Elezioni Francia 2015: chi è Marion Le Pen

Marion Le Pen, 26 anni, è il nuovo volto del Front National. Ma ormai si è affermata come prossima erede della dinastia. Ecco un suo profilo.

Marion Le Pen, assieme alla zia Marina, è la vera trionfatrice delle elezioni regionali in Francia: il 40% (e rotti) conquistato al primo turno con la sua candidatura alla presidenza della regione Provence-Alpes-Cote-d'Azur pone un'ipoteca durissima sul secondo turno, tanto che il Partito Socialista ha deciso di ritirare i suoi candidati nel tentativo di sbarrare la strada alla giovane nipote del fondatore Jean Marie.

Ma chi è Marion Le Pen, e come ha fatto - a soli 26 anni - a imporsi come politica di razza e nuovo volto del Front National? È già da parecchio, a dire la verità, che si sente parlare di lei. Per la precisione da quando è scoppiata la guerra tra Marine e il patriarca Jean Marie, ormai espulso dal partito a causa delle continue provocazioni antisemite e xenofobe che rovinavano l'immagine "normalizzata" del Front National di Marine Le Pen. È in questo contesto che si inizia a conoscere Marion, nipote prediletta di Jean Marie che sembra sponsorizzata da quest'ultimo in ottica anti-Marine.

E in effetti per lungo tempo tra la leader del partito e la nuova rampolla della dinastia va in scena un duro confronto, in cui Marion sta dalla parte del nonno creandosi la fama di leader del futuro nell'ala più dura del partito. D'altra la carriera politica di Marion Le Pen (per quanto facilitata dal cognome, all'interno di un partito chiaramente monarchico) è davvero da record: classe 1989, è diventata parlamentare per la prima volta nel 2012, quindi alla tenera età di 23 anni, divenendo la più giovane parlamentare della storia francese.

Il vero esordio in politica è però all'età di... tre anni. Quando compare, siamo nel 1992, in un manifesto elettorale in braccio al nonno. Eppure la sua infanzia non è delle più semplici. Figlia di Samuel Marechal (ragion per cui il cognome, fino a poco, era spesso indicato come "Marechal-Le Pen") - fondatore del movimento giovanile del FN - e di Yann Le Pen - seconda figlia di Jean Marie - per i primi tre anni è stato però cresciuta dalla zia Marine. Nel 2013, poi, si scopre che il padre naturale era un altro: Roger Aque, giornalista. La rivelazione, però, vale solo per i francesi, visto che Marion era al corrente di tutto già dal 2002 e, anzi, aveva già instaurato un rapporto di confidenza con il padre naturale.

Cattolica praticante, si è posata con l'imprenditore Matthieu Decosse con il quale ha già una figlia, Olympe. Lavoro e famiglia, quindi. Una situazione che l'ha portata ad abbandonare la carriera universitaria già nel 2012, dopo aver preso una laurea in diritto pubblico all’Università parigina Panthéon-Assas. Ma questa particolare situazione era stata descritta da lei pochi mesi fa: "Sono passata direttamente dai banchi dell’università al Parlamento, e non credo che alle prossime elezioni mi ricandiderò. Ho voglia di vedere altre cose, di aver paura di perdere il posto di lavoro come accade ai miei coetanei. Quella che faccio ora, diciamocelo, non è mica la vita vera".

Poi, la candidatura alle regionali. Evidentemente, ha cambiato idea. Oppure il suo destino è già segnato, come dimostra il successo lampo tra gli attivisti - nel 2014 è la più votata dal comitato centrale del partito - e tra i mass media, che se la contendono nei talk show. E oggi vola verso la presidenza della regione. Dal punto di vista politico, la sua visione è vicina a quella del FN guidato da Marine, nonostante si sia smarcata dalla volontà di ripristinare la pena di morte.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO