilaterale e anche in questo caso l'argomento di discussione non può che essere il conflitto in Siria e il terrorismo dell'Isis.
All'inizio del meeting Renzi ha detto:

"L'unità di tutti noi è decisiva per la sfida contro il terrorismo e per un rinnovato rapporto di amicizia tra di noi"

Putin è sembrato molto soddisfatto dell'incontro e in generale dei rapporti tra Italia e Russia e ha ribadito la collaborazione tra i due Paesi sulla sicurezza, l'economia, lo sviluppo, poi ha aggiunto:

"Mi voglio congratulare per Expo 2015, una manifestazione visitata da tantissima gente, 22 milioni di persone, e ci fa piacere che il padiglione russo sia stato visitato da più di quattro milioni di persone"

Prima di parlare con Putin, Renzi oggi ha avuto un incontro bilaterale anche con il Primo ministro canadese Justin Trudeau.

Oggi pomeriggio, a partire dalle ore 14:15 italiane (le 15:15 ad Antalya), ci sarà la Quint, la riunione tra cinque Paesi: Italia, Germania, Usa, Gran Bretagna e Francia. Vi parteciperanno dunque Matteo Renzi, Angela Merkel, Barack Obama, David Cameron e Laurent Fabius, il ministro degli Esteri francese che si è presentato al posto del Presidente Francois Hollande che, per ovvi motivi, ha preferito restare in patria in questo momento particolarmente difficile per il suo Paese. Anche durante la Quint il tema della lotta al terrorismo sarà centrale, ma sicuramente si parlerà anche del problema dei migranti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO