Matteo Renzi in Libano per visitare il contingente italiano

Il premier è sbarcato questa mattina a Beirut per incontrare i soldati italiani della missione Unifil.

Matteo Renzi è sbarcato questa mattina, attorno alle 9 ora italiana, a Beirut, in Libano, per visitare il contingente italiano della missione Unifil di stanza a Shama, dove si trova oltre mille militari, uno dei più grossi contingenti italiani.

Con il premier, era presente anche il Capo di stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano; entrambi sono stati accolti dal comandante Luciano Portolano. Terminata la visita a Shama, Renzi tornerà a Beirut per incontrare il primo ministro Tammam Salam e il presidente del Parlamento Nabih Berri.

La visita, comunque, non è casuale; visto che il paese dei cedri è da tempo uno dei protagonisti della guerra civile siriana e che giusto ieri ha visto l'uccisione di uno dei leader di Hezbollah da parte di uno dei gruppi ribelli che lottano contro il regime di Damasco (anche se il gruppo militare islamico libanese imputa la responsabilità a Israele).

La situazione del Libano, in questo frangente, è sempre più delicata, come spiega bene l'HuffPost:

Secondo fonti della sicurezza di Beirut, la strategia di espansione dello Stato islamico in Medio Oriente punta sempre più al Libano, dove conta di sfruttare le divisioni confessionali e politiche del Paese. Sulle montagne del Qalamoun, al confine siriano-libanese, i miliziani stanno cercando di prendere il controllo di alcuni villaggi libanesi. Il generale Abbas Ibrahim, responsabile della sicurezza libanese, ha dichiarato che le forze del Libano sono impegnate per evitare che i miliziani entrino in territorio libanese. È comprensibile come una minaccia del genere porti il Libano a cercare sempre più l’appoggio, anche militare, della comunità internazionale.

Ed è proprio in questo quadro che va letta la visita di Matteo Renzi, visto che dal punto di vista militare l'esercito italiano negli ultimi anni - proprio con la missione Unifil - ha svolto un fondamentale (e apprezzato) ruolo di cuscinetto tra il Libano e Israele.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO