Usa 2016. Trump contro Cruz: "È nato in Canada, non è eleggibile"

Ted Cruz è nato in Canada da madre statunitense, secondo Trump questo basterebbe a renderlo ineleggibile

Donald Trump

A poco più di tre settimane dal primo vero voto nelle primarie per Usa 2016 – i caucus in Iowa – Donald Trump ha iniziato ad attaccare il candidato che rischia di togliergli la leadership nel primo stato, ovvero Ted Cruz. Gli ultimi sondaggi mostrano il senatore del Texas in costante crescita, e lo stesso Trump ha dovuto ammetterlo, ma al tempo stesso ha fatto capire che non esiterà a ribattere colpo su colpo. I due finora si erano tenuti lontani dalle polemiche, ma ora il magnate ha aperto le danze tirando in ballo una questione rimasta finora sullo sfondo ma molto delicata: la presunta ineleggibilità di Ted Cruz alla Casa Bianca.

"È un problema per lui, ed è un problema ovviamente per i Repubblicani. Ipotizziamo che vinca la nomination e che i democratici intentino una causa, per avere una sentenza servono due o tre anni: come si fa?"

La questione nasce dal fatto che Ted Cruz, di origini cubane, è nato in Canada, anche se la madre è cittadina statunitense. La Costituzione degli USA stabilisce che, tra i criteri per l'eleggibilità alla Casa Bianca, c'è l'essere "natural born citizen". Tutti i costituzionalisti sono d'accordo nel dire che l'espressione include anche chi è nato all'estero ma che sono cittadini americani di diritto per la cittadinanza dei genitori. Tuttavia però la Corte Suprema non si è mai espressa in merito, per cui l'ipotesi di Trump di un possibile appello dei Democratici non è del tutto assurda.

C'è anche da dire che già in passato si sono candidati alle primarie nati fuori dagli Usa, come George Romney (padre di Mitt) nel 1968, mentre ci sono stati candidati alla Casa Bianca nati tecnicamente al di fuori dei territori Usa, come Barry Goldwater, nato in Arizona quando l'Arizona non era uno stato, e John McCain, nato a Panama, e mai sono stati sollevati simili problemi. Rispetto a questi casi, però, la differenza è che Cruz aveva anche la cittadinanza canadese, a cui ha rinunciato solo 18 mesi fa, in previsione della candidatura.

L'aspetto ironico della vicenda, sottolineato anche dal portavoce della Casa Bianca, è che Trump dal 2008 fa parte del movimento dei "birthers", quelli che affermano che Obama non è veramente nato negli Usa e che perciò non potrebbe essere presidente. Ora le stesse accuse vengono rivolte contro un collega di partito.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO